Certa è questa parola e degna d’essere pienamente accettata

Cosi scrisse l’apostolo Paolo al suo vero figliuolo in fede Timoteo : ‘Certa è questa parola e degna d’essere pienamente accettata: che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dei quali io sono il primo.’ (1Timoteo 1:15) Gesù dunque è venuto nel mondo per salvare i peccatori, poiché Egli non è venuto in questo mondo per giudicare il mondo ma per salvarlo. Ed Egli è l’unico che può farlo, poiché ‘in nessun altro è la salvezza’ (cfr. Atti 4:12), solo in Lui v’è la remissione dei peccati e la vita eterna. Ravvediti dunque e credi in Lui e sarai salvato. Ti sentirai con una pace nel cuore che il mondo non ti ha saputo dare, avrai la consapevolezza di essere divenuto un figliuolo di Dio, amato da Dio, e avrai la certezza di avere la vita eterna. Non avrai più l’ira di Dio sopra il tuo capo, ma avrai la sua benedizione. La morte non ti farà più paura, perché saprai che quando ti dipartirai da questo corpo andrai ad abitare con il Signore nel cielo. Non indugiare più, ora è il tempo accettevole, ora è il tempo della salvezza. Devi sapere che un giorno il Signore Gesù tornerà nel mondo una seconda volta, questa volta però non verrà più per salvare il mondo ma per giudicarlo; e allora per te sarà troppo tardi, non avrai più alcuna possibilità. Non ti illudere : ‘Chi crede nel Figliuolo ha vita eterna; ma chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedrà la vita, ma l’ira di Dio resta sopra lui.’ (Giovanni 3:36)

Salvatore Larizza

Annunci

Chi non odia il peccato, non ama Cristo

Chi tra di voi non odia il peccato, dimostra di non amare Cristo. Chi tra di voi difende e rispetta il peccato, dimostra di non avere alcuna stima del sacrificio di Cristo. Cristo Gesù è morto a cagione dei nostri peccati, Egli ha versato il Suo sangue per la remissione dei nostri peccati. Se ancora difendi, tolleri e ami il peccato sappi che non hai compreso niente del sacrificio di Cristo.

——–

‘E lo vestirono di porpora; e intrecciata una corona di spine, gliela misero intorno al capo, e cominciarono a salutarlo: Salve, Re de’ Giudei! E gli percotevano il capo con una canna, e gli sputavano addosso, e postisi inginocchioni, si prostravano dinanzi a lui. E dopo che l’ebbero schernito, lo spogliarono della porpora e lo rivestirono dei suoi propri vestimenti. E lo menaron fuori per crocifiggerlo.’ (Marco 15:17-20)

 

 

Salvatore Larizza

Cattolici Romani, il prete non può rimettervi i peccati

confessione-preteCattolici Romani, il prete non può rimettervi i peccati perché la remissione dei peccati si ottiene mediante la fede in Gesù Cristo senza fare alcuna confessione ad un prete. Gesù stesso ha attestato che la remissione dei peccati si ottiene credendo in Lui quando disse a Saulo: “Ai quali (ai Gentili) io ti mando per aprir loro gli occhi, onde si convertano dalle tenebre alla luce e dalla potestà di Satana a Dio, e ricevano, per la fede in me, la remissione dei peccati e la loro parte d’eredità fra i santificati” (Atti 26:18). Ed oltre a Gesù lo ha attestato in maniera inequivocabile anche l’apostolo Pietro quando disse a casa di Cornelio: “Di lui attestano tutti i profeti che chiunque crede in lui riceve la remission de’ peccati mediante il suo nome” (Atti 10:43). Dunque, ravvedetevi e credete in Gesù Cristo, e uscite dalla Chiesa Cattolica Romana.

 

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2014/04/16/cattolici-romani-il-prete-non-puo-rimettervi-i-peccati/