Abele, un tipo di Cristo

abeleAbele fù un uomo giusto, poichè visse per fede (cfr. Matteo 23:35). Fù un pastore di pecore (cfr. Genesi 4:2). Fù il primo uomo ad essere odiato e ucciso a motivo delle sue opere giuste (cfr. 1Giovanni 3:12) e il cui sangue gridò a Dio dalla terra (cfr. Genesi 4:10). E’ scritto che ‘per fede Abele offerse a Dio un sacrificio più eccellente di quello di Caino; per mezzo d’essa gli fu resa testimonianza ch’egli era giusto, quando Dio attestò di gradire le sue offerte; e per mezzo d’essa, benché morto, egli parla ancora.’ (Ebrei 11:4) Abbiamo un esempio dunque in Abele, un esempio di un uomo che benché morto, parla ancora, affinché possiamo imitare la sua fede; ma abbiamo altresì un esempio ancora più perfetto di quello di Abele, abbiamo l’esempio di un uomo che fù odiato e ucciso anch’Egli senza cagione, l’esempio di un uomo che ‘dopo aver offerto un unico sacrificio per i peccati, e per sempre, si è posto a sedere alla destra di Dio’ (Ebrei 10:12)! Un uomo che offrì un sacrificio più eccellente di quello di Abele, e il cui sangue parla meglio di quello di Abele (cfr. Ebrei 12:24) : il sommo Pastore Cristo Gesù! Colui che disse : ‘io sono il primo e l’ultimo, e il Vivente; e fui morto, ma ecco son vivente per i secoli dei secoli’ (Apocalisse 1:18a).

A Lui sia la gloria e l’imperio, nei secoli dei secoli. Amen.

Salvatore Larizza

Annunci

I principi della Massoneria sono principi Cristiani?

triangolo-principi-massonici1Mi sono trovato costretto a scrivervi questa breve confutazione, fratelli, perchè ho riscontrato che tanti che si dicono Cristiani sono convinti che i principi massonici di ‘libertà, uguaglianza e fratellanza’ – principi che vi ricordo furono il motto della Rivoluzione francese, che infatti venne organizzata e diretta pressoché integralmente dagli affiliati alla Massoneria – siano principi cristiani. Da qui dunque il loro discorso che la Massoneria è compatibile con il Cristianesimo o magari che non è contraria al Cristianesimo, perchè i suoi principi sono biblici. Ragionamento questo che ha persuaso tanti.

 

Ma le cose non stanno affatto così, perchè sebbene la Bibbia parli di libertà, uguaglianza e fratellanza, queste parole hanno un significato totalmente diverso da quello che gli danno i massoni.

Cominciamo dalla libertà. Cosa dice la Scrittura? “dov’è lo Spirito del Signore, quivi è libertà” (2 Corinzi 3:17). Ma dov’è lo Spirito del Signore? In coloro che si sono ravveduti ed hanno creduto nel Signore Gesù Cristo e quindi nei figliuoli di Dio, perchè dice Paolo ai Galati: “E perché siete figliuoli, Dio ha mandato lo Spirito del suo Figliuolo nei nostri cuori, che grida: Abba, Padre” (Galati 4:6). Dunque coloro che credono in Gesù Cristo – ossia che credono che Gesù Cristo è il Figlio di Dio morto sulla croce per i nostri peccati e risuscitato il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione – sono uomini liberi, il che significa che sono liberi dal peccato, secondo che è scritto che Gesù Cristo “ci ha liberati dai nostri peccati col suo sangue” (Apocalisse 1:5), ed anche “Cristo ci ha affrancati perché fossimo liberi” (Galati 5:1). Non ha forse detto Gesù Cristo stesso: “In verità, in verità vi dico che chi commette il peccato è schiavo del peccato. Or lo schiavo non dimora per sempre nella casa: il figliuolo vi dimora per sempre. Se dunque il Figliuolo vi farà liberi, sarete veramente liberi” (Giovanni 8:34-36)? Ecco dunque cosa intende la Bibbia quando parla di libertà, la libertà dalla schiavitù del peccato che hanno sperimentato coloro che hanno creduto in Gesù Cristo, che però non significa libertà di fare adesso quello che uno vuole, perchè l’apostolo Pietro dice: “Poiché questa è la volontà di Dio: che, facendo il bene, turiate la bocca alla ignoranza degli uomini stolti; come liberi, ma non usando già della libertà qual manto che copra la malizia, ma come servi di Dio” (1 Pietro 2:15-16), e Paolo gli fa eco dicendo: “Perché, fratelli, voi siete stati chiamati a libertà; soltanto non fate della libertà un’occasione alla carne, ma per mezzo dell’amore servite gli uni agli altri” (Galati 5:13). E questo perchè ogni Cristiano è uno schiavo di Cristo (1 Corinzi 7:22) e deve ubbidire ai Suoi comandamenti.
La Massoneria rigetta tutto ciò, perchè rigetta l’opera di espiazione compiuta da Gesù Cristo per liberarci dai nostri peccati. E difatti la Massoneria per ‘libertà’ intende la libertà per l’uomo di fare e credere quello che vuole, per cui nessuno ha il diritto di interferire nel credo o operato altrui andandogli a dire ‘tu sei nell’errore, perciò ravvediti’. La Massoneria dunque tramite questo principio incita gli uomini a rigettare i comandamenti di Cristo Gesù, tra cui c’è quello di predicare agli uomini IL RAVVEDIMENTO (cfr. Luca 24:47), parola che significa ‘cambiamento di mente’. Se infatti tutti sono liberi di credere e fare quello che vogliono (quindi sono liberi anche di credere che Gesù non è il Cristo, che non è morto per i nostri peccati e risorto a cagione della nostra giustificazione; o di credere che l’omosessualità sia del tutto naturale e lecita, e così via), io non ho il diritto di andargli a comandare di cambiare modo di pensare: non vi pare? E naturalmente questa cosiddetta libertà va di pari passo con la tolleranza verso tutti coloro che insegnano cose storte e perverse agli occhi di Dio, e infatti nella Massoneria non esiste opposizione alle eresie, nessuna confutazione di esse, perchè loro ritengono che coloro che la pensano diversamente devono essere tollerati, e infatti la Massoneria accoglie tutti e tollera tutti (tolleranza di cui si vanta); tolleranza che è sostenuta anche citando le parole di Gesù “Non giudicate” (che ovviamente non hanno il significato che gli danno i massoni) perchè secondo i massoni ‘la vera tolleranza consiste non soltanto nel trattenersi dal criticare le azioni e le credenze di coloro con cui noi non siamo d’accordo; ma nel rifiutarsi di raggiungere conclusioni che altri sono necessariamente nell’errore. La tolleranza è il rifiuto di giudicare …. ‘. E’ del tutto evidente quindi che la libertà di cui parla la Massoneria è la libertà secondo la carne condannata dalla Parola di Dio, libertà che oggi viene approvata e difesa in molte Chiese per colpa di uomini empi che si sono intrusi in mezzo ad esse, che non solo affermano che gli uomini sono liberi (avendo il cosiddetto ‘libero arbitrio’) di disubbidire a Dio credendo e facendo cose storte e perverse, e che Dio rispetta la loro libertà, e quindi noi non possiamo andargli a predicare che Dio comanda loro di ravvedersi e convertirsi altrimenti andranno in perdizione; ma affermano anche più o meno esplicitamente che un Cristiano è libero di peccare, perchè tanto Dio lo accoglie così com’è, per cui anche qui nessuno ha il diritto di giudicarlo e riprenderlo, ma tutti hanno il dovere di tollerare il trasgressore e la trasgressione. Ecco dunque perchè il principio della libertà così come lo intende la Massoneria, è ben accetto da queste Chiese condotte da impostori.

Veniamo adesso al principio dell’uguaglianza. Cosa dice la Scrittura? Che c’è uguaglianza nella Chiesa di Dio, in quanto in Cristo non c’è maschio o femmina, schiavo o libero, Giudeo o Greco, secondo che è scritto: “Siete tutti figliuoli di Dio, per la fede in Cristo Gesù. Poiché voi tutti che siete stati battezzati in Cristo vi siete rivestiti di Cristo. Non c’è qui né Giudeo né Greco; non c’è né schiavo né libero; non c’è né maschio né femmina; poiché voi tutti siete uno in Cristo Gesù” (Galati 3:26-28). Quindi davanti a Dio coloro che hanno creduto in Gesù Cristo sono tutti Suoi figliuoli, essi sono in una posizione di uguaglianza perchè sono figli di Dio per la fede in Cristo perchè Egli non ha riguardi personali. Noi credenti quindi siamo tutti UNO in Cristo Gesù, e perchè siamo in Cristo siamo nella verità, perchè Gesù Cristo è LA VERITA’ mentre coloro che non sono in Cristo non sono nella verità.
Per uguaglianza invece i massoni intendono che tutti gli uomini sono ugualmente sinceri e onesti nel professare il loro credo, e quindi se altri hanno differenti dottrine da quelle di Cristo e degli apostoli, sono anche loro in possesso della verità in quanto anche loro sono ugualmente intelligenti ed ugualmente ben informati. E chi sono io dunque per andare ad interferire col credo altrui? Sarei un ingiusto e un presuntuoso se lo facessi, e violerei il principio dell’uguaglianza! Il principio massonico dell’uguaglianza è dunque strettamente collegato a quello della libertà secondo cui ognuno è libero di credere a quello che vuole ed ha il dovere di non cercare di convincere l’altro che è in errore. Anche in questo caso, la Massoneria dimostra dunque di incitare gli uomini contro Cristo, in quanto Gesù ha affermato che chiunque è per la verità ascolta la Sua voce (cfr. Giovanni 18:37), per cui tutti coloro che non ascoltano la Sua voce sono nella menzogna, sono sotto la potestà delle tenebre. Ecco perchè non si possono mettere tutti i credi sullo stesso piano, in quanto l’unico vero credo è quello del Cristiano, in quanto lui ha creduto in Gesù Cristo, Colui che è LA VERITA’ (cfr. Giovanni 14:6). E di conseguenza non si può mettere Gesù sullo stesso livello di Buddha, Maometto, ed altri noti personaggi del passato, come invece fa la Massoneria proprio in virtù del principio dell’uguaglianza, perchè Gesù Cristo è la verità, come anche la via e la vita.

E infine parliamo del principio della fratellanza. Gesù disse ai suoi discepoli: “Ma voi non vi fate chiamar «Maestro», perché uno solo è il vostro maestro, e voi siete tutti fratelli” (Matteo 23:8). Quindi tra coloro che credono in Gesù esiste un legame di fratellanza, e in virtù di ciò essi tra loro si chiamano “fratelli”. Essi sono tutti fratelli perchè sono tutti figli di Dio per la fede in Gesù Cristo, secondo che dice Giovanni: “… a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio; a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio” (Giovanni 1:12-13), e Paolo ai credenti della Galazia: “Siete tutti figliuoli di Dio, per la fede in Cristo Gesù” (Galati 3:26)
Per fratellanza invece i massoni intendono che tutti gli uomini sono figli di Dio e quindi fratelli: non esistono figli del diavolo quindi (anche perchè per i massoni non esiste un essere malvagio spirituale chiamato diavolo). Anche in questo caso, questo principio va a contrastare la Parola di Dio che afferma che gli uomini sono per natura figli d’ira, essendo schiavi del peccato, e diventano figli di Dio quando credono nel Signore Gesù Cristo, e che parla dell’esistenza di figli del diavolo che essa chiama ‘zizzanie’ e di cui dice che alla fine dell’età presente saranno raccolti dagli angeli del Signore Gesù e gettati nella fornace del fuoco (cfr. Matteo 13:36-42).

Come potete vedere da voi stessi, fratelli, i principi fondamentali della Massoneria contrastano la verità che è in Cristo Gesù, e quindi sono inaccettabili da parte di un Cristiano. Dovete quindi guardarvi e ritirarvi da chiunque si dice Cristiano ed afferma che i principi massonici di libertà, uguaglianza e fratellanza sono dei principi che si trovano nel Cristianesimo, e che quindi la Massoneria è compatibile con il Cristianesimo, perchè chi parla così mente e vuole sedurvi.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2013/07/20/i-principi-della-massoneria-sono-principi-cristiani/

I nomi e i titoli di Gesù

I vari nomi e titoli di Gesù usati nella Bibbia rivelano qualcosa di Lui (sulla sua Divinità, la sua Umanità, il suo carattere, la sua vita terrena, la grandezza della sua gloria e potenza dopo la sua resurrezione, la sua opera in cielo e in mezzo alla Chiesa dopo la sua ascensione in cielo, ecc). Vediamoli, tenendo a mente che Gesù deriva dall’ebraico Joshua” (Y’shua), che significa Yahweh salva’

Il Cristo – dal Greco ‘Christòs,’ che significa ‘unto’ – (Matteo 1:16; Matteo 16:16)

Il Cristo del Signore (Luca 2:26)

Il Cristo di Dio (Luca 9:20)

Il Cristo che vi è stato destinato (ai Giudei) (Atti 3:20)

—————————————————————————————————————————

Il Messia – dall’Ebraico ‘Mashiach,’ che significa ‘unto’ – (Salmo 2:2; Giovanni 1:41; 4:25-26)

—————————————————————————————————————————

Il Figlio (Salmo 2:12)

Il Figlio di Dio (Romani 1:4)

Il Figliuol dell’Iddio vivente (Matteo 16:16)

Il Figliuol di Dio che doveva venire nel mondo (Giovanni 11:27)

Il Figliuol di Dio, che ha gli occhi come fiamma di fuoco e i cui piedi son come terso rame (Apocalisse 2:18)

—————————————————————————————————————————

Il Figliuolo del Padre (2 Giovanni 3)

Il Figliuol del Benedetto (Marco 14:61)

Il Figliuol dell’Altissimo (Luca 1:32)

—————————————————————————————————————————

Il diletto Figliuolo di Dio, nel quale Dio si è compiaciuto (Matteo 3:17)

L’Unigenito venuto da presso al Padre (Giovanni 1:14), che è nel seno del Padre (Giovanni 1:18)

—————————————————————————————————————————

Il Signore (Luca 24:34 – Greco ‘Kurios’)

Il Signore Iddio, che è, che era e che viene, l’Onnipotente (Apocalisse 1:8)

Il Signore della gloria (1 Corinzi 2:8; Giacomo 2:1)

Il Signore della pace (2 Tessalonicesi 3:16)

Il Signore, l’Iddio degli spiriti dei profeti (Apocalisse 22:6)

Il Signore dei signori (Apocalisse 17:14 e Apocalisse 19:16)

Il Signore e dei morti e dei viventi (Romani 14:9)

—————————————————————————————————————————

L’Eterno degli eserciti (Salmo 24:10).

L’Eterno nostra giustizia (Geremia 23:6)

L’Eterno forte e potente, l’Eterno potente in battaglia (Salmo 24:8)

L’Eterno, il mio Dio (Zaccaria 14:5)

—————————————————————————————————————————

Dio (Ebrei 1:9 – Greco ‘Theos,’ tradotto ‘Dio’)

Dio benedetto in eterno (Romani 9:5)

—————————————————————————————————————————

Il vero Dio (1 Giovanni 5:20)

—————————————————————————————————————————

Io sono (Giovanni 8:58)

—————————————————————————————————————————

Mio Dio (Giovanni 20:28)

—————————————————————————————————————————

Il nostro Dio (2 Pietro 1:1)

Il nostro grande Dio (Tito 2:13)

—————————————————————————————————————————

L’immagine di Dio (2 Corinzi 4:4)

L’immagine dell’invisibile Dio (Colossesi 1:15)

L’impronta dell’essenza di Dio (Ebrei 1:3)

Lo splendore della gloria di Dio (Ebrei 1:3)

Il Primogenito (di Dio) (Ebrei 1:6)

Il Santo di Dio (Giovanni 6:69)

La Parola di Dio (Apocalisse 19:13).

Il Servitore di Dio (Matteo 12:18; Atti 3:13; Isaia 41:8)

Il santo servitore di Dio (Atti 4:30)

La potenza di Dio (1 Corinzi 1:24)

La sapienza di Dio (1 Corinzi 1:24)

La giustizia di Dio (Isaia 46:13)

La salvezza di Dio (Luca 2:30; 3:6; Isaia 46:13)

Lo strumento della salvezza di Dio (Isaia 49:6)

L’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo (Giovanni 1:29)

L’Eletto di Dio (Luca 9:35)

—————————————————————————————————————————

L’Angelo dell’Eterno (Genesi 16:7)

Il Germoglio dell’Eterno (Isaia 4:2)

Il braccio dell’Eterno (Isaia 53:1)

—————————————————————————————————————————

Il Figliuol dell’uomo (Matteo 26:24; 24:30)

Il Figliuol dell’uomo che è nel cielo (Giovanni 3:13)

—————————————————————————————————————————

Il Figliuolo di Davide (Matteo 1:1)

La radice e la progenie di Davide (Apocalisse 22:16)

Il Rampollo di Davide (Apocalisse 5:5)

La radice d’Isai (Isaia 11:10)

—————————————————————————————————————————

Il Figliuol di Abrahamo (Matteo 1:1),

La progenie di Abrahamo (Galati 3:16)

—————————————————————————————————————————

Il Potente di Giacobbe (Isaia 49:26)

Il Santo d’Israele (Isaia 54:5)

L’Angelo del patto (Malachia 3:1)

L’Angelo della sua faccia (Isaia 63:9)

L’amato suo (Efesini 1:6)

La via, la verità e la vita (Giovanni 14:6)

La Parola (Giovanni 1:1)

La Parola della vita (1 Giovanni 1:1)

Il Principe della vita (Atti 3:15)

Il pane della vita (Giovanni 6:35)

Il pane vivente che è disceso dal cielo (Giovanni 6:51)

Il pane di Dio che scende dal cielo e dà vita al mondo (Giovanni 6:33)

La luce del mondo (Giovanni 8:12)

La luce degli uomini (Giovanni 1:4)

La vera luce che illumina ogni uomo (Giovanni 1:9)

L’Aurora dall’alto (Luca 1:78)

L’autore di una salvezza eterna per tutti quelli che gli ubbidiscono (Ebrei 5:9-10)

Il mediatore del nuovo patto (Ebrei 12:24)

Il Salvatore del mondo (Giovanni 4:42)

L’Agnello che è stato immolato (Apocalisse 5:12)

La progenie della donna (Genesi 3:15)

La roccia spirituale che seguiva gli Israeliti (1 Corinzi 10:4)

Il principe dei re della terra (Apocalisse 1:5)

Il Leone che è della tribù di Giuda (Apocalisse 5:5)

Il Nazareno (Marco 16:6)

Il profeta che è da Nazaret di Galilea (Matteo 21:11)

Il profeta che ha da venire al mondo (Giovanni 6:14)

La gloria del tuo popolo Israele (Luca 2:32)

La consolazione d’Israele (Luca 2:25)

La redenzione di Gerusalemme (Luca 2:38)

Il Primo e l’Ultimo, che fu morto e tornò in vita (Apocalisse 2:8)

Il Liberatore (Romani 11:26)

Il buon pastore (Giovanni 10:11)

Il sommo Pastore (1 Pietro 5:4)

Il gran Pastore delle pecore (Ebrei 13:20)

La porta delle pecore (Giovanni 10:7)

La pietra angolare (Matteo 21:42)

La pietra che gli edificatori hanno riprovata (Matteo 21:42)

Il fondamento già posto (1 Corinzi 3:11)

Il piuolo (Zaccaria 10:4)

L’arco di battaglia (Zaccaria 10:4)

Lo sposo (Matteo 9:15; Giovanni 3:29)

Il capo della chiesa (Efesini 5:23)

Il capo del corpo (Colossesi 1:18)

Il capo d’ogni uomo (1 Corinzi 11:3)

Il capo d’ogni principato e d’ogni potestà (Colossesi 2:10)

Il Salvatore del corpo (Efesini 5:23)

La vera vite (Giovanni 15:1)

La vite (Giovanni 15:5)

Il Principe della Pace (Isaia 9:6)

Colui che recherà la pace (Michea 5:4)

La rosa di Saron (Cantico dei Cantici 2:1)

Il Giglio delle valli (Cantico dei Cantici 2:1)

La propiziazione per i nostri peccati, e non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo (1 Giovanni 2:2)

L’alleanza del popolo (Isaia 42:6)

Il termine della legge (Romani 10:4),

Il Sole della giustizia (Malachia 4:2)

La lucente stella mattutina (Apocalisse 22:16)

Il giusto giudice (2 Timoteo 4:8)

Il giudice dei vivi e dei morti (Atti 10:42)

L’uomo ch’Egli (cioè Dio) ha stabilito (Atti 17:31)

La vita eterna (1 Giovanni 1:2; 5:20)

La resurrezione (Giovanni 11:25)

La speranza della gloria (Colossesi 1:27)

La beata speranza (Tito 2:13)

Il primogenito fra molti fratelli (Romani 8:29)

Il primogenito di ogni creatura (Colossesi 1:15)

Il primogenito dai morti (Colossians 1:18) o Il primogenito dei morti (Apocalisse 1:5)

La primizia di quelli che dormono (1 Corinzi 15:20)

Il Principio e la Fine (Apocalisse 1:8; 22:13)

Il principio della creazione di Dio (Apocalisse 3:14)

Il primo e l’ultimo (Apocalisse 22:13)

L’Alfa e l’Omega (Apocalisse 1:8; 22:13)

Il testimone fedele e verace (Apocalisse 3:14)

L’Amen (Apocalisse 3:14)

Il Vivente (Apocalisse 1:18)

Il Santo (Apocalisse 3:7)

Il giusto (Isaia 53:11)

Il Verace (Apocalisse 3:7)

Il Fedele e il Verace (Apocalisse 19:11)

—————————————————————————————————————————

Il Re (Matteo 25:34,40)

Il Re che viene nel nome del Signore (Luca 19:38)

Il Re dei Giudei (Matteo 27:11)

Il Re d’Israele (Giovanni 1:49)

Il Re della Figliuola di Sion (Giovanni 12:15)

Il Re di gloria (Salmo 24:9)

Il Re dei re (Apocalisse 17:14)

—————————————————————————————————————————

L’Apostolo e il Sommo Sacerdote della nostra professione di fede (Ebrei 3:1)

Il duce della nostra salvezza (Ebrei 2:10)

Il Pastore e Vescovo delle anime nostre (1 Pietro 2:25)

—————————————————————————————————————————

Un uomo di dolore, familiare col patire (Isaia 53:3)

Un agnello senza difetto né macchia, ben preordinato prima della fondazione del mondo, ma manifestato negli ultimi tempi per noi (1 Pietro 1:19-20)

Un corno di salvezza (o un potente salvatore) (Luca 1:69)

Una gran luce (Matteo 4:16)

Un grande profeta (Luca 7:16)

Un profeta potente in opere e in parole dinanzi a Dio e a tutto il popolo (Luca 24:19)

Un uomo che Dio ha accreditato fra i Giudei mediante opere potenti e prodigi e segni che Dio fece per mezzo di lui fra i Giudei (Atti 2:22)

Un fondamento solido (Isaia 28:16)

Una pietra angolare preziosa (Isaia 28:16)

Una pietra provata (Isaia 28:16)

Una pietra d’inciampo e un sasso d’intoppo (1 Pietro 2:8)

Un Dottore venuto da Dio (Giovanni 3:2)

Un misericordioso e fedel sommo sacerdote nelle cose appartenenti a Dio (Ebrei 2:17)

Un gran Sommo Sacerdote che è passato attraverso i cieli (Ebrei 4:14)

Un avvocato presso il Padre (1 Giovanni 2:1)

Una splendida corona (Isaia 28:5)

Un diadema d’onore (Isaia 28:5)

Un germoglio giusto (Geremia 23:5)

Un germe di giustizia (Geremia 33:15)

Un uomo che ci ha detto la verità che ha udita da Dio (Giovanni 8:40)

—————————————————————————————————————————

Qualcuno più grande del tempio (Matteo 12:6)

Uno più grande di Salomone (Matteo 12:42)

Uno più grande di Giona (Matteo 12:41)

—————————————————————————————————————————

La nostra giustizia, santificazione e redenzione (1 Corinzi 1:30)

Il nostro Signore (Romani 5:1)

Il nostro Salvatore (Tito 1:4)

La nostra Pasqua (1 Corinzi 5:7)

La nostra vita (Colossesi 3:4)

La nostra speranza (1 Timoteo 1:1)

La nostra pace (Efesini 2:14)

—————————————————————————————————————————

Colui che doveva venire (Romani 5:14)

Colui che è venuto con acqua e con sangue (1 Giovanni 5:6)

Colui che serve (Luca 22:27)

Colui che non ha conosciuto peccato (2 Corinzi 5:21)

Colui che il Padre ha santificato e mandato nel mondo (Giovanni 10:36)

Colui che Dio ha mandato (Giovanni 3:34)

Colui che viene nel nome del Signore (Matteo 23:39)

Colui che viene dall’alto (Giovanni 3:31)

Colui che viene dal cielo (Giovanni 3:31)

Chi cerca la gloria di colui che l’ha mandato (Giovanni 7:18)

Colui che è disprezzato dagli uomini (Isaia 49:7)

Colui che è detestato dalla nazione (Isaia 49:7)

Colui che sostenne una tale opposizione dei peccatori contro a sè (Ebrei 12:3)

Colui che era stato messo a prezzo, messo a prezzo dai figliuoli d’Israele (Matteo 27:9)

Colui che sarà dominatore in Israele (Michea 5:1)

Colui che hanno trafitto (Giovanni 19:37)

Colui che Dio ha risuscitato (Atti 13:37)

Colui che è morto e risuscitato per noi (2 Corinzi 5:15)

Colui che è disceso nelle parti più basse della terra (Efesini 4:9)

Colui che è salito al disopra di tutti i cieli, affinchè riempisse ogni cosa (Efesini 4:10)

Colui che ci ama, e ci ha liberati (o lavati) dai nostri peccati col suo sangue (Apocalisse 1:5)

Colui che è in noi (1 Giovanni 4:4)

Colui che battezza con lo Spirito Santo (Giovanni 1:33)

Colui che ci ha chiamati mercè la propria gloria e virtù (2 Pietro 1:3)

Colui che semina la buona semenza (Matteo 13:37)

Colui che è dal principio (1 Giovanni 2:13)

Colui che porta a compimento ogni cosa in tutti (Efesini 1:23)

Colui che ha la chiave di Davide, colui che apre e nessuno chiude, colui che chiude e nessuno apre (Apocalisse 3:7)

Colui che tiene le sette stelle nella sua destra, e che cammina in mezzo ai sette candelabri d’oro (Apocalisse 2:1)

Colui che la spada acuta a due tagli (Apocalisse 2:12)

Colui che ha i sette Spiriti di Dio e le sette stelle (Apocalisse 3:1)

Colui del quale hanno scritto Mosè nella legge, ed i profeti (Giovanni 1:45)

—————————————————————————————————————————

Figliuolo di Giuseppe (Luca 3:23)

Il falegname (Marco 6:3)

Il Figliuolo di Maria (Marco 6:3)

Il fratello di Giacomo e di Giosè, di Giuda e di Simone (Marco 6:3)

—————————————————————————————————————————

Gesù di Nazaret (Atti 10:38)

Nazareno (Matteo 2:23)

Gesù il Galileo (Matteo 26:69)

Davide (Ezechiele 37:24)

Maestro Buono (Marco 10:17)

Maestro (Matteo 22:36; 23:10)

Ogni cosa e in tutti (Colossians 3:11)

Erede di tutte le cose (Ebrei 1:2)

Pietra vivente (1 Pietro 2:4)

Sommo Sacerdote dei futuri beni (Ebrei 9:11)

Duce e perfetto esempio di fede (Capo e compitore della fede – Diod.) (Ebrei 12:2)

Signore del sabato (Luca 6:5)

Principe e Governatore dei popoli (Isaia 55:4)

Testimonio ai popoli (Isaia 55:4)

Ministro del santuario e del vero tabernacolo, che il Signore, e non un uomo, ha eretto (Ebrei 8:2)

Ministro dei circoncisi (Romani 15:8)

Consigliere (Isaia 9:5)

Ammirabile (Isaia 9:6)

Emmanuele (Matteo 1:23-24), che interpretato, vuol dire ‘Dio con noi’

Padre eterno (Isaia 9:5)

Dio potente (Isaia 9:5)

A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen

Lista compilata da Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/05/25/i-nomi-e-i-titoli-di-gesu/

NOI NON SIAM SOTTO LA LEGGE DI MOSE’, MA SOTTO LA LEGGE DI CRISTO

Sono sorti in seno alla fratellanza coloro che vorrebbero costringerci a giudaizzare, e quindi assoggettarci alla legge di Mosè, e così perdere quella libertà che abbiam ricevuto in Cristo. Ora sappiate fratelli che i credenti in Cristo Gesù non sono sotto la legge di Mosè, ma sono sotto la legge di Cristo. Se fossimo sottomessi alla legge di Mosè, come dicono costoro, allora per forza di cose dovremmo pure stare sottomessi al riposo del sabato, all’ imposizione della decima, alla circoncisione della carne, poi ci sarebbero le festività, e cosi via … Ma noi ben sappiamo che tutte queste cose erano l’ombra dei futuri beni. In Cristo non c’è l’annullamento della legge, ma l’adempimento della legge. Essendo mutato il sacerdozio, avviene per necessità anche un mutamento di legge. Ora per mezzo della legge noi siam morti alla legge, per vivere a Dio, quindi noi non siam più sotto la legge di MOSE’ ma sotto la legge di CRISTO. Inoltre il ministerio dello Spirito o ministerio della giustizia è superiore al ministerio della morte o chiamato anche ministerio della condanna. Il ministerio della morte fù scolpito in lettere su pietre, mentre il ministerio dello Spirito è stato scritto con lo Spirito dell’Iddio vivente; non su tavole di pietra, ma su tavole che son cuori di carne; inoltre mentre il ministerio della morte doveva andare a sparire, il ministerio dello Spirito invece ha da durare. Ora, così come la donna maritata è per la legge legata al marito mentre egli vive, se il marito muore, ella è sciolta da quella legge che la lega al marito; così anche noi essendo morti a quella che ci teneva soggetti, non serviamo in vecchiezza di lettera ma in novità di spirito, essendo appunto sciolti dai legami della legge; perché sappiamo che la lettera uccide ma lo Spirito vivifica, appunto per simboleggiare la differenza che c’è tra l’Antico e il Nuovo Patto, tra il ministerio della condanna e il ministerio dello Spirito. Perciò fratelli la legge dello Spirito della vita in Cristo Gesù, ci ha affrancati dalla legge del peccato e della morte. Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti.

 La grazia sia con tutti quelli che amano il Signor nostro Gesù Cristo con purità incorrotta.

 Larizza Salvatore