Noi stiamo suonando la tromba

suonando-trombaC’è bisogno che i credenti tornino alla semplicità e alla purità rispetto a Cristo, da cui tanti falsi ministri li hanno fatti sviare nel corso del tempo. Noi stiamo suonando la tromba affinchè questo avvenga, e ringraziamo Dio che tanti fino ad ora sono stati visitati da Dio ed hanno riconosciuto il suono della tromba e si sono ravveduti e convertiti dalle loro vie storte e perverse che si erano messi a battere seguendo gli impostori. Ovviamente ci sono quelli che nel sentire il suono della tromba si indignano, si infuriano, e digrignano i denti e ci maledicono e ci calunniano. Ma essi renderanno conto al giusto giudice, e saranno da Lui retribuiti secondo le loro azioni e parole malvagie. Avanti nella lotta, fratelli, avanti, uniti con coraggio e perseveranza. Ricordatevi che le pecore di Dio sono preziose ai Suoi occhi, tanto da avere mandato il Suo unigenito Figliuolo per salvarle, e quindi dobbiamo essere pronti a dare la nostra vita per amore di esse. Nessuno cerchi il suo interesse, ma che tutti cerchino ciò che è di Cristo, affinchè la Sua Chiesa sia ammaestrata, edificata, fortificata, consolata, e si santifichi nel timore di Dio, e sia trovata così pronta al ritorno di Gesù Cristo. A Dio che ci ha purificato dai nostri peccati con il sangue dell’Agnello sia la gloria ora e in eterno. Amen.

 

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2014/01/17/noi-stiamo-suonando-la-tromba/

Annunci

Due domande ai lottatori per la libertà religiosa per tutti

aei-liberta-religiosa

 

Ci sono molti che si dicono Cristiani che – mettendosi con altri che non sono Cristiani – lottano per la libertà religiosa dei mussulmani, buddisti, induisti, mormoni, testimoni di Geova, e tanti altri nemici della verità. E questo perchè essi ritengono che tutti costoro hanno il diritto di ingannarsi e ingannare gli altri per trascinarli con loro nelle fiamme dell’inferno, e quindi si impegnano affinchè lo Stato dia loro la completa ‘libertà religiosa’ per professare il loro culto e diffondere quindi le loro eresie di perdizione.

 

Voglio domandare dunque a costoro. Ma su quale principio biblico si fonda la vostra lotta? Quali insegnamenti o parole o comportamenti di Gesù e degli apostoli confermano che quello che state facendo è giusto nel cospetto di Dio? Non siamo infatti riusciti a trovare nulla, e ripeto nulla, nella loro vita e nei loro insegnamenti che possa confermare quello che voi fate. Anzi abbiamo trovato comportamenti e parole che ci mostrano che loro lottavano per un’altra libertà, cioè quella spirituale dal peccato e da Satana, predicando agli uomini il ravvedimento e il Vangelo, e quindi esortandoli ad abbandonare i loro pensieri malvagi, vani e perversi (il che conferma che essi ritenevano che gli uomini non avevano il diritto di pensare o dire quello che volevano, ma avevano il dovere di cambiare modo di pensare abbandonando le menzogne che professavano e di credere nel Vangelo), e difatti fu per questa ragione che sia Gesù che gli apostoli del Signore furono odiati e perseguitati dal mondo. Per cui a noi questa vostra lotta – che il massone Voltaire proclamava usando questa massima ‘non condivido la tua idea, ma combatterò fino alla morte affinchè tu abbia il diritto di diffonderla’ – risulta essere una lotta compiuta contro Dio e contro gli uomini (sia Cristiani che non Cristiani), e a favore del diavolo, che è il padre della menzogna, affinchè diffonda ancora con più efficacia le sue menzogne contro la verità che è in Cristo Gesù, menzogne che tengono incatenate le persone al presente secolo malvagio e le trascinano in perdizione nel tormento. E quindi siamo persuasi che questa vostra lotta è una opera infruttuosa delle tenebre a cui i Cristiani si devono rifiutare di partecipare perchè sono luce nel Signore, secondo che è scritto: “Conducetevi come figliuoli di luce (poiché il frutto della luce consiste in tutto ciò che è bontà e giustizia e verità), esaminando che cosa sia accetto al Signore. E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; anzi, piuttosto riprendetele” (Efesini 5:8-11), e quindi quei Cristiani che si danno a questa opera attirano su se stessi l’ira di Dio perchè si dimostrano dei ribelli.

Ma sicuramente voi avete una tale conoscenza biblica e sapienza, che a noi mancano, che non avrete alcun problema a provarci con la Bibbia quello che noi e tanti altri vogliamo sapere da voi.
Siamo tutte orecchie, dunque. Fateci sapere quello che avete da dire sulla lotta per la libertà religiosa per tutti in cui voi siete impegnati o che approvate. Persuadeteci con la Parola di Dio affinchè anche noi possiamo unirci a voi in questa lotta! Forse ci è sfuggito qualche cosa!

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2013/08/05/due-domande-ai-lottatori-per-la-liberta-religiosa-per-tutti/