Tutti falliamo in molte cose

Fratelli e sorelle nel Signore, Giacomo dice che ‘tutti falliamo in molte cose.’ (Giacomo 3:2a) Quindi sappiate che anche i giusti non sono esenti dal peccato, infatti è scritto ancora che ‘non v’è sulla terra alcun uomo giusto che faccia il bene e non pecchi mai.’ (Ecclesiaste 7:20) E ancora, l’apostolo Giovanni dice che ‘se diciamo d’esser senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi. Se confessiamo i nostri peccati, Egli è fedele e giusto da rimetterci i peccati e purificarci da ogni iniquità. Se diciamo di non aver peccato, lo facciamo bugiardo, e la sua parola non è in noi.’ (1Giovanni 1:8-10) Se da una parte dunque attestiamo che, nonostante siamo stati salvati dal Signore, in noi continui ad abitare il peccato; pure attestiamo altresì che Iddio ci ha affrancato dalla schiavitù del peccato, condizione questa comune a tutti i peccatori, rendendoci così liberi! Tanto è vero fratelli che la Scrittura non ci annovera più tra i peccatori, ma tra i giusti; resi giusti mediante la fede in Cristo Gesù. Continuiamo dunque ad odiare il peccato, compiendo la nostra santificazione con timore e tremore, ma non insuperbiamoci, rimaniamo umili, piegando ogni giorno le nostra ginocchia per chiedere a Dio che perdoni ogni nostro peccato, poiché tutti falliamo in molte cose.

Salvatore Larizza

Annunci

Inganna se stesso

Fratelli e sorelle nel Signore, che giova all’uomo pensar d’essere qualcosa, pur non essendo nulla? Non fa altro che ingannar se stesso. Or è scritto : ‘Se uno pensa di essere religioso, ma poi non tiene a freno la sua lingua e inganna se stesso, la sua religione è vana.’ (Giacomo 1:26) ‘Infatti se uno pensa di essere qualcosa pur non essendo nulla, inganna se stesso.’ (Galati 6:3)

Salvatore Larizza

Non «opinioni diverse» ma dottrine diverse

Per molti «pastori» non pochi insegnamenti degli apostoli erano loro opinioni. Per cui quando ci sentono trasmettere questi insegnamenti degli apostoli dicono di noi che abbiamo opinioni diverse dalle loro, che tradotto nella pratica significa che le loro (di questi «pastori») opinioni sono valide quanto le nostre. In altre parole, qualsiasi insegnamento opposto e contrario a quello degli apostoli, è valido anch’esso, e quindi lo dobbiamo rispettare. Ma gli insegnamenti degli apostoli sono Parola di Dio, e quindi noi stiamo trasmettendo la Parola di Dio. Per cui ogni insegnamento contrario alla Parola di Dio va rigettato e smascherato.
Vi esorto dunque fratelli a rigettare quelle che tanti chiamano «opinioni diverse» perché non si tratta di opinioni diverse su cibi o giorni – che la Scrittura ammette secondo che è scritto: “Quanto a colui che è debole nella fede, accoglietelo, ma non per discutere opinioni. L’uno crede di poter mangiare di tutto, mentre l’altro, che è debole, mangia legumi. Colui che mangia di tutto, non sprezzi colui che non mangia di tutto; e colui che non mangia di tutto, non giudichi colui che mangia di tutto; perché Dio l’ha accolto. Chi sei tu che giudichi il domestico altrui? Se sta in piedi o se cade è cosa che riguarda il suo padrone; ma egli sarà tenuto in piè, perché il Signore è potente da farlo stare in piè. L’uno stima un giorno più d’un altro; l’altro stima tutti i giorni uguali; sia ciascuno pienamente convinto nella propria mente. Chi ha riguardo al giorno, lo fa per il Signore; e chi mangia di tutto, lo fa per il Signore, poiché rende grazie a Dio; e chi non mangia di tutto fa così per il Signore, e rende grazie a Dio” (Romani 14:1-6) – ma di dottrine false o diverse che vanno dunque rigettate e smascherate.
Vi faccio degli esempi esplicativi: quando questi «pastori» dicono che la donna può insegnare stanno proclamando una dottrina falsa o diversa perché ciò che dicono contrasta ciò che insegna l’apostolo: “La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio” (1 Timoteo 2:11-12); quando dicono che la donna si può vestire e adornare come vuole essi insegnano una dottrina falsa o diversa, perché è scritto: ” le donne si adornino d’abito convenevole, con verecondia e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti sontuose” (1 Timoteo 2:9); quando dicono che la donna non si deve velare il capo quando prega o profetizza, essi insegnano una dottrina falsa o diversa perché ciò che dicono contrasta la Parola che dice: “Ogni donna che prega o profetizza senz’avere il capo coperto da un velo, fa disonore al suo capo, perché è lo stesso che se fosse rasa ….. la donna deve, a motivo degli angeli, aver sul capo un segno dell’autorità da cui dipende” (1 Corinzi 11:5,10). E potrei proseguire facendo molti altri esempi, ma ho fiducia che questi pochi bastino per farvi capire come stanno realmente le cose.
State dunque attaccati alla fedel Parola di Dio, e rigettate le false dottrine di costoro che essi nella loro astuzia chiamano «opinioni diverse» per metterle sullo stesso piano delle opinioni diverse su giorni o cibi che invece sono lecite.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2014/08/05/non-opinioni-diverse-ma-dottrine-diverse/

Vogliono che vi illudiate

strada-inferno-blogFratelli nel Signore sapete perchè la maggior parte dei pastori oggi non rivolge mai alla Chiesa la seguente esortazione che l’apostolo Paolo rivolse ai santi di Corinto: “Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio” (1 Corinzi 6:9-10)? Perchè vogliono che voi v’illudiate pensando che gli ingiusti, i fornicatori, gl’idolatri, gli adulteri, gli effeminati, i sodomiti, i ladri, gli avari, gli ubriachi, gli oltraggiatori, e i rapaci erederanno il regno di Dio. D’altronde in molti casi questi stessi pastori rientrano in questa lista, per cui non ci si può aspettare da loro una simile esortazione; perchè i primi illusi sono loro.

E dove porta questa illusione? Nelle fiamme dell’Ades prima e poi in quelle dello stagno ardente di fuoco e di zolfo. Questi cosiddetti pastori dunque non vi amano, ma vi odiano perchè non vi avvertono come invece facevano gli apostoli del Signore. Se voi quindi fate parte di una di queste Chiese di illusi, e siete caduti in questi peccati, per certo vi state illudendo pensando – come vi hanno spinto a fare questi pastori corrotti di mente e privati della verità – che tanto basta avere Gesù nel cuore perchè questi peccati non vi faranno perdere il paradiso. Sappiatelo, vi state illudendo, perchè Dio è verace e non può mentire. Non è forse scritto: “Sia Dio riconosciuto verace, ma ogni uomo bugiardo” (Romani 3:4)? Quindi Dio dice la verità, ma questi pastori insegnano una menzogna. Di loro Dio rende questa testimonianza: “Quelli che guidano questo popolo lo sviano, e quelli che si lascian guidare vanno in perdizione” (Isaia 9:15). E questo perchè sono amanti del denaro, e quindi sono uomini che vogliono piacere agli uomini anziché a Dio. Non hanno l’amore di Dio nel loro cuore, perchè se l’avessero vi avvertirebbero, vi scongiurerebbero a ravvedervi e convertirvi dai vostri peccati che vi stanno menando in perdizione. Invece loro sono occupati nei loro affari, a fare discorsi pomposi e vacui, a circondare le persone d’ammirazione per motivi interessati, e non si curano affatto se delle anime stanno andando nelle fiamme dell’Ades.

Ravvedetevi e convertitevi dunque dai vostri peccati, perchè siete in gravissimo pericolo. Non indugiate, tornate al Signore ed Egli vi accoglierà. Ed uscite e separatevi da queste Chiese dove i membri vivono nell’illusione.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2013/09/27/vogliono-che-vi-illudiate/

Shoek preso nella sua astuzia

Fratelli e sorelle nel Signore, vi scrivo per mostrarvi come la malvagità nel cuore degli uomini ribelli è grande. Sappiate che in seno alla fratellanza e in seno alle chiese esistono credenti che amano la menzogna, la calunnia e che si compiacciono nel fare il male. Ecco qui la prova di come Thomas Luciano Valsecchi, in arte conosciuto come shoek, cantante rap ‘cristiano’, sia ribelle e malvagio, e di come cerca di distruggere la reputazione di alcuni fratelli  nel Signore usandosi della menzogna, dell’inganno e della perversità.

In data 24/12/2011 nella pagina facebook di ‘tutela sulla diffamazione verso i ministri di Dio’ è stato inserito da parte di Thomas Luciano Valsecchi il seguente screenshot(lo screenshot è la cattura di una determinata pagina o finestra del pc):

Avendo  visto questo screenshot, riconoscendo il linguaggio oltraggioso che non è il linguaggio di un credente nato di nuovo, l’ho scaricato sul mio pc. Poco tempo dopo che lo screenshot era stato messo da Thomas  sulla pagina di tutela sulla diffamazione verso i ministri di DIO, tale screenshot è stato rimosso. In questo momento non si capisce perchè dopo aver messo lo screenshot nella pagina, tale screenshot è stato succesivamente rimosso. Ma lo capiremo fra breve.

Essendo stato addolorato nel vedere tale screenshot, ho mandato immediatamente un messaggio privato su facebook ad Angelo Oliveri per chiedergli se era stato veramente lui a scrivere quelle cose. Successivamente, l’ho contatatto su skype per ascoltare dalla sua bocca se era stato lui ad aver scritto quelle cose o no. Lui non era nemmeno al corrente di tale messaggio e mi ha risposto che non era stato lui ad aver scritto quelle parole oltraggiose e offensive che potete vedere nella foto sopra. Infatti chi ha scritto quelle parole non è stato lui ma è stato lo stesso Thomas che si è creato un falso account facebook con il nome Angelo e con il cognome Oliveri e si è mandato tra sé stesso tali messaggi. Prima si è mandato con l’account di Thomas Luciano Valsecchi il primo messaggio che potete vedere  e poi successivamente è entrato con il falso account di Angelo Oliveri e ha scritto la risposta che potete leggere nello screeshot stesso. Ha fatto tutto ciò, poi si è fatto lo screenshot e lo ha successivamente pubblicato sulla pagina di ‘tutela sulla diffamazione vero i ministro Dio’ per poter diffamare Angelo Oliveri, volendo attribuirgli un linguaggio oltraggioso per rovinare la sua immagine e la sua reputazione e per farlo passare per qualcosa che non è.

Ecco le prove di ciò che affermo, lo potete vedere nella seguente immagine:

Ora analizziamo l’immagine e vediamo come le frecce in rosso ci portano a dire che Thomas Luciano Valsecchi si è creato un falso account facebook con il nome di Angelo Oliveri.

Come potete vedere il browser che viene utilizzato è il browser chrome di google. Vediamo che ci sono tre schede aperte: una sulla pagina di facebook, un’altra su la pagina di hotmail con un account aperto e un altra su youtube su un video di Vasco Rossi.

Ora è molto strano che Thomas abbia una scheda aperta su una pagina di hotmail con il nome dell’email  : angelooliveriga..(il resto non si vede). Perchè Thomas ha una scheda su hotmail con il nome di angelooliveri….? Presumibilmente avrà creato un account di posta elettronica per poi potersi iscrivere su facebook con il nome di Angelo Oliveri. Inoltre faccio notare che ci sono 2 messaggi di posta che sono presumibilmente un messaggio che ti arriva quando crei una casella postale e un altro messaggio di quando avrà creato l’account su facebook.

Infatti per avere la conferma che ti arrivi solo un messaggio quando crei la casella di posta su hotmail mi sono creato anche io un account su hotmail. Ecco qua lo screenshot che potete vedere( nel mio cognome c’è anche Fonseca):

Ora la seconda prova è la freccia in basso a sinistra dove c’è il nome, o meglio il numero, di un file scaricato, e specificatamente un file di tipo jpeg. Quel file è stato scaricato da internet con il browser Chrome. Questo file è  di tipo immagine, infatti il formato jpeg è un formato di tipo immagine. Il file immagine che è stato scaricato è la foto del profilo facebook di Angelo Oliveri. Thomas è andato sul profilo di Angelo Oliveri e si è scaricato la foto che Angelo ha come foto profilo.

come facciamo a sapere che il file immagine che è stato scaricato è la foto profilo di Angelo Oliveri? Lo sappiamo dal seguente fatto: ho scaricato google chrome e sono andato sul profilo facebook di Angelo Oliveri, mi sono scaricato la sua foto profilo e guardate un po’: il nome(o meglio il numero) della foto scaricata, che si può vedere in basso a sinistra, è lo stesso della foto scaricata da Thomas , e ciò lo si può notare nello screenshot in basso a seguire. Confrontate la seguente immagine con lo screenshot pubblicato da Thomas e vedrete che il numero è lo stesso!

Entrambi gli screenshot, sia quello pubblicato da Thomas, sia quello che ho fatto io hanno l’immagine scaricata con il numero che inizia con 285061_247327928…

Inoltre chiunque che ha un browser web Chrome che si scarica la foto profilo di Angelo Oliveri vedrà che il numero è quello mostrato sopra.

Ciò significa che Thomas si è scaricato la foto del profilo facebook di Angelo Oliveri. Ora qual’è il motivo per cui Thomas ha scaricato la foto profilo di Angelo Oliveri? La ragione, sapendo anche che si è creato un account di posta elettronica con il nome di angelooliveri…, è molto chiara: per crearsi un falso profilo facebook con il nome di Angelo Oliveri.

Queste due prove basterebbero per dimostrare il tutto. Ma andiamo avanti:

Dallo screenshot pubblicato da Thomas sulla pagina di ‘tutela’ si può notare che l’immagine profilo del falso account di Angelo Oliveri è adattata in maniera diversa dal reale profilo facebook di Angelo oliveri. Notate la foto profilo del falso account di Angelo:

E ora notate la foto profilo del reale account di Angelo Oliveri:

Vedete la differenza? nella foto profilo del falso account la scritta ‘scandalo’ non si vede e nel lato sinistro si riesce a vedere la faccia di Charles Spurgeon. Invece nella foto del profilo reale si vede la scritta scandalo in rosso e la faccia di Charles Spurgeon non si vede, si vede solo una parte dell’orecchio. Ma come mai le immagini sono diverse nei due profili? È chiara la risposta, perchè un profilo è falso. Infatti per verificare che quel profilo era falso mi sono creato un altro account su facebook , ho scaricato la foto profilo di Angelo Oliveri e l’ho caricata come foto profilo del nuovo account. E guardate un po’ come viene adattata la foto profilo nel mio account:

Come potete vedere l’adattamento dell’immagine nel profilo da me creato è identico all’adattamento del falso profilo creato da Thomas! E questo perchè la foto del vero profilo di Angelo Oliveri è stata caricata dal pc o da un indirizzo web, mentre invece la foto caricata nel falso profilo di Thomas è stata prima scaricata dal profilo di Angelo e poi successivamente caricata.

Infine vi faccio notare un’altra piccola considerazione : essendo che Thomas ed Angelo hanno già avuto degli scambi di messaggi su facebook, non è molto strano che nello screenshot messo da Thomas, nella conversazione tra lui e Angelo, ci siano soltanto due messaggi, uno suo e uno di Angelo?  Certo che lo è perchè questo è un inganno per poter calunniare e diffamare un fratello che ama e teme il Signore.

Conclusione

Thomas Luciano Valsecchi, conosciuto come Shoek, ha concepito un malvagio disegno del suo cuore per poter diffamare e mettere in cattiva luce il fratello Angelo Oliveri. Questo disegno si è svolto nella seguente maniera: Thomas ha scaricato la foto profilo di Angelo Oliveri, si è creato un account hotmail di posta elettronica e successivamente si è creato un falso profilo facebook chiamandolo Angelo Oliveri ed ha messo la stessa immagine profilo del vero account di Angelo Olivero, e il tutto per far sembrare che sia stato realemente Angelo Oliveri a parlare in quella maniera.

Ora chiunque volesse avere conferma che Angelo Oliveri non ha mai dette quelle parole, può contattarlo su facebook o su skype e chiederglielo direttamente; egli vi confermerà il tutto.

Che dire fratelli? Che qui ci troviamo davanti a gente malvagia di cuore, che prende piacere nel fare il male, nell’ingiustizia e nell’empietà. Questo è molto pericoloso perchè lui, o chiunque altro volesse diffamare dei fratelli o dei servi del Signore potrebbero crearsi falsi account, fare o dire determinate cose e poi far passare come responsabile la persona che si vuole diffamare. State molto attenti.

Ma IDDIO si mostra astuto con il perverso, secondo che è scritto:” ti mostri puro col puro
e ti mostri astuto col perverso;”(Sl 18:26) ed Egli prende gli abili nella loro astuzia secondo che è scritto:”che prende gli abili nella loro astuzia, sì che il consiglio degli scaltri va in rovina.”(Gb 5:13)

A Thomas Luciano Valsecchi io dico: ravvediti e chiedi perdono prima a DIO facendo frutti degni di ravvedimento e successivamente chiedi perdono ad Angelo Oliveri sia privatamente che pubblicamente. Sappi che IDDIO vede tutto ciò che fai nel segreto e che se non ti ravvedi per te sono guai perchè l’Eterno non ti lascerà impunito. Egli ti sta svergognando affinchè tu ti ravveda.

“Guai a quelli che si ritraggono lungi dall’Eterno in luoghi profondi per nascondere i loro disegni, che fanno le opere loro nelle tenebre, e dicono: “Chi ci vede? chi ci conosce?” ” (Isaia 29:15)

Ammonite e riprendete severamente Thomas Luciano Valsecchi e se non si vuole ravvedere guardatevi da lui.

Ancora vi rammento di essere dei CREDENTI e non dei CREDULONI. Non credete ad ogni cosa che vi viene detta o mostrata ma chiedete le prove di quello che vi viene detto o mostrato, principalmente quando si tratta di un accusa verso qualcuno e principalmente verso quelli nella fede.

Siate savi e giudicate giustamente.

Haiaty Varotto

Tratto da : http://destatevi.wordpress.com/2011/12/25/shoek-preso-nella-sua-astuzia/

‘Nozze’ gay: i Valdesi benedicono Ciro e Guido

MILANO – L’appuntamento è per domenica prossima a Milano per la benedizione di una coppia gay con il rito valdese: è la prima volta in Italia che due omossessuali vedono riconosciuto il loro amore in chiesa.

Ciro Scelsi ha 42 anni, è architetto, e ha una famiglia battista, fra meno di quattro giorni si unirà a Guido Lanza, 62 anni, ex analista programmatore. Niente confetti e nemmeno fedi di rito per loro, per i valdesi il matrimonio non è un sacramento, «perché Gesù non ha sposato nessuno», ricorda Natalia Aspesi su Repubblica.

L’anno scorso il Sinodo ha riconosciuto le coppie dello stesso sesso e questa volta Ciro e Guido dopo sette anni di un lungo amore cominciato in una discoteca gay saranno riconosciuti come coppia. Il pastore della coppia della chiesa di Milano il pastore Giuseppe Platone della chiesa di Milano: «Non è intenzione dei valdesi di sacralizzare l’omosessualità, noi prendiamo solo atto di un legame vissuto nella responsabilità e reciprocità. È una cosa bellissima! Mi scandalizza invece l’ipocrisia o quell’acido spirito che si serve delle Scritture per discriminare, oltraggiare: se dovessimo seguire ancora la Bibbiasenza tener conto di quando fu scritta, dovremmo praticare ancora la lapidazione dell’adultera. Ciro e Guido non ci chiedono che venga rispettato un loro diritto, questo spetterebbe allo Stato, quanto di rendere manifesto il dono dell’amore che li lega uno all’altro».

Tratto da: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/nozze-gay-valdesi-ciro-scelsi-896553/

Questo è un ABOMINIO NEL COSPETTO DI DIO.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Benny Hinn continua a sedurre: fa mettere i pastori in fila per farli toccare dal Figlio di Dio in persona!


Fratelli nel Signore, le scene che vedrete in questo video sono tra le più vergognose e scandalose che abbia mai visto durante una riunione di Benny Hinn, come anche di qualsiasi altro predicatore.

Innanzi tutto Benny Hinn comincia con il dire: ‘Sì, Signore, lo farò!’ (per far credere che lui ha ricevuto questo comando da Dio stesso), e poi chiama un gruppo di pastori che sono sulla piattaforma a mettersi in fila, uno dietro l’altro in fila diritta. Poi chiede a coloro che sono sotto vicino alla piattaforma di allontanarsi un pò da essa (sec. 41).
Poi, sempre per creare grande aspettazione e far credere che lì sul palco sta per accadere qualcosa di molto importante, chiede a chi sta facendo le riprese con la telecamera di andare via dalla piattaforma (sec. 52).
A questo punto Benny Hinn guarda i pastori messi in fila e dice (sec. 57): ‘Sta per accadere qualcosa adesso per dimostrare alle persone che Egli è sulla piattaforma. Io andrò e starò là, e il Figlio di Dio sta per venire e stare in piedi proprio qua. Io lo inviterò a venire e stare proprio qua. E voi uno per uno verrete qua, e Lui vi toccherà’. Quindi esorta la folla a non battere le mani e a non muoversi (min. 1:38-41), perchè il momento è importantissimo.
Ecco che ora Benny Hinn dice (min. 1:47): ‘Benedetto Redentore, ora io ti dono il servizio di culto. Prendilo dalla mia mano, e mostra a questi pastori che io non ho niente a che fare con questo! Questo è il tuo servizio di culto!’
Eccolo ora quindi che sempre per creare grande aspettativa invita delle persone a lasciare la piattaforma, facendo dei gesti eloquenti e dicendo con tono perentorio ‘Velocemente!’ (min. 2:9). E questo perchè Benny dice che il Figliuolo di Dio ‘non condividerà la piattaforma con nessun altro’ (min. 2:29)! Alcuni però li autorizza a rimanere sulla piattaforma, e di loro fa il nome (min. 2:54).
E adesso (min. 2:57) inizia il momento clou. Benny dice ai pastori: ‘Signori, ora io Gli dono (o affido) il servizio di culto, e voi venite e alzate le vostre mani davanti a Lui e gli chiedete di toccarvi mentre vi avvicinate a questa area proprio qua’ (e fa loro segno del posto giusto) – min. 3:11.
I pastori cominciano allora ad avvicinarsi ad uno ad uno e giunti in quel posto cadono in avanti o si piegano per cadere avanti. Fa anche il nome di qualcuno dicendogli ‘Egli ti vuole toccare!’ (min. 4:18)
‘Signori, avvicinatevi’ dice loro, ‘chiedetegli di toccarvi’, gli dice (min. 4:49-5:3). Poi si sente Benny Hinn che recita un pianto e dice altre cose fasulle. Mentre avviene tutto ciò, tra quelli che stanno in piedi sotto davanti alla piattaforma un piccolo bambino si avvicina alla piattaforma, e Benny Hinn si arrabbia ordinando di portare via quel bambino da là (min. 7:5), che viene prontamente afferrato e portato via!
Poi chiama per nome qualcuno invitandolo a farsi avanti sulla piattaforma per ricevere un fresco tocco da parte del Maestro (min. 8)! Questo uomo si chiama David, e Benny Hinn gli dice: ‘Avvicinati, David, Egli sta chiamando il tuo nome, posso sentirlo, posso sentirlo che ti chiama per nome!’ (min. 8:36) Anche questo David naturalmente dopo una sceneggiata, si prostra a terra.
Poi Benny Hinn con una voce bassa esorta la folla ad alzare le mani e lodare Dio (min. 9:22).

Che dire? Credo che Benny Hinn abbia manifestato anche in questa occasione quello che è, cioè un operaio fraudolento dedito ad arti seduttrici dell’errore, che è riuscito a sedurre veramente tante persone in tutto il mondo.
Vi esorto quindi per l’ennesima volta a guardarvi e ritirarvi da questo impostore.

Chi ha orecchi da udire oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/04/06/benny-hinn-continua-a-sedurre-fa-mettere-i-pastori-in-fila-per-farli-toccare-dal-figlio-di-dio-in-persona/