Sarete perseguitati e odiati da tutti

Fratelli e sorelle nel Signore, ma vi siete mai chiesti perché Gesù disse ai suoi discepoli queste parole : ‘E sarete odiati da tutti a cagion del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato. E quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un’altra; perché io vi dico in verità che non avrete finito di percorrere le città d’Israele, prima che il Figliuol dell’uomo sia venuto. Un discepolo non è da più del maestro, né un servo da più del suo signore. Basti al discepolo di essere come il suo maestro, e al servo d’essere come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebub il padrone, quanto più chiameranno così quei di casa sua!’? (Matteo 10:22-25) Dico, vi siete mai chiesti perché noi discepoli del Signore saremo perseguitati e odiati da tutti? Perché mai gli uomini dovrebbero perseguitarci e odiarci se facciamo loro sempre del bene, benedicendoli, aiutandoli quando sono nel bisogno e pregando per loro affinché siano salvati? E vi siete mai chiesti perché il mondo ha odiato Gesù (cfr. Giovanni 15:18) quantunque anch’Egli fece del bene dappertutto? Questo succede fratelli perché Gesù testimoniò del mondo che le sue opere erano malvage (cfr. Giovanni 7:7) e cosi facciamo ognuno di noi. Noi discepoli di Gesù, seguendo l’esempio del maestro, riceviamo dal mondo lo stesso trattamento che ricevette Gesù. È chiaro dunque perché il mondo ci odia, come è altresì chiaro perché molti che si dicon fratelli non vengono invece odiati dal mondo; perché essi non recano affatto questa stessa testimonianza che recò Gesù, poiché son divenuti in realtà amici del mondo, e per questa ragione il mondo li ama e non li odia. Costoro inoltre non vogliono vivere piamente in Cristo Gesù e di conseguenza non vengono neppure perseguitati. (cfr. 2Timoteo 3:12) Disse bene Gesù quando disse ai suoi discepoli queste parole : ‘Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe quel ch’è suo; ma perché non siete del mondo, ma io v’ho scelti di mezzo al mondo, perciò vi odia il mondo. Ricordatevi della parola che v’ho detta: Il servitore non è da più del suo signore. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma tutto questo ve lo faranno a cagion del mio nome, perché non conoscono Colui che m’ha mandato.’ (Giovanni 15:18-21) Quindi voi diletti e fedeli servitori del Signore, continuate a testimoniare del mondo che le sue opere sono malvage, senza stancarvi, e continuate a vivere in questo mondo temperatamente, giustamente e piamente, sapendo che a motivo di ciò sarete perseguitati e odiati da tutti, e perseverate cosi facendo fino alla fine dei vostri giorni. Ricordatevi della parola detta da Gesù : Il servitore non è da più del suo signore. La grazia sia con tutti voi.

Salvatore Larizza

Annunci

I massoni non riconoscono il vero Gesù Cristo

Gesù Massoni

Se domandate a un massone chi era Gesù Cristo, egli vi risponderà che ‘era un maestro, un uomo saggio, un grande riformatore; e che và ammirato e riverito come tanti altri che hanno scritto, con la loro vita, parte della storia e creato dei grandi movimenti.’ Se lo domandate invece ad un cristiano, egli vi risponderà che ‘è il Figliuolo di Dio, che è morto sulla croce per i nostri peccati e che è risuscitato per la nostra giustificazione. Vi dirà pure che Egli è l’unica via che conduce a Dio e che và glorificato, amato e servito.’

Salvatore Larizza

Avviso Importante : ‘Non voglio avere nessuna comunione con coloro che definendosi ‘cristiani’ sono bugiardi e oltraggiatori’

IPOCRITI

Comunico a tutti coloro che ancora continuano a sperare in una mia eventuale ‘unione’ con coloro che chiamandosi ‘fratelli’ si sono dimostrati essere dei bugiardi e degli oltraggiatori; che con queste persone non voglio averci niente a che fare (cfr. Salmi 26:4; cfr. 1Corinzi 5:11). La vostra speranza riponetela nel Signore e invocateLo affinché costoro possano ravvedersi e possano dimostrare con il loro ‘frutto’ di essere dei servitori di Cristo in fatti e in verità. Ricordatevi che le ‘sole parole’ di coloro che si dicono cristiani, non sono altro che ‘fumo’ negli occhi, il cristiano portà con sè un frutto ben visibile e ben riconoscibile (cfr. Matteo 7:15-28). Che gli ipocriti, i falsi, i bugiardi e gli oltraggiatori stiano e si riuniscano con quelli come a loro; io voglio stare con coloro che con sincerità e purità incorrotta servono il Signore Gesù Cristo. Spero di essere stato chiaro, una volta per tutte.

Salvatore Larizza

Messico: 70 evangelici minacciati di essere crocifissi

Lo scorso 12 settembre, 70 evangelici messicani sono stati espulsi dal loro villaggio. I loro avversari avevano minacciato di crocifiggerli se avessero rifiutato di andarsene via.

Se non lasciate immediatamente il villaggio bruceremo e distruggeremo le vostre case, e sarete crocifissi o linciati!

Questo è l’ultimatum che hanno ricevuto le famiglie evangeliche di San Rafael Tlanalapan, nello stato di Puebla, nel sud-est del Messico. Da allora hanno trovato rifugio nei villaggi circostanti, ma hanno perso tutto.

È da molto tempo che gli evangelici del villaggio sono discriminati. Dal 2006 non hanno più accesso alla rete idrica, e nonostante siano quasi un centinaio, non hanno il diritto di avere un luogo di culto.

Ma la situazione è veramente peggiorata due settimane fa quando il leader religioso locale ha incitato a cacciare via tutti gli evangelici del villaggio.

In questo villaggio, la religione locale è un misto di credenze cattoliche e riti tradizionali. Rifiutando di partecipare a questi riti, gli evangelici si attirano l’ira delle autorità e dei loro vicini.

Via | portesouvertes.fr

Tratto da : http://illuminatobutindaro.org/2011/09/20/messico-70-evangelici-minacciati-di-essere-crocifissi/