Schiva colui che non s’attiene alla dottrina che è secondo pietà

Fratello e sorella nel Signore, sappi che ‘se qualcuno insegna una dottrina diversa e non s’attiene alle sane parole del Signor nostro Gesù Cristo e alla dottrina che è secondo pietà, esso è gonfio e non sa nulla; ma langue intorno a questioni e dispute di parole, dalle quali nascono invidia, contenzione, maldicenza, cattivi sospetti, acerbe discussioni d’uomini corrotti di mente e privati della verità, i quali stimano la pietà esser fonte di guadagno. Or la pietà con animo contento del proprio stato, è un gran guadagno; poiché non abbiam portato nulla nel mondo, perché non ne possiamo neanche portar via nulla; ma avendo di che nutrirci e di che coprirci, saremo di questo contenti.’ (1Timoteo 6:3-8; cfr. 2Timoteo 3:5-6) E dunque schiva le favole profane ed esèrcitati invece alla pietà, secondo che è scritto : ‘schiva le favole profane e da vecchie; esèrcitati invece alla pietà; perché l’esercizio corporale è utile a poca cosa, mentre la pietà è utile ad ogni cosa, avendo la promessa della vita presente e di quella a venire. Certa è questa parola, e degna d’esser pienamente accettata.’ (1Timoteo 4:7-9)

Salvatore Larizza

Annunci