La situazione è veramente drammatica

capraFratelli e sorelle nel Signore, il mondo oramai è entrato nella Chiesa, è un fatto assodato questo, e continua a entrare sempre più. I giorni son proprio malvagi e i tempi veramente difficili, e più si và avanti e più ci si rende conto che la situazione peggiora sempre più. La piaga oramai sembra essere inarrestabile e irreversibile. La predicazione del ravvedimento è quasi del tutto scomparsa; la buona novella annunciata ai peccatori non è più ‘Gesù è il Cristo’ ma ‘Gesù ti ama’; le predicazioni rivolte ai santi risultano essere sempre più vuote e prive di forza, di potenza, di unzione dall’alto; la carnalità regna nei cuori di molti e quei pochi che per un po hanno lottato, astenendosi da questo e da quest’altro, si lasciano anch’essi trascinare dalla maggioranza; i falsi battesimi con lo Spirito Santo hanno preso il posto dei veri; e che dire dei teatri, balletti, mimi, danze, e concerti cosiddetti ‘cristiani’ che sono oramai divenuti la normalità; le coppie omosessuali pian piano vengono sempre più accettate con tanto di ‘benedizione’; ministeri che non procedono da Dio e dunque falsi, come ‘profeti’ che profetizzano di loro senno, dicendo : ‘l’Eterno ha detto..’ quando l’Eterno non li ha mandati, cosiddette ‘pastoresse’ che insegnano quando invece non è loro permesso di insegnare, e che dire dei moderni ‘apostoli’ e ‘dottori’ che si sono dati alle favole, trasmettendo non più la sana dottrina, il sano insegnamento, ma solo ciance. Che tristezza.. Dal canto nostro fratelli, continuiamo a combattere e non perdiamoci d’animo, poiché sappiamo per certo che, nonostante la situazione sia veramente drammatica, pure l’Eterno si è riservato un residuo fedele a Lui che non ha piegato le sue ginocchia dinanzi alla massoneria e che non ha ceduto alle lusinghe del peccato e ai piaceri del mondo. Continuiamo dunque ad essere sale e luce di questo mondo, senza stancarci e senza abbassare mai la guardia. Siate semplici come le colombe ma anche prudenti come i serpenti, ricordatevi : siete delle pecore in mezzo a dei lupi. Mai dimenticarlo.

Salvatore Larizza

LA CONOSCENZA DI DIO, E DELLA SUA PAROLA

Nella sua seconda epistola scritta ai santi di Corinto, l’apostolo Paolo dice :

“Ma grazie siano rese a Dio che sempre ci conduce in trionfo in Cristo, e che per mezzo nostro spande da per tutto il profumo della sua conoscenza.” (2Corinzi 2:14)

“Perché l’Iddio che disse: Splenda la luce fra le tenebre, è quel che risplendé ne’ nostri cuori affinché noi facessimo brillare la luce della conoscenza della gloria di Dio che rifulge nel volto di Gesù Cristo.” (2Corinzi 4:6)

“Poiché distruggiamo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e facciam prigione ogni pensiero traendolo all’ubbidienza di Cristo.” (2Corinzi 10:5)

Guardate fratelli quanto importava all’apostolo Paolo che i santi CONOSCESSERO la parola di Dio, e che i vani ragionamenti fossero DISTRUTTI. Oggi invece a molti presunti “apostoli” non importa affatto che i santi conoscano la Parola di Dio, e che Essa abiti in loro doviziosamente. “Fratello – ti dicono – la lettera uccide, ma lo Spirito vivifica”; dando a quel verso un interpretazione FALSA che quel verso non ha, e nonostante gli si spieghi il REALE significato di quella Scrittura, si prendono beffe di te e ti deridono come neanche quelli del mondo sanno fare. Costoro si definiscono “fratelli”, ma avete mai visto dei fratelli deridere il suo prossimo? Avete mai visto dei santi prendere in giro il loro prossimo? La verità è che costoro non amano la verità, perchè se l’amassero non parlerebbero in quella maniera, e dunque visto che non la amano e che non gli importa nemmeno di conoscerla, si sforzano affinchè anche gli altri siano come loro : IGNORANTI. Costoro si preoccupano che i santi rimangano nell’ignoranza in molte parti del consiglio di Dio, e intanto parte del popolo di Dio perisce appunto per questa mancanza di conoscenza. A loro importa che i cestini delle offerte siano sempre pieni, nonostante sappiano benissimo che i credenti non mettono perchè hanno veramente a cuore l’opera del Signore, ma solo perchè gli passa quel cestino “sotto il naso” e perchè non vogliono apparire agli occhi degli uomini degli avari. Conduttori che amano i primi posti nei convegni, che amano essere ben visti e tenuti in grande stima dal popolo; appaiono umili agli uomini, ma al cospetto di Dio non sono altro che dei bugiardi, dei falsi, dei doppi e degli ipocriti. Da tutti costoro fratelli : RITIRATEVI.

Larizza Salvatore

IO NON SONO PAZZO… SONO INDIGNATO!

Spesso coloro che criticano i miei scritti, mi rimproverano di essere molto “arrabbiato” e che il mio messaggio non arriverà a destinazione, perchè non sono pieno dell’ amore di Cristo. In effetti, ciò non è lontano dalla verità.

Io amo tanto il popolo di Dio, e sono disposto a sacrificare il mio nome, la mia carriera. Il mio futuro ministero è quello di parlare  contro le ingiustizie perpetrate dentro la chiesa moderna. Io amo il popolo di Dio, tanto da sopportare insulti, menzogne contro di me, perchè queste cose contribuiscono a fare suonare l’allarme il più forte possibile. Per essere onesto, c’è rabbia dentro di me, e questo è un dato di fatto…molta rabbia per i falsi maestri che si presentano come conduttori del popolo di Dio, ma sono cieche guida di ciechi.

C’è molta rabbia dentro di me perchè la gente, che frequenta la chiesa e che non prende seriamente la Parola di Dio, è incurante al richiamo di separarsi dal mondo.

C’è molta rabbia dentro di me, perchè quando cerco di stare in piedi, tenendo alta la Parola di Dio e combattere l’ingiustizia dentro la chiesa, sono immediatamente etichettato ribelle e piantagrane.

C’è molta rabbia dentro di me, perchè invece di leggere la Bibbia, si preferisce ascoltare, canzoni “cristiane” con musica rap, rock e altri ritmi mondani. L’apostolo Paolo ci ha comunicato che l’uomo nuovo deve dire la verità al suo prossimo: “…a essere rinnovati nello spirito della vostra mente e a rivestire l’uomo nuovo che è creato a immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità. Perciò bandita la menzogna, ogniuno dica la verità al suo prossimo perchè siamo membra l’uno dall’altro.” (Efesini 4:23-25)

Vorrei che più persone abbiano la stessa rabbia, la stessa indignazione verso i falsi maestri che oggi operano in tante chiese, ma tutti sono troppo impegnati a essere tolleranti cercando di piacere agli uomini.  Desidero guardare a Cristo, Egli era consapevole dei complotti dei Farisei per accusarlo di trasgredire la legge di Mosè, ma Gesù guardava i loro cuori pieni di odio di pensieri omicidi e fremeva nel vedere il popolo di Dio schiavo delle loro tradizioni, provava tristezza, e contrastando i suoi nemici, guariva, sfamava, consolava e insegnava.

Tutto quello che dovete fare è leggere la Bibbia, e vedrete quante volte l’ira di Dio s’infiamma contro i “pastori”che opprimono il Suo popolo, non credo che ho bisogno di dire cosa Dio ha fatto o cosa farà a questi falsi maestri. Quanto a me finchè il mio Dio non mi chiamerà a casa …. sarò sul muro,come una sentinella pronta per lanciare l’allarme… ..

In Cristo,

Glenn E. Chatfield 

Tratto dalla bacheca di facebook della sorella Maria Rapisarda : http://www.facebook.com/notes/maria-rapisarda/-io-non-sono-pazzosono-indignato-/215844538440635

Ancora Matt Ford

Matt Ford, il ‘pastore’ della Wine Barrel Church in Australia, ha cambiato capigliatura, e qui mentre si trova su una altalena rilascia – così ha detto lui – un decreto profetico che riguarda l’avanzamento e la promozione delle donne nel ministerio. Da un uomo del genere che cosa ci si può aspettare se non opere e parole contrarie alla dottrina di Dio? Gli empi aumentano di numero in mezzo alle Chiese. Guardatevi da questi uomini, e non abbiate niente a che fare con loro.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/07/22/ancora-matt-ford/

Temple 420 – Il ministerio della Marijuana

Temple 420 è chiamato anche il ministerio della Marijuana. E’ una Chiesa il cui pastore Craig Rubin, di origine ebraica, sostiene che la Marijuana ha delle proprietà curative, e quindi non solo lui stesso la fuma, ma esorta a fumarla.
Questo uomo non ha capito proprio niente. La Bibbia condanna qualsiasi pratica, tra cui quella del fumare, che danneggia il proprio corpo.
Paolo diceva ai santi di Corinto: “E non sapete voi che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi, il quale avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi? Poiché foste comprati a prezzo; glorificate dunque Dio nel vostro corpo” (1 Corinzi 6:19-20). Dunque, nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/07/07/temple-420-il-ministerio-della-marijuana/

Le ultime eresie di Benny Hinn in ordine di tempo

Durante il programma televisivo ‘Praise the Lord’ del 3 Maggio 2010 in onda sulla TBN, c’è stata una discussione tra Benny Hinn e Paul Crouch e il figlio di costui in cui Benny Hinn ha affermato le seguenti false dottrine:

Gap-theory con razza semiumana pre-adamica

Benny Hinn: Perchè ora noi abbiamo un intervallo tra Genesi 1:1 e Genesi 1:2, c’è un intervallo, io credo nell’intervallo perché la Bibbia lo supporta. Dio creò una terra perfetta Genesi 1:1, Dio distrugge la terra Genesi 1:2. Che cosa accade in questo intervallo? Lucifero si ribella contro Dio, e la terra viene distrutta, e per miliardi di anni egli è sulla terra come Satana, perché Gesù disse: ‘Io mirava Satana cadere dal cielo a guisa di folgore’. Egli cadde sulla terra, cosa descritta in Isaia 14. Ecco quello che accadde Paul. Mentre la terra era ancora qua e perfetta con degli animali belli che vivevano su di essa, oggi li vediamo nei musei, …. c’era una razza su questa terra. Essi non furono creati ad immagine e somiglianza di Dio. Questa è la ragione per cui non fu offerta loro nessuna salvezza
Paul Crouch, Jr.: Neanderthal? L’uomo di Neanderthal?
Benny Hinn: Potrebbe essere. Non lo sappiamo questo. Io credo di sì. Ma essi erano creature, metà animale e metà uomo, descritte dettagliatamente nell’Apocalisse, ci andremo tra un secondo.

La Scrittura dice che Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza, e lo fece il sesto giorno della creazione. Non fu creata da lui nessuna razza semiumana prima di quella umana. Questa razza semiumana purtroppo scaturisce dalla gap-theory, che ammette che siano esistite delle creature umane o semiumane prima della creazione di Adamo. Leggi la mia dettagliata confutazione di questa teoria.

Quando andremo in cielo Gesù intercederà per noi per mantenerci salvati in cielo, perché potremmo sviarci da Lui in cielo!

Benny Hinn: E posso aggiungere, questo è, uh, questo è qualcosa che farà sorgere molte domande: Perché Gesù pregherà per te per sempre? Se tu sei in cielo perchè c’è bisogno che Egli preghi per te?
Paul Crouch, Sr : Egli intercede per i santi?
Benny Hinn: Per sempre!
Paul Crouch, Sr.: Secondo la volontà di Dio
Benny Hinn: Ma per sempre. Perchè per sempre?
Paul Crouch, Sr.: Perché?
Benny Hinn: Per mantenerci ubbidienti
Paul Crouch, Sr.: La ragione?
Benny Hinn: Noi avremo una libera volontà nella gloria
Paul Crouch, Sr.: Whoa!
Paul Crouch, Jr.: E potremmo cambiare idea
Benny Hinn: Esattamente
Paul Crouch, Sr.: Oh Benny!
Paul Crouch, Jr.: Wow. Ora questa cosa è pesante
Paul Crouch, Sr.: Voglio dire, sono sott’acqua proprio adesso
Paul Crouch, Jr.: E’ profondo
Benny Hinn: Questa è pesante! Quando andrai in cielo, quando andrai in cielo, solo la Sua preghiera ti manterrà là
Paul Crouch, Jr.: Wow!
Benny Hinn: Egli intercede per noi per sempre. Farai bene a domandarti, aspetta, se io sono in, in cielo, perchè ho bisogno della preghiera del Figlio di Dio stesso?
Paul Crouch, Jr.: Giusto
Benny Hinn: Per mantenermi salvato in cielo! Per mantenermi alla presenza di Dio!

La Scrittura insegna che quando saremo in cielo, vi saremo là con la nostra anima, e quindi senza il corpo. Ed una volta che siamo là, non potremo più peccare, non potremo più sviarci, non potremo più rinnegare il Signore, e quindi non avremo bisogno che il Signore preghi per noi per mantenerci salvati in cielo o alla presenza di Dio. E poi, se i morti in Cristo sono destinati a risorgere in risurrezione di vita al ritorno di Cristo, è evidente che in cielo non ci sarà alcuna possibilità che essi si sviino o che perdano la salvezza.

Conclusione

Ancora una volta, dobbiamo constatare che Benny Hinn non conosce le Scritture, e seduce i semplici con dei vani ragionamenti.
Vi rinnovo dunque l’esortazione a guardarvi da questo uomo, perchè ha dato retta a profane ciance e le diffonde.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/06/25/le-ultime-eresie-di-benny-hinn-in-ordine-di-tempo/

La ‘profetessa’ Cindy Jacobs e i suoi amici vanno a pregare attorno ad una statua di bronzo in Wall Street

 

Guardate questo video e le foto che seguono, in cui si vedono la ‘profetessa’ Cindy Jacobs, suo marito e i loro amici pregare e cantare attorno ad una statua posta in Wall Street a New York, affinchè Dio salvi l’economia degli USA (fatti avvenuti nel 2008). La statua si chiama ‘Wall Street Bull’, cioè ‘Il Toro di Wall Street’. E sapete chi ha detto a Cindy di andare a pregare in quel posto, attorno al toro di bronzo, che simboleggia l’aggressivo ottimismo finanziario come anche la prosperità finanziaria? Dio, naturalmente, così dice lei.
Veramente è scandaloso che delle persone dicano che Dio gli ha rivelato di fare simili cose. A me la scena ricorda quello del vitello d’oro ai piedi del monte Sinai.

Questa donna, di cui alcuni libri sono stati pubblicati anche in Italiano, è una moderna ‘Jezabel’, guardatevi da essa.

A proposito, nel suo scritto «Restaurare la visione apostolica nella chiesa», Corrado Salmé afferma quanto segue della ‘profetessa’ Cindy Jacobs tra i ringraziamenti: «La profetessa Cindy Jacobs – Dallas (USA): Ho conosciuto Cindy nella Conferenza Profetica di Bari nel marzo del 2002. In uno dei momenti più difficili della mia vita ha profetizzato (come solo lei sa fare) il piano di Dio per me, ridandomi forza e coraggio per andare avanti attraverso la tempesta. Nel settembre del 2005, mentre mangiavamo insieme, lei mi guardò e cominciò a profetizzare che avrei scritto un libro. Beh, non è proprio un libro, ma… eccolo! Grazie Cindy».

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/06/03/la-profetessa-cindy-jacobs-e-i-suoi-amici-vanno-a-pregare-attorno-ad-una-statua-di-bronzo-in-wall-street/

John Crowder e Benjamin Dunn e i loro esercizi spirituali

John Crowder e Benjamin Dunn, i due impostori che ormai già conoscete, e che vengono invitati da tante Chiese a predicare e a portare il loro ‘risveglio’, in questo video ci mostrano degli esercizi spirituali – così li chiamano loro. Ha detto bene la Sapienza: “La follia è una gioia per chi è privo di senno” (Proverbi 15:21).

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/05/28/john-crowder-e-benjamin-dunn-e-i-loro-esercizi-spirituali/

I falsi fratelli

La Scrittura parla dell’esistenza di falsi fratelli ai giorni degli apostoli; ne parla Paolo in due occasioni, anzi in tre. L’apostolo infatti dice di essere stato “in pericoli tra falsi fratelli” (2 Corinzi 11:26) e che a Gerusalemme “neppur Tito, che era con me, ed era greco, fu costretto a farsi circoncidere; e questo a cagione dei falsi fratelli, introdottisi di soppiatto, i quali s’erano insinuati fra noi per spiare la libertà che abbiamo in Cristo Gesù, col fine di ridurci in servitù. Alle imposizioni di costoro noi non cedemmo neppur per un momento, affinché la verità del Vangelo rimanesse ferma tra voi” (Galati 2:2-5).

Come si può dunque vedere uno dei pericoli corsi da Paolo per via dei falsi fratelli fu quello di essere rimesso da costoro sotto il giogo della legge da cui Cristo ci ha riscattati. La stessa cosa avviene oggi per via dei falsi fratelli di oggi che si insinuano nelle chiese, perchè anche costoro cercano di imporre ai santi dei precetti mosaici che hanno come fine quello di fare ricadere i credenti sotto la legge.

La terza occasione in cui Paolo menziona dei falsi fratelli è quando egli parla dei falsi apostoli presenti nella Chiesa di Corinto, ecco quanto scrive di costoro: “Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo. E non c’è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. Non è dunque gran che se anche i suoi ministri si travestono da ministri di giustizia; la fine loro sarà secondo le loro opere” (2 Corinzi 11:13-15). Come potete vedere Paolo definisce costoro degli operai fraudolenti e dei ministri di Satana, le loro opere lo testimoniano. Anche in questo caso occorre dire che anche oggi esistono di questi falsi apostoli nella Chiesa che si riconoscono dalla loro condotta fraudolenta infatti sono degli operatori di scandali, dissoluti, ecc.

Anche l’apostolo Pietro parla di falsi fratelli quando parla dei falsi dottori che saranno in mezzo in noi, secondo che egli dice: “Ma sorsero anche falsi profeti fra il popolo, come ci saranno anche fra voi falsi dottori che introdurranno di soppiatto eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si trarranno addosso subita rovina. E molti seguiranno le loro lascivie; e a cagion loro la via della verità sarà diffamata. Nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole finte; ….. Essi trovano il loro piacere nel gozzovigliare in pieno giorno; son macchie e vergogne, godendo dei loro inganni mentre partecipano ai vostri conviti; hanno occhi pieni d’adulterio e che non possono smetter di peccare; adescano le anime instabili; hanno il cuore esercitato alla cupidigia; son figliuoli di maledizione. Lasciata la diritta strada, si sono smarriti, seguendo la via di Balaam, figliuolo di Beor, che amò il salario d’iniquità, ….. Costoro son fonti senz’acqua, e nuvole sospinte dal turbine; a loro è riserbata la caligine delle tenebre. Perché, con discorsi pomposi e vacui, adescano con le concupiscenze carnali e le lascivie quelli che si erano già un poco allontanati da coloro che vivono nell’errore, promettendo loro la libertà, mentre essi stessi sono schiavi della corruzione; giacché uno diventa schiavo di ciò che l’ha vinto” (2 Pietro 2:1-3; 14-15; 17-19). Superfluo dire anche qui che queste persone di cui parla Pietro esistono in mezzo alla Chiesa, e che possiedono tutte le caratteristiche menzionate da Pietro, e quindi si riconoscono.

Badate dunque a voi stessi, fratelli, e guardatevi dai falsi fratelli non cedendo neppure per un momento alle loro imposizioni e alle loro lusinghe. Resistetegli in faccia, confutando pubblicamente e privatamente le loro false dottrine e riprovando vigorosamente la loro condotta scandalosa e fraudolenta.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/05/28/i-falsi-fratelli/

L’impostore John Crowder ancora all’opera …. suonando il ‘tamburo della fede’ sulla testa dei presenti

Eccolo ancora in azione questo impostore e malvagio di nome John Crowder. Questa volta mentre il suo amico Benjamin Dunn ‘predica’, lui si mette a suonare quello che loro chiamano ‘il tamburo della fede’ sulla testa degli uditori, e naturalmente anche questo per loro è opera dello Spirito Santo. La triste realtà è che il diavolo si sta prendendo gioco di tanta gente tramite questi due impostori. Vegliate, fratelli, e pregate, per non cadere vittime degli impostori esistenti in massa in mezzo alla Chiesa.

Giacinto Butindaro