Il peccato uccide. Il vostro silenzio pure.


L’eccessiva attenzione che si pone nell’osservare esclusivamente i propri difetti, farà morire gli altri per non aver avuto del tempo a far conoscere le loro trasgressioni, avvertendoli della gravità della loro situazione; e allo stesso tempo Iddio domanderà conto del loro sangue a coloro che, pur sapendo, sono stati zitti e non hanno parlato. 

‘Quando io dirò all’empio: – Certo morrai, – se tu non l’avverti, e non parli per avvertire quell’empio di abbandonar la sua via malvagia, e salvargli così la vita, quell’empio morrà per la sua iniquità; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano. Ma, se tu avverti l’empio, ed egli non si ritrae dalla sua empietà e dalla sua via malvagia, egli morrà per la sua iniquità, ma tu avrai salvata l’anima tua. E quando un giusto si ritrae dalla sua giustizia e commette l’iniquità, se io gli pongo davanti una qualche occasione di caduta, egli morrà, perché tu non l’avrai avvertito; morrà per il suo peccato, e le cose giuste che avrà fatte non saranno più ricordate; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano. Però se tu avverti quel giusto perché non pecchi, e non pecca, egli certamente vivrà, perch’è stato avvertito, e tu avrai salvata l’anima tua’.’ (Ezechiele 3:18-21)

‘Ma se la sentinella vede venir la spada e non suona il corno, e il popolo non è stato avvertito, e la spada viene e porta via qualcuno di loro, questi sarà portato via per la propria iniquità, ma io domanderò conto del suo sangue alla sentinella.’ (Ezechiele 33:6)

‘Ho avvertito quand’ero presente fra voi la seconda volta, e avverto, ora che sono assente, tanto quelli che hanno peccato per l’innanzi, quanto tutti gli altri, che, se tornerò da voi, non userò indulgenza’ (2Corinzi 13:2)
Ora io domando ai fratelli che si attengono alla Sacra Scrittura : ‘Dove sono le sentinelle del Signore? Dove sono coloro che avvertono gli empi di abbandonare le loro vie malvage? Dove sono coloro che avvertono i santi dalle false dottrine? Dove sono? Io non li vedo, né tanto meno li odo. Iddio forse è mutato? Iddio forse agisce diversamente ? Egli forse vuole che stiamo in silenzio davanti al peccato del popolo? Oh no fratelli, piaccia o non piaccia noi parleremo perché Dio ce lo comanda. Lessi un giorno un cartello che diceva : ‘La mafia uccide. Il vostro silenzio pure.’ Ebbene stà succedendo la stessa cosa nella Chiesa dell’Iddio vivente : ‘Il peccato uccide. Il vostro silenzio pure’. Non si procaccia il bene del popolo del Signore coprendo le sue trasgressioni, ma lo si procaccia esortandolo a ravvedersi e ad abbandonare il suo peccato. Sappiatelo, potrete ingannare gli uomini facendogli credere che và tutto bene, quando in realtà và quasi tutto male; ma di certo non potrete ingannare tosto Iddio poiché Egli vede ogni cosa. Iddio vuole uomini sinceri, savi, coraggiosi, pronti a punire ogni disubbidienza fin tanto che l’ubbidienza dei santi sia resa completa, uomini che chiamano le cose con il loro nome, che chiamano bene il bene e male il male, uomini che hanno il diletto nella Parola dell’Eterno e che da Essa non si discostano né a destra né a sinistra.
Salvatore Larizza
Annunci

Dobbiamo stare in guardia noi e poi avvertire gli altri

Fratelli nel Signore, sono sorti veramente molti impostori e malvagi in mezzo al popolo di Dio in questi ultimi termini dei tempi, che hanno portato confusione, disordine, e ogni sorta di falsa dottrina, e tanti sono rimasti vittime delle loro ciance e seguono le loro lascivie: sono giorni veramente difficili.

Ci troviamo davanti ad una situazione drammatica, molto grave. Ed è nostro dovere innanzi tutto stare in guardia da questa gente perversa, e poi avvertire quanti più fratelli della presenza di costoro, dicendo loro di guardarsi da essi e dalle loro false dottrine. Dobbiamo farlo, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù per noi.

Gesù Cristo esortò i suoi discepoli a guardarsi dalla dottrina dei Farisei come anche da quella dei Sadducei, e li mise in guardia dai falsi profeti e dai falsi cristi. E gli apostoli hanno continuato a mettere in guardia i santi sia dalle false dottrine, che dai falsi ministri. L’apostolo Pietro per esempio nella sua seconda epistola, dopo avere parlato molto dei falsi dottori che ci saranno fra noi, ha detto alla fine di essa: “Voi dunque, diletti, sapendo queste cose innanzi, state in guardia, che talora, trascinati anche voi dall’errore degli scellerati, non iscadiate dalla vostra fermezza; ma crescete nella grazia e nella conoscenza del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. A lui sia la gloria, ora e in sempiterno. Amen.” (2 Pietro 3:17-18). Noi non possiamo dunque che fare la stessa cosa che fecero loro.

Questo significa naturalmente farsi tanti nemici, e venire abbandonati e rigettati da tanti in mezzo alla Chiesa, ma questo non deve importare nulla. Noi dobbiamo piacere a Cristo e non agli uomini, perché come diceva Paolo: “Se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servitore di Cristo” (Galati 1:10).

La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con voi

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/05/26/dobbiamo-stare-in-guardia-noi-e-poi-avvertire-gli-altri/