Libro – La Massoneria smascherata

copertina-libro-massoneria-smascherata-724x1024Fratelli nel Signore, ecco un altro mio libro confutatorio: si intitola ‘La massoneria smascherata: contro l’infiltrazione e l’influenza di questa diabolica istituzione nelle Chiese Evangeliche’. E’ un libro particolare, diverso per certi aspetti da tutti gli altri, e capirete il perchè leggendolo e studiandolo. La sua lettura e il suo studio vi richiederanno parecchio tempo e impegno, ma sappiate che questo è un libro molto importante che ognuno di voi deve leggere. Vi avverto da subito che questo è un libro che contiene informazioni e notizie che produrranno in voi sbigottimento, e tanta rabbia e tristezza. Ma nello stesso tempo sono sicuro che esso vi farà gioire ed esultare nel Signore e vi farà ringraziare Dio perchè smaschera una delle più potenti ed efficaci macchinazioni di Satana contro la Chiesa dell’Iddio vivente e vero, colonna e base della verità.
Un’ultima cosa: molti di voi leggendo questo libro scopriranno di essere stati MASSONIZZATI, in quanto la Chiesa o la Denominazione o l’Associazione di cui fanno parte è sotto l’influenza o il controllo della Massoneria. A costoro dico: Ravvedetevi e separatevi immediatamente da coloro che vi hanno MASSONIZZATI.
La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con coloro che lo amano con purità incorrotta. Amen.
Giacinto Butindaro

Per scaricare il libro o fai clic su ‘Download’ in fondo alla tua sinistra nella finestra di SCRIBD o alrimenti vai qua

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2012/12/17/libro-la-massoneria-smascherata/

Annunci

Il nudismo e il semi-nudismo ‘Cristiano’: opere del diavolo

Il cartello dice: ‘Attenzione. Al di là di questo punto potete incontrare bagnanti nudi’.

Il nudismo ormai ha attecchito anche in molte Chiese Evangeliche di differenti denominazioni, e difatti ci sono cosiddetti Cristiani che praticano il nudismo, ovviamente in questo caso etichettato ‘nudismo Cristiano’. D’altronde, loro dicono, non è forse scritto che Adamo ed Eva erano nudi?

Sul sito della Christian Naturist Fellowship (http://www.christiannaturist.org.uk/index.html), che ha sede nel Regno Unito, si legge: ‘Siamo un gruppo di Cristiani provenienti da differenti parti della nazione e da differenti denominazioni uniti dalla nostra fede nel Signore Gesù Cristo. Noi godiamo anche lo stile di vita nudista ed abbiamo trovato che stare svestiti è totalmente compatibile con la nostra fede e, in verità, accresce la nostra consapevolezza di Dio e della Sua creazione’. Questo è quello che si legge nella sezione del sito dove si presentano.

Poi nella sezione ‘Bibbia e Nudismo’ essi dicono tra le altre cose che ‘i Cristiani che scelgono di stare nudi alla presenza di altri devono fare ciò appropriatamente. I loro motivi devono essere puri … le loro attività devono essere onorevoli e glorificanti nei confronti di Dio …. affettuose e rispettose degli altri … e legali …’.

Come potete vedere, ci si trova dinnanzi a persone che pur dicendosi Cristiane si comportano come i pagani che non conoscono Dio, infatti sono dati alla dissolutezza, a passioni di concupiscenza. Non si differenziano però molto da tutti quei Cristiani che si mettono in costume da bagno lungo le rive dei mari, o dei laghi e così via, perchè anche questi hanno deciso di svestirsi in presenza di altri, e mettersi però mezzi nudi anziché totalmente nudi. Cambia veramente poco.

I ragionamenti però che fanno i semi-nudisti ‘Cristiani’ sono praticamente uguali a quelli che fanno i nudisti ‘Cristiani’, per giustificare le loro passioni di concupiscenza, perché anch’essi parlano di motivi puri che devono spingere il cristiano a svestirsi in presenza di altri, anche loro parlano di attività che devono essere onorevoli e che glorificano Dio, oltre che affettuose e rispettose verso gli altri.

Voglio ricordarvi, fratelli, però che come è vero che Adamo ed Eva prima di peccare “erano ambedue ignudi e non ne aveano vergogna” (Genesi 2:25), è altrettanto vero che dopo che Adamo ed Eva peccarono, gli si aprirono gli occhi, e si accorsero che erano ignudi, ed essi “cucirono delle foglie di fico, e se ne fecero delle cinture” (Genesi 3:7). Questo significa che qualcosa in loro li spinse a coprirsi in qualche maniera, e che cosa fu quel qualcosa se non il senso di vergogna? Dunque con il peccato subentrò anche la vergogna.

Ma si badi che quel loro rimedio non fu ritenuto sufficiente da Dio, infatti dopo che Dio parlò al serpente, alla donna e all’uomo, pronunciandogli i suoi giudizi contro di essi, Egli “fece ad Adamo e alla sua moglie delle tuniche di pelle, e li vestì” (Genesi 3:21).

Dunque, questo atto di Dio nei loro confronti, cioè il fatto che Dio gli fece delle tuniche e li vestì con esse, dovrebbe far riflettere sia i nudisti che i semi nudisti, in quanto mostrano che è così che Dio ci vuole vedere, cioè vestiti e non svestiti, coperti e non scoperti. Quand’anche uno avvesse solo un costume addosso, è evidente che esso non è considerato da Dio un modo di vestirsi convenevole o corretto.

Nella Bibbia il fatto che l’uomo mostri la sua nudità davanti agli altri è disapprovato da Dio.

Ricordatevi infatti le seguenti cose:

– che nella legge Dio aveva detto a Mosè a proposito del vestiario dei sacerdoti: “Farai anche loro delle brache di lino per coprire la loro nudità; esse andranno dai fianchi fino alle cosce. Aaronne e i suoi figliuoli le porteranno quando entreranno nella tenda di convegno, o quando s’accosteranno all’altare per fare il servizio nel luogo santo, affinché non si rendano colpevoli e non muoiano. Questa è una regola perpetua per lui e per la sua progenie dopo di lui” (Esodo 28:42-43). Perchè Dio si studiò di far fare questo capo d’abbigliamento sacerdotale se non perchè Egli non gradisce che chi lo serve mostri la sua nudità?
– che dell’indemoniato del paese dei Geraseni viene detto che “era posseduto da demonî, e da lungo tempo non indossava vestito, e non abitava casa ma stava ne’ sepolcri” (Luca 8:27). Chi è che lo faceva andare in giro nudo o semi nudo se non i demoni che dimoravano in lui prima che Gesù li cacciasse fuori da esso?
– che l’apostolo Pietro, essendo nudo al mare, si coperse quando gli fu detto che quell’uomo che si trovava sulla riva del mare era il Signore, secondo che è scritto: “Allora il discepolo che Gesù amava, disse a Pietro: È il Signore! E Simon Pietro, udito ch’era il Signore, si cinse il camiciotto, perché era nudo, e si gettò nel mare” (Giovanni 21:7). Perchè si premurò a cingersi il camiciotto quando seppe che Gesù era sulla riva del mare? Perchè evidentemente sapeva che il suo stato di nudità non era affatto una cosa onorevole agli occhi di Dio.

Dunque, fratelli, badiamo a noi stessi e vestiamoci anziché svestirci – copriamoci anziché scoprirci – e mostrare così la nostra nudità agli altri (ovviamente nelle relazioni carnali tra marito e moglie è lecita sia la nudità che la semi-nudità), perchè è questa la volontà di Dio verso di noi. Il nostro corpo è il tempio dello Spirito Santo (1 Corinzi 6:19), e quindi è santo, ed essendo una abitazione santa deve essere conservato in santità ed onore (1 Tessalonicesi 4:4). E questo affinchè Dio sia glorificato anche mediante il nostro corpo, da Lui comprato a prezzo (1 Corinzi 6:20).

D’altronde, fratelli, se Dio tramite gli apostoli ha detto come si devono vestire le donne, secondo che è scritto: “Similmente che le donne si adornino d’abito convenevole, con verecondia e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti sontuose ….” (1 Timoteo 2:9), non vi pare che per una donna, che fa professione di pietà, sia assolutamente vietato svestirsi e mettersi nuda o mezza nuda davanti agli altri?

Considerate inoltre che il mettersi nudi o seminudi assieme ad altri o per farsi vedere dagli altri induce chi guarda il suo prossimo a peccare, in altre parole lo induce a peccare con gli occhi (e spesso non solo con gli occhi), e la Bibbia dice a tale riguardo: “La lampada del corpo è l’occhio. Se dunque l’occhio tuo è sano, tutto il tuo corpo sarà illuminato; ma se l’occhio tuo è viziato, tutto il tuo corpo sarà nelle tenebre. Se dunque la luce che è in te è tenebre, esse tenebre quanto grandi saranno!” (Matteo 6:22-23). Ricordatevi di quello che dice la Bibbia a proposito del re Davide, che peraltro era un uomo che temeva Dio: “Or avvenne che l’anno seguente, nel tempo in cui i re sogliono andare alla guerra, Davide mandò Joab con la sua gente e con tutto Israele a devastare il paese dei figliuoli di Ammon e ad assediare Rabba; ma Davide rimase a Gerusalemme. Una sera Davide, alzatosi dal suo letto, si mise a passeggiare sulla terrazza del palazzo reale; e dalla terrazza vide una donna che si bagnava; e la donna era bellissima. Davide mandò ad informarsi chi fosse la donna; e gli fu detto: ‘È Bath-Sheba, figliuola di Eliam, moglie di Uria, lo Hitteo’. E Davide inviò gente a prenderla; ed ella venne da lui, ed egli si giacque con lei, che si era purificata della sua contaminazione; poi ella se ne tornò a casa sua. La donna rimase incinta, e lo fece sapere a Davide, dicendo: ‘Sono incinta’ ” (2 Samuele 11:1-5). Non è abbastanza chiaro che cosa può scaturire dal guardare una donna nuda o seminuda?

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti, perchè Paolo dopo avere detto chiaramente: “Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che v’asteniate dalla fornicazione, che ciascun di voi sappia possedere il proprio corpo in santità ed onore, non dandosi a passioni di concupiscenza come fanno i pagani i quali non conoscono Iddio; e che nessuno soverchi il fratello né lo sfrutti negli affari” (1 Tessalonicesi 4:3-6), ha dichiarato in maniera altrettanto chiara: “Perché il Signore è un vendicatore in tutte queste cose, siccome anche v’abbiamo innanzi detto e protestato. Poiché Iddio ci ha chiamati non a impurità, ma a santificazione. Chi dunque sprezza questi precetti, non sprezza un uomo, ma quell’Iddio, il quale anche vi comunica il dono del suo Santo Spirito” (1 Tessalonicesi 4::6-9).

So che molti prendono piacere nel sedurre gli altri e nel farsi sedurre a proposito di questo, perchè dicono che non c’è niente di male nè nel nudismo e neppure nel semi-nudismo, basta che quello che si fa lo si faccia per motivi puri; e poi citando fuori dal suo contesto la frase biblica “tutto è puro per quelli che son puri” (Tito 1:5). Costoro certamente andranno di male in peggio, portando la pena della loro ribellione, perchè l’ira di Dio verrà su di essi. Non può essere altrimenti, perchè chi sprezza questi precetti sprezza Dio, e Dio dice: “Quelli che mi sprezzano saranno avviliti” (1 Samuele 2:30).

Concludo con queste sante parole dell’apostolo Pietro: “E, come figliuoli d’ubbidienza, non vi conformate alle concupiscenze del tempo passato quand’eravate nell’ignoranza; ma come Colui che vi ha chiamati è santo, anche voi siate santi in tutta la vostra condotta; poiché sta scritto: Siate santi, perché io son santo. E se invocate come Padre Colui che senza riguardi personali giudica secondo l’opera di ciascuno, conducetevi con timore durante il tempo del vostro pellegrinaggio; sapendo che non con cose corruttibili, con argento o con oro, siete stati riscattati dal vano modo di vivere tramandatovi dai padri, ma col prezioso sangue di Cristo, come d’agnello senza difetto né macchia, ben preordinato prima della fondazione del mondo, ma manifestato negli ultimi tempi per voi, i quali per mezzo di lui credete in Dio che l’ha risuscitato dai morti e gli ha dato gloria, onde la vostra fede e la vostra speranza fossero in Dio” (1 Pietro 1:14-21).

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/06/24/il-nudismo-e-il-semi-nudismo-cristiano-opere-del-diavolo/

 

Girl Talk … un posto dove corrompersi profondamente

Questo è un evento per donne chiamato ‘Girl talk’, che viene organizzato e prodotto dalla Elevate Life Church, di Frisco, Texas (USA), di cui è co-pastore la signora Sheila Craft. Nell’informazione di questo video postato da loro, si legge: ‘Girl talk è un luogo dove tu puoi startene seduta e godere e celebrare la donna che Dio ti ha creato per essere. E’ un luogo per costruire qualità, amicizie durature, un luogo dove essere ravvivato e rinfrescato. Un posto dove Dio supplisce ai tuoi bisogni. Un posto per cambiare la tua vita’.
Dopo avere visto questo video, si può tranquillamente dire che Girl talk è un posto dove corrompersi, e quindi da fuggire. Qui siamo davanti a cose abominevoli che hanno luogo in mezzo alla Chiesa, e sono protagoniste negative le donne. Ecco sotto la guida di una donna pastore come si sono ridotte le donne in questa Chiesa.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/07/22/girl-talk-un-posto-dove-corrompersi-profondamente/

La Parola di Dio opera efficacemente in coloro che credono

Fratelli, questo è un commento scritto dalla sorella Rosa sulla sua bacheca di Facebook, che trovo edificante e incoraggiante. Io spero nel Signore che sia di sprono per quelle sorelle che ancora non vogliono ubbidire a quello che dice la Parola di Dio, e di incoraggiamento per tutti quei fratelli che si studiano di annunciare tutto il consiglio di Dio in questi tempi così difficili per la chiesa. Dobbiamo veramente rendere grazie a Dio per come apre la mente ai santi per intendere le Scritture, ed opera in loro il volere e l’operare secondo la sua benevolenza. A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen.
Giacinto Butindaro

——-

“Percio’la donna deve avere sul capo un segno di autorita’,a motivo degli angeli”. 1 Corinzi 11:10

Questo versetto lo sto mettendo in pratica nella mia vita solo adesso dopo ben 13 anni dalla mia conversione. Fino a qualke mese fa non sapevo neppure che questo era un comandamento di Dio poiche’ nessuno mi aveva mai fatto notare che stavo vivendo nella disubbidienza . Non voglio incolpare nessuno per questo poiche’ e’ mia la responsabilita’ di investigare le scritture e non posso delegare nessuno affinche’ lo faccia per me e ne’ tantomeno posso aspettarmi che coloro che ministrano la Parola di Dio facciano tutto il lavoro che io in prima persona dovrei fare ..nella Bibbia infatti c’e’ scritto ” IL MIO POPOLO PERISCE PER MANCANZA DI CONOSCENZA ” .Ma il Signore e’ grande in misericordia e attraverso le Scritture, gli studi biblici, e le confutazioni di Giacinto Butindaro , Dio mi ha aperto la mente su molti aspetti inerenti all’abbigliamento , all’ornamento ,al fatto che alle donne non e’ permesso di insegnare e a quant’altro una donna che fa professione di fede deve sapere . Il Signore mi spinge a farlo e non ne sento assolutamente il peso poiche’ la mia volonta’ e’ quella di ubbidirgli e stare sottomessa alla sua parola .Ora sia in chiesa ke a casa o in qualsias altro i luogo,quando devo pregare lo indosso e lo insegno anche a mia figlia di 8 anni poiche’ abbiamo compreso che se ci rifiutiamo di procacciamo la santita’ di Dio in ogni cosa la Parola ci insegna che non possiamo accostarci al Trono della Sua Grazia ….Sono grata all’ Eterno perche’ mi ha dato l’opportunita’ di poter testimoniare non solo a parole ma anche con i fatti e percio’ attraverso l’aspetto esteririore , che e’ Lui il padrone della mia vita e che io e la mia famiglia vogliamo servirlo senza riserve . A Dio sia tutto l’Onore e la Gloria e voglio dire grazie al fratello Giacinto per il suo prezioso lavoro. Rosa

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/07/20/la-parola-di-dio-opera-efficacemente-in-coloro-che-credono/