Guardatevi da Alton Garrison che le ADI hanno invitato all’incontro giovanile ADI-IBI di Fiuggi

Fratelli nel Signore che siete membri delle Assemblee di Dio in Italia, sul sito delle Assemblee di Dio in Italia, nella sezione ‘Appuntamenti’ si legge quanto segue:
‘INCONTRO NAZIONALE GIOVANILE ADI-IBI – Da sabato 29 ottobre a martedì 1° novembre 2011, a Fiuggi Terme (FR), presso la tensostruttura del PalaFiuggi, eretta in Via IV Giugno, si terrà il XXXVI Incontro Nazionale Giovanile ADI-IBI. Predicatore ufficiale sarà il fratello Alton Garrison, Assistente Sovrintendente delle Assemblee di Dio negli Stati Uniti d’America’ (http://www.assembleedidio.org/attivita.php).

Mi sono dunque trovato a scrivervi questa lettera per mettervi severamente in guardia da questo predicatore, in quanto egli si propone di corrompere la Chiesa di Dio, cioè di farla prostituire con il mondo. In altre parole egli si propone di trasformare la Chiesa di Dio in una Chiesa mondana per piacere al mondo. Questa è la sua strategia evangelistica per far crescere la Chiesa sia qualitativamente che quantitativamente.

In un suo scritto dal titolo ‘The Case for Change’, presente nella lettera ai ministri delle Assemblee di Dio USA datata Gennaio 2011 (http://ag.org/top/General_Superintendent/Ministers_Letter/2011_Issue_01.pdf, pag. 2-4), infatti Alton Garrison presenta in maniera molto chiara il suo pensiero a tale riguardo.

Garrison innanzi tutto dice che nel 1986, dopo aver fatto per 18 anni l’evangelista itinerante, divenne pastore di una Chiesa delle Assemblee di Dio a North Little Rock, nell’Arkansas, e che quella Chiesa che aveva contato tra i 450 e i 600 membri per circa 35 anni, lui capì che aveva bisogno di un cambiamento per aumentare di numero.

E allora lui spiega prima il bisogno di un cambiamento, citando addirittura Rick Warren che è uno dei pastori più corrotti di questa era in America (portatore di eresie e di molta corruzione nelle Chiese evangeliche moderne), a supporto di questa tesi, il che mostra che lui è rimasto sedotto dalle dottrine distruttive di Rick Warren; poi spiega il cambiamento pieno di significato (purposeful change), e poi passa a parlare dei piani strategici che secondo lui in un senso sono uguali per tutte le Chiese ma in un altro senso variano da chiesa a chiesa e dice: ‘Una Chiesa potrà avere una musica d’adorazione tradizionale, un’altra una musica d’adorazione contemporanea, un’altra una musica dal gusto country, ed un’altra ancora una musica d’adorazione che sembra rock-’n-roll. Le Chiese di Atti 2 perseguono lo stesso fine attraverso mezzi differenti. La Bibbia determina il fine che noi perseguiamo, ma la cultura locale forma i mezzi che noi usiamo mentre lo perseguiamo. Un altro modo per dire ciò è che la Parola determina la sostanza del nostro messaggio ma il mondo influenza lo stile della nostra metodologia’ (pag. 3). E poi avviandosi verso la fine spiega nella pratica come devono agire i pastori per apportare questo cambiamento nella chiesa che pasturano, e dice che un pastore non deve imporre il cambiamento ma guidarlo, e dice che i leaders ‘aiutano le persone a scoprire da loro stessi il bisogno di un cambiamento piuttosto che imporre loro il cambiamento’, e poi dice che i leaders devono spiegare ai membri di chiesa che il costo dei cambiamenti vale i vantaggi che da essi verranno, per cui ‘le persone faranno quei cambiamenti se esse comprendono che nel fare le cose differentemente si avranno come risultato vantaggi più grandi per il regno’ (pag. 3).

Come potete vedere da voi stessi, questo Garrison è una volpe il cui fine è quello di portare la corruzione nella Chiesa dell’Iddio vivente, perchè vuole portarla a conformarsi al mondo. I suoi ragionamenti non lasciano spazio ad alcun dubbio. L’ho definito ‘una volpe’ perchè usa l’astuzia infatti dice che i pastori non devono imporre il cambiamento ai membri di Chiesa, ma aiutare quest’ultimi a scoprire da loro stessi il bisogno di un cambiamento, e così nessuno potrà accusare i pastori di avere imposto il cambiamento. Evidentemente anche secondo lui Gesù ci ha comandato di essere astuti come i serpenti, come dicono tanti pastori delle ADI, quando invece ci ha ordinato di essere prudenti come i serpenti. E poi parlando in questa maniera, Garrison mostra proprio di avere un modo di agire che non è quello di un servo del Signore che si studia di avere una buona coscienza davanti a Dio e agli uomini, in quanto Paolo dice: “Abbiam rinunziato alle cose nascoste e vergognose, non procedendo con astuzia né falsificando la parola di Dio, ma mediante la manifestazione della verità raccomandando noi stessi alla coscienza di ogni uomo nel cospetto di Dio” (2 Corinzi 4:2). Ma lui come anche tanti pastori ADI queste parole di Paolo le rigetta!

Questo predicatore dunque incita la Chiesa a trasgredire il comandamento datoci da Dio tramite l’apostolo Paolo: “E non vi conformate a questo secolo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la volontà di Dio, la buona, accettevole e perfetta volontà” (Romani 12:2), e quello datoci tramite l’apostolo Pietro: “E, come figliuoli d’ubbidienza, non vi conformate alle concupiscenze del tempo passato quand’eravate nell’ignoranza; ma come Colui che vi ha chiamati è santo, anche voi siate santi in tutta la vostra condotta; poiché sta scritto: Siate santi, perché io son santo” (1 Pietro 1:14-16).

E nell’incitare a fare questo, non fa altro che cercare di far diventare la Chiesa di Dio nemica di Dio, in quanto chi vuole essere amico del mondo diventa nemico di Dio, come dice Giacomo ai santi: “O gente adultera, non sapete voi che l’amicizia del mondo è inimicizia contro Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio. Ovvero pensate voi che la Scrittura dichiari invano che lo Spirito ch’Egli ha fatto abitare in noi ci brama fino alla gelosia?” (Giacomo 4:4-5).

Un’ultima cosa, ma non meno importante; Alton Garrison fa parte dell’Empowered21 Global Council, che è un gruppo di ‘Leaders Cristiani Internazionali’, diretto da Jack Hayford e Billy Wilson.
Nella dichiarazione di fede di questa associazione si legge che tra gli scopi di questo gruppo c’è quello di ‘unire assieme intergenerazionalmente il movimento globale ripieno di Spirito con lo scopo di cercare un fresco spandimento dello Spirito Santo nel ventunesimo secolo’ (To Unite the Global Spirit-filled movement together intergenerationally for the purpose of seeking a fresh outpouring of the Holy Spirit in the 21st Century), e poi anche quello di ‘scoprire contemporanei metodi, vocabolario, grazia spirituale e favore relazionale di cui c’è bisogno per impegnare ogni generazione a vivere investiti di autorità dallo Spirito’ (To Discover contemporary methods, vocabulary, spiritual grace and relational favor needed for engaging every generation in Spirit-empowered living), e poi quello di ‘testimoniare una maggiore convergenza e collaborazione tra ministeri investiti di autorità dallo Spirito che si trovano per il mondo’ (To Witness greater convergence and collaboration of Spirit-empowered ministries around the world). – http://empowered21.com/index.php/purpose/

Vediamo adesso da chi è formata la leadership dell’Empowered21 Global Council per capire con chi si è messo questo predicatore delle Assemblee di Dio USA.
E.A. Adeboye (The Redeemed Christian Church of God – http://www.rccg.org); Lisa Bevere (Messenger International – http://www.messengerinternational.org); Charles Blake (Church of God in Christ – http://www.cogic.org); Isak Burger (Apostolic Faith Mission – http://www.afm-ags.org); Glenn Burris, Jr. (Int’l Church of the Foursquare Gospel – http://www.foursquare.org); Ron Carpenter Sr. (Int’l Pentecostal Holiness Church – http://www.iphc.org); Lazarus Chakwera (Assemblies of God Malawi); Rick Ciaramitaro (Windsor Christian Fellowship – http://www.windsorchristianfellowship.com); Michael Coleman (Integrity Media – http://www.integritymedia.com); Kenneth Copeland (Kenneth Copeland Ministries – http://www.kcm.org); Margaret Court (Victory Life Centre – http://www.victorylifecenter.com.au); Raymond Culpepper (Church of God – http://www.churchofgod.org); Daniel de León (Templo Calvario – http://www.tcsocal.com); Ulf Ekman (Word of Life Church – http://www.ulfekman.org); Chady El-Aouad (Abundant Life Church and Ministries – http://www.chadyelaouad.com); Ingolf Ellssel (Pentecostal European Fellowship); Jeff Farmer (Open Bible Churches – http://www.openbible.org); David Ferguson (Intimate Life Ministries – http://www.greatcommandment.net); Jentezen Franklin (Free Chapel Church – http://www.freechapel.org); Claudio Freidzon (King of Kings Church – http://www.claudiofreidzon.com); Jonás González (Enlace- http://www.enlace.org); Mart Green (ORU Board of Trustees – http://www.martgreen.net); Prince Guneratnam (Calvary Church – >www.calvarychurch.org.my); Jack Hayford (Jack Hayford Ministries – http://www.jackhayford.org); Marilyn Hickey (Marilyn Hickey Ministries – http://www.marilynandsarah.org); Wayne Hilsden (King of Kings Community Jerusalem – http://www.kkcj.org); Al Hollingsworth (Boss Global Inc. – http://www.bossthemovement.com); Rob Hoskins (One Hope – http://www.onehope.net); Brian Houston (Hillsong Church – http://www.myhillsong.com); Cindy Jacobs (Generals International – http://www.generals.org); Young Hoon Lee (Yoido Full Gospel Church – english.fgtv.com); Dennis Lindsay (Christ for the Nations – http://www.cfni.org); Ron Luce (Teen Mania Ministries – http://www.teenmania.com); Gordon McDonald (Pentecostal Holiness Church – http://www.phcc.ca); Robert Morris (Gateway Church – http://www.gatewaypeople.com); Niko Njotorahardjo (Gereja Bethel Indonesia – http://www.hmministry.com); Oreste Pesare (Int’l Catholic Charismatic Renewal Services – http://www.iccrs.org); Gordon Robertson (Christian Broadcasting Network – http://www.cbn.com); Samuel Rodríguez, Jr. (Nat’l Hispanic Christian Leadership Conference – http://www.nhclc.org); Greg Surratt (Seacoast Church – http://www.seacoast.org); Vinson Synan (Regent University – http://www.regent.edu); Matthew K. Thomas (Central India Outreach – http://www.matthewkthomas.org); David Wells (Pentecostal Assemblies of Canada – http://www.paoc.org); Mark Williams (Church of God – http://www.churchofgod.org); Billy Wilson (International Center for Spiritual Renewal – http://www.icfsr.org); George Wood (Assemblies of God – http://www.ag.org). http://empowered21.com/index.php/leadership
Ecco alcuni di questi ‘leaders’ con cui collabora Garrison così come appaiono nella pagina web qua sopra menzionata.

Come potete vedere, c’è di tutto in questa lista: predicatori e predicatrici della prosperità e quindi servi e serve di mammona, predicatori ecumenici, donne ‘pastore’ che sono anche false profetesse, ed anche Oreste Pesare che è un cattolico romano.

E’ evidente dunque che questo Alton Garrison ha un sentimento ecumenico. E non poteva essere altrimenti, dato che come abbiamo visto è promotore di un cambiamento in peggio della Chiesa di Dio.
Alton Garrison costituisce dunque un grosso pericolo per le Assemblee di Dio, sia per quelle americane che per quelle Italiane dato che è stato invitato a parlare ai giovani a Fiuggi.
Devo però confessare che non mi meraviglio più di tanto di questo invito rivolto proprio a lui, perchè è risaputo che la ‘linea Loria’, o meglio la linea delle ADI post Toppi, è proprio quella di Garrison, che peraltro le Assemblee di Dio USA seguono già da diversi anni. E se guardate alcuni dei video che ho posto sul mio blog concernenti le Assemblee di Dio USA vi renderete conto meglio di ciò.

Dunque, anche in Italia le Assemblee di Dio sentono la necessità di un cambiamento, ma di un cambiamento in peggio, perchè sentono sempre maggiormente il desiderio di conformarsi al mondo, adottando strategie di evangelizzazione moderne che non sono bibliche, musica di adorazione nuova o meglio mondana, e così via. E chissà? Forse sentono anche la necessità di diventare ecumenici, magari per il momento solo a livello spirituale per poi passare più avanti ad un ecumenismo diciamo pratico. E chi meglio di Alton Garrison potrà confermarli in questa strada tortuosa in cui non c’è pace, e camminando nella quale ci si fa nemici di Dio?

L’apostolo Paolo disse: “Or io v’esorto, fratelli, tenete d’occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro. Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18), e tra costoro c’è pure Alton Garrison perchè costui contrasta l’insegnamento degli apostoli ed usa parole dolci ma finte, e ragionamenti vani, per ingannare i santi.

Dunque, fratelli, vi esorto a guardarvi da Alton Garrison, e se avete figli non mandateli a questo raduno, perchè l’influenza che esercita costui sulle Chiese e sui pastori è diabolica. Sappiate che coloro che accettano questo suo insegnamento sul cambiamento, diventano nemici di Dio.

Una parola finale. Fratelli, è evidente che le ADI stanno peggiorando sempre di più, questo lo andiamo ripetendo da tempo, perchè i fatti lo dimostrano. La cosa più triste però è che i ‘conduttori’ non vogliono per niente cambiare in meglio, ma proseguire per la loro strada storta, in quanto sono superbi e non vogliono per niente umiliarsi davanti a Dio. Non indugiate quindi, uscite e separatevi dalle Chiese ADI che hanno come pastori uomini che non vogliono ubbidire alla Parola di Dio ma vogliono ubbidire agli uomini.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/08/31/guardatevi-da-alton-garrison-che-le-adi-hanno-invitato-allincontro-giovanile-adi-ibi-di-fiuggi/

Predicazione del 21 Settembre 2011 di Giacinto Butindaro

Cosa e come bisogna predicare ai peccatori 

 

Nicola Martella ha manipolato le sue dichiarazioni

Fratelli, come era facilmente prevedibile, dato che abbiamo a che fare con una persona sleale e astuta di cuore, Nicola Martella, dopo il mio scritto di ieri dove ho dimostrato che lui in alcuni suoi scritti presenti sul suo sito sostiene che a Pentecoste furono centoventi a parlare in lingue, HA PROVVEDUTO CON LA SUA ASTUZIA A MANIPOLARE QUELLE SUE PAROLE. Oggi quindi, 23 Settembre 2011, le sue dichiarazioni fatte a Marzo 2008 a Raffaele Minimi (Cattolico Romano) non sono più le medesime.

 

————–
Per quanto riguarda la sua prima dichiarazione che diceva:
‘ ‘A Pentecoste ci fu un’altra «unzione», quella dello Spirito Santo che permise a 120 credenti di parlare nelle lingue dei numerosi Giudei della diaspora, perché comprendessero l’Evangelo. L’effetto fu la conversione a Gesù Messia di 3.000 Giudei in un solo giorno. Altro che messa in latino come codice segreto per soli iniziati a una religione di misteri…!’.’
egli l’ha manipolata rendendola così:
‘ A Pentecoste ci fu un’altra «unzione», quella dello Spirito Santo che permise ai dodici apostoli di parlare nelle lingue dei numerosi Giudei della diaspora, perché comprendessero l’Evangelo. L’effetto fu la conversione a Gesù Messia di 3.000 Giudei in un solo giorno. Altro che messa in latino come codice segreto per soli iniziati a una religione di misteri…!’

Ecco gli screenshot che documentano ciò:

La data:

———————
Per quanto riguarda la sua seconda dichiarazione che diceva:
‘Rito latino? Preferisco il costume apostolico da Pentecoste in poi: predicare a ognuno nella sua lingua e secondo la sua cultura. A Pentecoste gli apostoli e gli altri credenti (in tutto 120) parlarono improvvisamente lingue che i Giudei di molte nazioni,allora presenti in Gerusalemme, capirono e che li mosse a ravvedersi e a credere che Gesù era il Messia promesso (At 2)’,
egli l’ha manipolata così:
‘Rito latino? Preferisco il costume apostolico da Pentecoste in poi: predicare a ognuno nella sua lingua e secondo la sua cultura. A Pentecoste i dodici apostoli parlarono improvvisamente lingue, che i Giudei di molte nazioni, allora presenti in Gerusalemme, capirono e che li mosse a ravvedersi e a credere che Gesù era il Messia promesso (At 2)’.

Ecco gli screenshot che documentano ciò:

La data:

————————–

Che aggiungere? Il comportamento di questo uomo parla da sè: egli mostra di essere sleale, disonesto, e falso nel suo modo di agire. Il Signore gli renderà secondo le sue opere: siatene certi.
Uno se cambia convinzione su qualche passo della Bibbia o su qualche argomento, lo dovrebbe semplicemente comunicare. Ma non può andare a manipolare i suoi stessi scritti dove tempo prima parlava in quella maniera diversa. E poi in questo caso, Martella è andato a manipolare delle sue parole che ha detto a questo Cattolico Romano di nome Raffaele Minimi in quel preciso momento storico quando gli ha risposto (prima dichiarazione tratta dall’articolo ‘RAFFAELE MINIMI: L’UOMO DAI MILLE VOLTI?’ del 24-03-2008 – Aggiornamento: 02-07-2010; seconda dichiarazione tratta dall’articolo ‘CATTOLICESIMO O SACRA SCRITTURA?’ del 17-03-2008 – Aggiornamento: 25-03-2008), per cui l’averle manipolate fa credere a chi le leggerà adesso che anche a quel tempo egli la pensava così su questo argomento quando non è così. QUESTA E’ DUNQUE UNA MENZOGNA CHE LUI DIFFONDE. Veramente un’azione scorretta verso il prossimo.
Qui quello che vediamo è una palese trasgressione del comandamento: “Ama il tuo prossimo come te stesso”.

Guardatevi dunque da Nicola Martella e da tutti coloro che nella loro stoltezza e ignoranza approvano e difendono non solo le sue false dottrine, ma anche questo suo scandaloso e vergognoso modo di agire, che fa biasimare la dottrina di Dio e la via della verità.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/09/23/nicola-martella-ha-manipolato-le-sue-dichiarazioni/

ADI – Ecco come Terry Peretti parla in privato del ‘papa’ e della Chiesa Cattolica Romana

Fratelli nel Signore, come voi sapete nelle ADI dicono – i pastori in testa naturalmente – del continuo che noi non dobbiamo giudicare, e questo in senso assoluto.

 

Ecco per esempio un articolo dal titolo ‘Un Cristiano maldicente?’ a firma di Oswald J. Smith apparso su Risveglio Pentecostale nel Dicembre 2006, che contiene verità e menzogne amalgamate assieme, e che mostra quale sia l’insegnamento ufficiale delle ADI a proposito del giudicare, che loro mettono sullo stesso livello della calunnia e della maldicenza:

‘Nessun cristiano, sia pastore, o evangelista, o membro di chiesa, può colpire con la spada della maldicenza e sfuggire alle conseguenze del suo peccato. “Tutti quelli che prendono la spada, periscono per la spada” disse Gesù (Matteo 26:52). La storia ha dato ragione più volte al Maestro: uomini che hanno parlato male di altri, sono stati essi stessi rovinati dalla maldicenza o addirittura sono morti, colpiti dal severo giudizio di Dio. Dio solo ha diritto a giudicare, non l’uomo. “Non toccate i miei unti – dice la Parola di Dio – e non fate alcun male ai miei profeti” (Sal.105:15). Siccome nessun uomo è capace di giudicare, i servitori del Signore devono render conto a Lui ed a Lui solo. Guai quindi a colui che osa ergersi come giudice e calunniare pubblicamente i ministri di Dio! Questo è un peccato che Dio non lascerà impunito. “Chi sei tu che giudichi il domestico altrui? – ci ammonisce l’Apostolo Paolo – se sta in piedi o se cade è cosa che riguarda il suo padrone; ma egli sarà tenuto in piedi, perché il Signore è potente da farlo stare in piedi… Ma tu perché giudichi il tuo fratello? E anche tu, perché disprezzi il tuo fratello? Poiché tutti compariranno davanti al tribunale di Dio… Non ci giudichiamo più gli uni gli altri” (Rom.14:4,10,13). Chi si arroga il diritto di giudicare gli altri con un atteggiamento di superiorità, è un agente di Satana, è uno strumento delle forze disgregatrici delle tenebre. Satana conosce tutte le arti per fare in modo che la calunnia sia veramente efficace. Infatti egli generalmente non usa una persona che, per la sua reputazione, non sarebbe facilmente creduta. Usa invece persone che godono della stima degli altri, che in qualche maniera hanno autorità: Satana sceglie persone “spirituali” che, nonostante le apparenze, sono piene non di Spirito, ma di superbia. Evitiamo noi stessi i calunniatori, i maldicenti. Costoro vivono di pettegolezzi e la loro più grande gioia è quella di andare in giro raccontando i peccati degli altri. Al maldicente non importa la correzione di colui che pecca, il suo scopo non è di costruire, o di ricostruire, ma di distruggere. Questo è un modo come un altro per sentirsi e farsi credere superiore: abbassare gli altri. Naturalmente Dio non vuole che rimaniamo indifferenti dinanzi ai peccati ed alle mancanze degli altri, specialmente se abbiamo un posto di responsabilità e di guida. Però in che spirito e per quale scopo dobbiamo correggere? “Fratelli – ci istruisce la Bibbia – quand’anche uno sia stato colto in qualche fallo, voi, che siete spirituali, rialzatelo con spirito di mansuetudine”(Gal.6:1). Lo scopo quindi della correzione è quello di “rialzare”, di aiutare chi è caduto, “con spirito di mansuetudine”, cioè ricordandosi che anche chi corregge è soggetto a peccare. In altre parole la correzione deve essere fatta in nome di Dio e non in nome proprio con arroganza. Come già abbiamo detto, un giorno tutti noi dovremo presentarci davanti al tribunale di Dio e chissà quanti si pentiranno di non aver lasciato il giudizio dei propri fratelli al Signore! Infatti capiterà che non pochi di quelli che abbiamo condannato sulla terra, saranno lodati nel Regno dei cieli. Possa Iddio aiutarci a vivere, pensare, agire e parlare alla luce dell’Eternità’ (pag. 13). Guarda la foto dell’articolo qua.

Ora, affinché sappiate cosa dice la Parola di Dio sul giudicare, cioè su quando è vietato giudicare e quando invece è permesso vi rimando al mio scritto: ‘Sul giudicare’ così potete capire le falsità contenute in questo scritto di Oswald J. Smith:

Qui mi limito a dirvi però che noi siamo autorizzati a giudicare, ma a farlo con giusto giudizio, secondo che disse Gesù: “Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio” (Giovanni 7:24). E’ evidente quindi che quando si giudica con giusto giudizio, e non in base all’apparenza, il giudizio espresso non può costituire una maldicenza come non può essere classificato neppure come un parlare contro i fratelli. Quando Paolo metteva in guardia Timoteo da Alessandro il ramaio, perché gli aveva fatto tanto male, e aveva fortemente contrastato alle loro parole (cfr. 2 Timoteo 4:14-15), egli non giudicò ingiustamente quell’uomo, ma disse la verità perché i fatti parlavano chiaro. Come anche quando chiamò “il malvagio” quell’uomo che nella chiesa di Corinto si teneva la moglie di suo padre (cfr. 1 Corinzi 5:12). E potrei proseguire dicendo che anche quando Paolo chiamò alcuni della Chiesa di Corinto “falsi apostoli” e “operai fraudolenti” (2 Corinzi 11:13) non giudicò ingiustamente neppure loro, perché le loro opere testimoniavano contro di loro. E che dire di coloro di cui Paolo disse ai Romani: “Quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:18)? Forse che li giudicò ingiustamente? No, perché quei tali fomentavano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che i santi di Roma avevano ricevuto (cfr. Romani 16:17).

Ma ora vi mostrerò che quello che loro pretendono che noi dobbiamo fare essi stessi non lo fanno. Infatti loro giudicano, eccome se giudicano; e questo lo fanno sia i pastori che le pecore.
Ecco una evidente prova a tale proposito.

Corrispondenza Opal-Peretti

Quella che leggerete è una corrispondenza di lettere tra una sorella di nome Opal Reddin di Springfield, MO, e il missionario Terry Peretti delle Assemblee di Dio in Italia residente in Roma, occorsa dopo la morte di Giovanni Paolo II. Queste lettere sono pubbliche con il loro consenso, e sono presenti a questa pagina web:http://www.bibleguidance.co.za/Engarticles/Pope.htm , o potete guardarle qua.

Opal Reddin era una nota ‘insegnante’ – con le credenziali di ministro di culto con le Assemblee di Dio USA – presso il Central Bible College. E’ morta nel novembre del 2005. Sosteneva che le Assemblee di Dio USA erano sulla strada sbagliata, e sul suo letto di morte, poco prima di morire, mise severamente in guardia i pastori delle Assemblee di Dio in America da Rick Warren, scrivendo questo appello che potete leggere in lingua inglesequa. Puoi guardare lo screenshot della pagina qua.

Terry G. Peretti e sua moglie Marsha, sono missionari in Italia dal 1976. Lui insegna alla Scuola Biblica delle ADI di Roma, e viene invitato da molte chiese a predicare. E’ anche il direttore dell’I.C.I. (Istituto Biblico per Corrispondenza). Non è dunque l’ultimo arrivato nelle ADI, ed è molto apprezzato dalle ADI.

Opal Reddin (lettera del 5 Aprile, 2005)

Saluti, Terry e Marsha: in questi ultimi giorni siete stati nella mia mente e nelle mie preghiere un pò più del solito. Lo Tsunami di ammirazione (che rasenta l’adulazione) per il papa, da parte di tutti i media Americani e in più dalla maggioranza degli evangelici (inclusi alcuni delle Assemblee di Dio naturalmente), mi ha rattristato. L’aspetto più triste è pensare a Giovanni Paolo II che sta davanti al Giusto Giudice.
Ieri ho parlato nella Cappella del CBC [n.d.e. il Central Bible College che si trova a Springfield, Missouri, che è una importante Scuola Biblica delle Assemblee di Dio Usa] su ‘Posti per la difesa del Vangelo’ (‘Set for the Defense of the Gospel’). Con l’esempio di Paolo, ho dato la definizione scritturale del vero Vangelo e poi ho mostrato come ‘un altro vangelo’ di ‘opere della legge per ottenere la salvezza’, minacciò la chiesa antica (Galati 1-2) e minaccia la chiesa ancora oggi. Portando la cosa ai nostri giorni, ho citato John Lindell che loro conoscono: ‘Se voi avete amici o cari nella Chiesa Cattolica Romana, siate molto benigni verso di loro, ma dovete dire loro che essi non hanno il Vangelo senza il quale nessuno può essere salvato. Ho anche citato te: ‘Tra gli ex Cattolici nelle nostre chiese qui in Italia, non ne ho incontrato uno che ha detto che ha capito il Vangelo mentre era nella Chiesa Cattolica’.
Li ho sfidati ad essere coraggiosi come Martin Lutero che rischiò la sua vita per guadagnare la salvezza e restaurare il Vangelo per le persone. Ho fatto ciò perchè mi sono in modo preciso sentita guidata a farlo. C’è stata una buona risposta dalla facoltà come anche dagli studenti. I Bensons mi hanno portato a pranzo: sono stati incoraggianti. Per quanto io ne sappia, John Lindell e io siamo gli unici ministri delle Assemblee di Dio disposti a mostrare pubblicamente l’eresia della teologia Cattolica Romana. Ho collocato male la documentazione, ma ho letto in una fonte che ha una buona reputazione che solo alcuni decenni fa tutte le istituzioni Cristiane di ammaestramento per il ministerio, ecc, mettevano quello Cattolico Romano nell’elenco dei falsi culti. Per quanto ne sappia io, il CBC è il solo dei nostri college che nell’ultimo decennio ha avuto un corso che rivela le eresie della Chiesa Cattolica Romana.
Tu non devi sentirti obbligato a rispondermi lungamente, ma io vorrei sapere l’effetto generale di tutti gli eventi sulle nostre chiese là. Possa Dio continuare a fortificarvi tutti e due!

Per la Messe, Opal.

Terry Peretti (risposta del 6 Aprile, 2005)

Ciao Opal. Sì, l’ignoranza e l’evidente seduzione tra molti dei nostri fratelli verso il papa e il Cattolicesimo mi rattristano. Sono stato a San Pietro tre giorni prima che il papa morisse, e sono passato vicino il corpo di Giovanni XXIII. Io porto sempre i visitatori speciali a Roma giù a vedere San Pietro e i papi morti che giacciono nelle loro bare di vetro. Giovanni XXIII fu esumato dopo essere stato sepolto dal 1964 fino all’anno 2000. Ho notato circa venti persone pregare sulle loro ginocchia davanti a questo cadavere. Ho udito per caso una signora, pregare e parlare in Italiano a qualcuno su un telefono cellulare tenuto al suo orecchio. Ella stava dicendo a qualcuno: ‘Non ti preoccupare, sto pregando a Papa Giovanni, egli ascolterà le tue preghiere e ti guarirà’.
In effetti, questo papa, Giovanni Paolo II, per promuovere la necromanzia e l’idolatria ha fatto più di qualsiasi altro essere umano nel nostro tempo. In tutte le notizie dell’esteso servizio di informazioni, non c’è mai alcuna menzione di morire ed incontrare Gesù faccia a faccia. Giovanni Paolo II insegnava che il purgatorio era la ‘dimostrazione dell’amore di Dio’ (dal suo libro Varcare le soglie della speranza). La differenza più abbagliante nei nostri vangeli è: La Chiesa Cattolica insegna che il peccato è purificato dal fuoco del purgatorio, e la dottrina Biblica insegna che solo il sangue di Cristo può lavare via i peccati. Il sangue della Croce è centrale per la nostra fede e la nostra predicazione. L’apostolo Paolo dichiarerebbe il papa ‘anatema’. E così faccio io. Avendo detto tutto ciò, io ho sentito compassione per il papa sofferente. Avrei voluto potermi avvicinare abbastanza per parlargli della pace che noi abbiamo in Gesù, ma con una tale pompa che esige il suo ufficio, un comune mortale come me non poteva mai avvicinarsi a lui abbastanza per fare una conversazione cuore a cuore.
Per quanto riguarda i nostri fratelli qui a Roma, essi vedono tutto ciò come un preludio all’incoronazione dell’Anticristo. Accadrà tutto in una maniera simile. Adulazione dal mondo dei media verso uno che appare santo, ma che rappresenta dottrine di demoni. Ci saranno 200 capi di stato qua Venerdì. Avremo una totale interruzione del traffico. Venerdì non ci sarà permesso di usare le nostre macchine dalle 2 di mattina alle 18. Venerdì tutti noi residenti di Roma, 4 milioni, saremo a piedi per la durata della giornata. L’oppressione spirituale che si sente in città in questo tempo è quasi soffocante. La pressione ad adorare un uomo morto è opprimente. Da qualsiasi parte ti volgi, tu vedi la sua immagine o fotografia. Le persone stanno cominciando a pregare al pontefice morto. E’ già chiamato ‘Giovanni Paolo Magno’. Egli sarà canonizzato, non c’è alcun dubbio su ciò. Una volta canonizzato e beatificato le masse saranno incoraggiate e pregare il papa morto, come esse pregano al defunto Giovanni XXIII. Naturalmente, questa necromanzia e idolatria portano alla possessione e all’oppressione demoniaca.
Venerdì sera, devo predicare nella sola chiesa delle Assemblee di Dio che si trova nella parte ovest di Roma, che è vicina al Vaticano. Il culto potrebbe essere cancellato, per l’interruzione del traffico. Matteo 24:24 parla di falsi cristi che seducono gli stessi eletti. Questo è certamente il caso oggi. I credenti italiani non sono sedotti. Essi vedono la realtà della corruzione e dell’immondizia dietro la pompa della Chiesa Cattolica Romana. Essi devono vivere con essa ogni giorno. I credenti stranieri sono più facilmente sedotti. Comunque, con il progredire del tempo, la verità sarà sempre più rivelata e la vera chiesa, quella lavata nel sangue di Cristo, sarà più pura e opporrà una resistenza più forte. Molto amore fraterno in Colui che mi ha salvato per mezzo del suo sangue.
Terry Peretti, Roma

Opal Reddin (successiva lettera del 6 Aprile 2005)

Sono indebitata verso di te,Terry, per esserti preso del tempo per condividere i tuoi sentimenti in questo tempo cruciale. Le informazioni nella tua lettera hanno molto valore. Mi sono presa la libertà di condividere la tua lettera con il pastore John Lindell: confido che non baderai che io ho fatto così. Egli ha espresso apprezzamento per essa e questa sera condividerà dalla tua lettera con la sua congregazione. Egli è l’unico pastore in questa zona che prenderà pubblicamente posizione in favore della totale Verità Biblica. Come tu sai, Dio sta miracolosamente attirando le persone alla chiesa delle Assemblee di Dio di James River anche quando John predica aspetti della Parola che mettono molti a disagio [o li rendono inquieti] e fanno arrabbiare alcuni.
Avendo confidato nella tua comprensione per aver condiviso senza chiedere il tuo permesso, vorrei ora chiederti il permesso di condividere citazioni pertinenti dalla tua lettera con alcuni altri ministri qua che si scandalizzano quando io dico che Giovanni Paolo II non era un santo uomo e che egli non era preparato per entrare in Cielo. Voglio essere sempre prudente e giudiziosa nel citarti. Le nostre persone appartenenti alle Assemblee di Dio hanno un bisogno disperato di sentire la verità sul sistema Cattolico Romano, non così che noi possiamo condannare ma così che le nostre persone possono discernere tra il Vangelo e la seduzione.
Al programma Larry King Live, del 2 Aprile, egli ha chiesto a Billy Graham se secondo lui il papa è con Dio. Billy ha risposto che egli era più sicuro della salvezza del papa che della sua propria salvezza! Io lodo il Signore perchè conduce migliaia di persone fuori da una tale seduzione. Prego che l’incontro di Venerdì sera sarà un incontro di una benedizione speciale da parte del Signore.
Per la Messe, Opal.

Terry Peretti (risposta del 7 Aprile 2005)

Opal, per favore condividi i miei pensieri con chiunque tu voglia. Mi dispiace che persino Billy Graham è stato sedotto su questa questione. In effetti, non gli fu mai permesso di tenere una crociata in Italia. La sua incomprensione della Chiesa Cattolica ha portato gli evangelici in Italia a respingerlo. Pensa a questo, al più grande evangelista di tutti i tempi non fu mai permesso di predicare una crociata in Italia! Gli evangelici in Italia nel 1970 non permisero a Billy Graham di portare le autorità Cattoliche assieme agli evangelici per una crociata a motivo della confusione del messaggio che sarebbe stato presentato. Ancora, esso ritorna a colui in cui noi crediamo, Gesù, che ci lava con il suo sangue o al papa che promette che i nostri peccati saranno purificati dal fuoco del purgatorio. I messaggi sono differenti. Ora per quanto concerne Billy, ogni grande uomo di Dio ha una parte cieca, e questa è la sua parte cieca. La cosa triste è la confusione del messaggio.
Il papa è salvato? Come? Può essere salvato un uomo se egli prega ai morti? Può un uomo essere salvato se egli prega a Maria più di quanto prega a Dio? Può un uomo essere salvato se predica che Maria è corredentrice? Può essere salvato un uomo se egli dice che chiunque può andare in cielo non curante se crede in Gesù o no? Questo papa, proclamando il Secondo Concilio Vaticano come dottrina, proclama la salvezza per tutti non importa quale sia il loro credo (Capitolo uno, articolo 18, Concilio Vaticano Secondo). Non importa quello che tu credi, dice il Concilio Vaticano Secondo, quello che conta è la bontà interiore, e il fuoco del purgatorio purificherà il peccato. Può un uomo che canonizza 450 santi, incoraggiando milioni a pregare queste persone morte, essere salvato? Può un uomo che convoca due incontri di preghiera ecumenici nella città di Assisi, e prega assieme a Buddisti, Mussulmani, Scintoisti, e animisti, essere salvato? Ho guardato il papa condurre incontri di preghiera ad Assisi, non ci fu mai una menzione di Gesù. Ho guardato il papa aprire la porta santa nell’anno 2000, con due sacerdoti Induisti che stavano dietro di lui mentre bruciavano incenso. Mi recai personalmente al Vaticano quella stessa settimana per parlare alle guardie alla porta per confermare se coloro che bruciavano incenso erano sacerdoti Induisti. Le guardie mi dissero che erano sacerdoti Induisti.
Opal, non ci sono altri pastori e conduttori là che possono vedere chiaramente questo? Galati 1:8. Non è una coincidenza che Charles Crabtree sarà a Roma fra due settimane. Avrò due settimane da passare con questo uomo di Dio e la sua cara moglie. Essi saranno i nostri oratori al Consiglio Generale qua in Italia. Sarà un meraviglioso tempo di arricchimento spirituale e di denuncia di quello che sta realmente accadendo al Vaticano. Dio ha ordinato la sua visita. Per ciò che concerne la Chiesa Evangelica in Italia; gli Evangelici sono divisi su molte questioni, ma se c’è una cosa che li unisce oltre il loro amore per il Signore Gesù e il loro credo che il giusto vivrà per fede, è la loro consapevolezza dell’insidiosa seduzione della Chiesa Cattolica Romana. Per quanto riguarda il ministerio, noi non parliamo mai della Chiesa Cattolica Romana dal pulpito. Noi predichiamo la parola di Dio, e la verità, e lo Spirito Santo fa il resto. Gesù sta edificando la sua chiesa e le porte dell’Inferno non prevarranno ….
I [veri Cristiani] sono convinti che quello di cui siamo testimoni oggi è un preludio all’incoronazione dell’Anticristo, che, nella nostra prospettiva biblica, significa che la fine del tempo è qui e che Gesù sta per tornare per portarci via. Sempre più potere demoniaco sarà dato ad un movimento ecumenico religioso come vediamo oggi alla televisione. Ma mentre queste cose accadono, la [vera] chiesa sta ricevendo una rinnovata unzione dello Spirito Santo e una franchezza maggiore nella loro testimonianza. Il funerale oggi ha enfatizzato ancora che il papa diventerà un ‘santo’ e a lui saranno offerte preghiere come ad un altro ‘intercessore’. La folla, milioni, stanno scandendo ad alta voce ‘Santo’, che significa ‘Fatelo un Santo’. L’enfasi nella ‘Litania dei santi’ è che tutti questi santi sono vicini a Dio e sono co-intercessori. Questo naturalmente annulla le parole di Gesù, che disse “nessuno può venire al Padre se non per mezzo di Me”.
Mentre meditavo sulla schiacciante oppressione spirituale in questa città, sono stato incoraggiato dalle parole del Signore a Elia “Mi sono riservato settemila che non hanno piegato il ginocchio davanti a Baal”. Questo è vero anche tra le Assemblee di Dio in America. Il mio sovrintendente distrettuale, Lew Welk, è in pieno accordo con noi. Mentre il tempo passa, coloro che sono spiritualmente saggi, vedranno la verità. La persecuzione verrà da questo movimento ecumenico mondiale, ma essa servirà solo a purificare e fortificare la vera Chiesa. Tuo fratello in Colui che ci ha lavato per mezzo del Suo sangue.

Terry Peretti, Roma.

Osservazioni

Qui voglio sottoporre alla vostra attenzione alcune parole presenti in questa corrispondenza, perchè ritengo che ci fanno sapere e comprendere delle cose molto importanti.

Opal

1. ‘Per quanto io ne sappia, John Lindell e io siamo gli unici ministri delle Assemblee di Dio disposti a mostrare pubblicamente l’eresia della teologia Cattolica Romana’.
Questa affermazione è di una gravità enorme. Qui infatti sta parlando una donna di più di ottanta anni, con una vasta conoscenza dell’ambiente delle Assemblee di Dio USA. Ci sono dunque pochi predicatori nelle Assemblee di Dio USA che sono disposti a riprovare e confutare pubblicamente le eresie della Chiesa Cattolica Romana. La situazione quindi è drammatica.

2. Ci sono ‘ministri qua che si scandalizzano quando io dico che Giovanni Paolo II non era un santo uomo e che egli non era preparato per entrare in Cielo’.
Anche questa affermazione è di una gravità enorme, perchè fa capire come nelle Assemblee americane molti pastori non hanno alcun discernimento.

3. ‘Le nostre persone appartenenti alle Assemblee di Dio hanno un bisogno disperato di sentire la verità sul sistema Cattolico Romano, non così che noi possiamo condannare ma così che le nostre persone possono discernere tra il Vangelo e la seduzione’.
Come si può vedere, anche in America manca una confutazione pubblica delle eresie della Chiesa Cattolica Romana, e questa mancanza porta tanti credenti a credere che la Chiesa Cattolica Romana porti lo stesso vangelo che portiamo noi. Anche in Italia le cose non sono così diverse.

Terry Peretti

1. ‘Sì, l’ignoranza e l’evidente seduzione tra molti dei nostri fratelli verso il papa e il Cattolicesimo mi rattristano’.
Dunque Peretti definisce molti fratelli appartenenti alle Assemblee di Dio ignoranti e sedotti. Un giudizio netto, molto chiaro. A conferma di questo faccio notare che alla morte di Giovanni Paolo II, Dan Betzer, pastore della Prima Assemblea di Dio di Fort Meyers disse: ‘Sono un ammiratore del Papa da molto tempo. La sua vita di preghiera è un esempio per tutti noi. Ha vissuto una vita pia … La sua morte lascerà un grande vuoto nel regno di Dio’ (!) [“I have long been an admirer of the Pope. His prayer life is an example to us all. He has lived a godly life….His death will leave a great void in the kingdom of God.”]http://www.inplainsite.org/html/death_of_a_pope.html
Naturalmente siamo d’accordo con Peretti. Ma facciamo notare che quando le stesse cose le diciamo noi a riguardo di tanti nostri fratelli che si trovano anche nelle ADI in Italia, in quanto ignoranti e sedotti intorno a tante cose che concernono il regno di Dio, siamo accusati di diffamazione e di maldicenza! Crediamo invece che le ADI diranno che in questo caso Peretti non ha diffamato nessuno!

2. ‘In effetti, questo papa, Giovanni Paolo II, per promuovere la necromanzia e l’idolatria ha fatto più di qualsiasi altro essere umano nel nostro tempo’.
Anche qui ci troviamo davanti ad un giudizio molto chiaro, nei confronti di un’autorità ecclesiastica che sia pur morta è stata per molti anni molto ascoltata, ed apprezzata anche in seno alle Assemblee di Dio USA.

3. ‘L’apostolo Paolo dichiarerebbe il papa ‘anatema’. E così faccio io.’
Che dire? Anche qui ci troviamo davanti ad un giudizio severo, molto severo, infatti anatema significa ‘maledetto’, e soprattutto un giudizio che non si sente mai esprimere pubblicamente dai pastori ADI dai loro pulpiti. Eppure questo è un giudizio espresso da un ministro di culto appartenente o affiliato alle ADI, e che lui ha esortato Opal a condividere con altri.
A proposito, Terry, ma non hai letto quello che le ADI hanno scritto sul loro manuale ‘Culti e sette’? Infatti nel primo capitolo che si intitola ‘I caratteri generali delle sette e dei culti’, viene detto tra le altre cose questo: ‘In questo manuale non c’è alcuna intenzione di disprezzare i gruppi che chiamiamo culti o sette. Usiamo queste parole soltanto perché non ne possiamo trovare di migliori e perché, nella terminologia religiosa corrente, la maggioranza dei movimenti che considereremo sono così designati. Né intendiamo attaccare personalmente qualcuno. Sia l’autore sia i redattori riconoscono, e rispettano, le aspirazioni religiose dell’uomo, che hanno prodotto in tutta sincerità le dottrine dei vari culti e delle numerose sette del mondo moderno. …. I cristiani pentecostali dovrebbero essere particolarmente restii a condannare, insieme con gli insegnamenti, anche i membri dei culti e delle sette, perché non molti anni fa la dottrina delle Chiese Pentecostali veniva rigettata e condannata. La dottrina pentecostale era ritenuta, infatti, una teoria che giustificava delle manifestazioni religiose psicopatiche, mezzo di una strategia satanica, e tale atteggiamento in alcuni casi non è affatto scomparso’ (Culti e Sette, ADI-Media, s.d, pag. 7). Guarda la foto della pagina qua.

4. ‘Per quanto riguarda i nostri fratelli qui a Roma, essi vedono tutto ciò come un preludio all’incoronazione dell’Anticristo. Accadrà tutto in una maniera simile. Adulazione dal mondo dei media verso uno che appare santo, ma che rappresenta dottrine di demoni’.
Avete notato come Peretti definisce Giovanni Paolo II? Uno che rappresenta dottrine di demoni. Qualcuno forse nelle ADI è sobbalzato dalla sedia indignato come al solito, pensando che qui stiamo attribuendo a Peretti parole non sue. Ma vi posso assicurare che sono proprio parole sue. Ma quanti giudizi!

5. ‘Naturalmente, questa necromanzia e idolatria portano alla possessione e all’oppressione demoniaca’.
Avete letto proprio bene, il culto a Giovanni Paolo II viene da Peretti definito necromanzia e idolatria, e non solo, egli aggiunge che queste cose portano alla possessione e all’oppressione demoniaca. E pensare che anche Peretti quale missionario ADI insegna dal pulpito che non dobbiamo giudicare, e che quando giudichiamo gli altri diffamiamo e facciamo maldicenza!

6. ‘Essi vedono la realtà della corruzione e dell’immondizia dietro la pompa della Chiesa Cattolica Romana’.
Peretti aggiunge un altro giudizio sulla chiesa cattolica romana, dicendo che i credenti in Italia vedono la corruzione e la sporcizia dietro la pompa del Papato! Non è per nulla tenero, come potete vedere, ma molto duro. E pensare che nelle ADI quando mi sentono parlare come Peretti si scandalizzano!

7. ‘Mi dispiace che persino Billy Graham è stato sedotto su questa questione’.
‘Ma cosa dici Terry? Billy Graham sedotto in merito alla salvezza? Ma come ti permetti di diffamare e insultare un uomo di Dio?’
Ma non hai letto cosa è stato scritto su Risveglio Pentecostale: ‘ Dio solo ha diritto a giudicare, non l’uomo. “Non toccate i miei unti – dice la Parola di Dio – e non fate alcun male ai miei profeti” (Sal.105:15). Siccome nessun uomo è capace di giudicare, i servitori del Signore devono render conto a Lui ed a Lui solo. Guai quindi a colui che osa ergersi come giudice e calunniare pubblicamente i ministri di Dio! Questo è un peccato che Dio non lascerà impunito. “Chi sei tu che giudichi il domestico altrui?’ ?
Queste sono le parole che dovrebbero dire i pastori ADI a Peretti, adesso, per coerenza, ma non gliele diranno, perchè il ‘caro fratello’ Peretti ha detto invece la verità! Ma quando questa stessa cosa la dico io pubblicamente, questi ipocriti mi accusano di avercela pure con Billy Graham, e di diffamare un uomo di Dio!

8. ‘Gli evangelici in Italia nel 1970 non permisero a Billy Graham di portare le autorità Cattoliche assieme agli evangelici per una crociata a motivo della confusione del messaggio che sarebbe stato presentato’.
Altro giudizio netto su Billy Graham, il cui messaggio viene definito confuso.

9. ‘Ora per quanto concerne Billy, ogni grande uomo di Dio ha una parte cieca, e questa è la sua parte cieca. La cosa triste è la confusione del messaggio’.
Peretti afferma che in Billy Graham c’è una parte cieca, e dice qual’è, e poi conferma che il suo messaggio è confuso. Non capisco però cosa voglia dire che ogni grande uomo di Dio ha una parte cieca. Comunque, anche qui Peretti ha espresso un giudizio netto su Billy Graham.

10. ‘Il papa è salvato? Come? Può essere salvato un uomo se egli prega ai morti? Può un uomo essere salvato se egli prega a Maria più di quanto prega a Dio? Può un uomo essere salvato se predica che Maria è corredentrice? …’
Ecco che Peretti torna su Giovanni Paolo II, definendolo perduto, e quindi implicitamente dice che si trova nell’Ades nei tormenti. Ma nelle ADI non insegnano che il giudizio appartiene solo a Dio?

11. ‘Per ciò che concerne la Chiesa Evangelica in Italia; gli Evangelici sono divisi su molte questioni, ma se c’è una cosa che li unisce oltre il loro amore per il Signore Gesù e il loro credo che il giusto vivrà per fede, è la loro consapevolezza dell’insidiosa seduzione della Chiesa Cattolica Romana. Per quanto riguarda il ministerio, noi non parliamo mai della Chiesa Cattolica Romana dal pulpito. Noi predichiamo la parola di Dio, e la verità, e lo Spirito Santo fa il resto. Gesù sta edificando la sua chiesa e le porte dell’Inferno non prevarranno ….’.
Quindi anche nelle ADI i credenti sono consapevoli dell’insidiosa seduzione della Chiesa Cattolica Romana, ma i pastori non parlano MAI della Chiesa Cattolica Romana dal pulpito. Ora, qui c’è una dichiarazione scandalosa, che naturalmente non ci meraviglia perchè noi sapevamo già quale era la linea delle ADI. Ma qui c’è una dichiarazione di un predicatore ADI, e questo deve far riflettere. Perchè hanno deciso di non parlarne mai? Perchè le ADI hanno fatto una intesa – che gli permette di avere privilegi e soldi – con lo Stato Italiano, che è uno stato cattolico romano. E quindi, in un certo senso, per riconoscenza verso la Chiesa Cattolica Romana, hanno deciso di far silenzio dal pulpito contro le eresie di perdizione della chiesa cattolica romana. Il fatto di dire che loro predicano la Parola e Dio fa il resto, è un abile sofisma per coprire la paura che essi hanno della Chiesa Cattolica Romana.

Conclusione

Io voglio rivolgermi adesso in particolare a quei fratelli che frequentano Chiese ADI e che dato che hanno compreso la seduzione di cui sono rimaste vittime le ADI da parte del diavolo, fanno presente questa cosa ma vengono accusati di trasgredire il comando ‘non giudicate’ e di essere dei maldicenti e dei calunniatori.
Come potete vedere, Terry Peretti ha espresso dei giudizi netti e severi a riguardo di molti, sia non credenti che credenti, e ha consentito che essi venissero diffusi pubblicamente, quindi dato che lui può farlo, potete farlo anche voi.
Alzate la vostra voce quindi sia privatamente che pubblicamente sia contro le false dottrine della Chiesa Cattolica Romana che contro le false dottrine delle Assemblee di Dio in Italia; sia contro l’immondizia della Chiesa Cattolica Romana che contro quella delle Assemblee di Dio in Italia. Non abbiate riguardi personali di nessun genere.
E voglio pure cogliere l’occasione per condannare questa ipocrisia che regna nelle ADI, dove pubblicamente dal pulpito non si espongono in maniera severa e netta contro i papi e la Chiesa Cattolica Romana, come anche contro le Chiese Protestanti storiche e altri, ma lo fanno in privato. E se qualcuno lo fa pubblicamente, magari lo accusano di essere un calunniatore e diffamatore, e tirano fuori il noto versetto ‘non giudicate’ o magari quello che dice di stare in pace con tutti e aggiungono che loro non vogliono fare polemiche!
Ipocriti che non siete altro, vipere, che tenete un comportamento in pubblico dal pulpito e ne tenete un altro in privato, non scamperete al giudizio di Dio. Siete persone doppie, non degne di fiducia, che mancate di ogni credibilità. Ravvedetevi, ipocriti e codardi.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/09/21/adi-ecco-come-terry-peretti-parla-in-privato-del-papa-e-della-chiesa-cattolica-romana/