Francesco incontra importanti ‘leaders evangelici’

MASSIMA ATTENZIONE A QUESTA NOTIZIA. Francesco si è incontrato con degli importanti ‘leaders evangelici’ per pianificare l’alleanza tra la Chiesa Cattolica Romana e gli Evangelici, o meglio sancire una «unità nella diversità». L’incontro si è tenuto il 24 giugno 2014 in Vaticano presso il Palazzo Santa Marta. Ecco i nomi di coloro che si sono incontrati con lui: John e Carol Arnott (fondatori di Catch The Fire), Kenneth Copeland (fondatore di KCM Ministries), James Robison (fondatore di Life Outreach Int.), Geoff Tunnicliffe (Capo della Worldwide Evangelical Alliance ossia l’Alleanza Evangelica Mondiale). C’era anche Tony Palmer (Vescovo della Communion Evangelical Episcopal Churches). Nella foto sotto potete riconoscere Kenneth Copeland assieme a Tony Palmer alla destra di Francesco.

francesco-pentecostali

copeland-francesco

Fonte: http://revivalmag.com/article/unity-diversity#.U6sm413XyxI.facebook ; https://www.facebook.com/161708630551336/photos/a.681190731936454.1073741827.161708630551336/681190775269783/?type=1

Come potete vedere a questo incontro c’era pure il capo dell’Alleanza Evangelica Mondiale e quindi sappiate che l’Alleanza Evangelica Italiana ha stabilito di portare i suoi membri ad unirsi al Vaticano. Chi dunque fa parte dell’AEI ha la conferma di quello che abbiamo già detto, e cioè che l’AEI collabora con il diavolo e non poteva essere altrimenti visto e considerato che l’Alleanza Evangelica Mondiale è nata in un tempio massonico.

Peraltro Geoff Tunnicliffe, il presidente dell’Alleanza Evangelica Mondiale – che ha partecipato all’incontro in Vaticano con Francesco – ha commentato questa foto dicendo: «Che gioia essere con Papa Francesco per alcune ore a discutere argomenti vicini al cuore di Dio» (What a joy to be with Pope Francis for several hours to discuss matters close to God’s own heart – Fonte: https://www.facebook.com/geoff.tunnicliffe).

geoff-francesco

Vergognoso e scandaloso.

USCITE E SEPARATEVI DALL’AEI. Guardatevi e ritiratevi da tutti coloro che promuovono questa diabolica alleanza o unità nella diversità.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2014/06/26/francesco-incontra-predicatori-pentecostali/

—————

Ecco anche il video messaggio che il cosiddetto ‘papa’ Francesco ha mandato a Kenneth Copeland e alla chiesa che quest’uomo ‘pasce’, con lo scopo di ricercare l’unità :

State in guardia fratelli perchè molto presto vedremo anche in Italia parecchie organizzazioni ‘evangeliche’ rientrare pubblicamente sotto le ali del vaticano, seguendo il cattivo esempio di costoro. Rigettate questa falsa unione che essi ricercano e ammonite tutti coloro che in un modo o in un altro li appoggiano e li incoraggiano. Guardatevi da tutti coloro che definendosi ‘fratelli’ siano degli idolatri : ‘Non abbiate nessun tipo di comunione spirituale con costoro’. State sani.

 

Salvatore Larizza

Annunci

Contro i ponti degli sprezzatori

E’ il periodo della costruzione di tanti ponti da parte di tante Chiese Pentecostali. C’è chi ha costruito o sta costruendo ponti con lo Stato Italiano, chi con la Chiesa Cattolica Romana, chi li costruisce con i Valdesi, o i Battisti, o i Metodisti, o la Chiesa dei Fratelli, o la Chiesa Riformata, e chi anche con gli Avventisti e i ‘Gesù solo’. E quasi tutti hanno costruito ponti con il mondo, con questo presente secolo malvagio, introducendo quindi all’interno delle Chiese ogni sorta di mondane concupiscenze, divertimenti, piaceri, e pratiche pagane, con il pretesto che in Cristo siamo liberi!

Il materiale usato per costruire questi ponti si chiama ‘compromesso’, in quanto tutte queste alleanze vengono fatte a scapito della verità, della giustizia, e della santità; in una parola, a danno della Parola di Dio.

Se si esaminano attentamente infatti queste alleanze, si nota chiaramente una rinuncia ad una parte del consiglio di Dio, e questo per poter soddisfare l’alleato di turno. In certi casi infatti sono stati accantonati degli insegnamenti della Bibbia, che sono letteralmente spariti dalle dottrine insegnate da questa o quest’altra chiesa pentecostale. In altri casi, si decide di non parlare di un certo insegnamento pur accettandolo, o di non dire che chi non lo accetta è nell’errore, o di non affermare che questo o quest’altro atto o comportamento è peccato, e questo perché non si può far sentire il proprio amico nell’errore! E quindi viene tollerato il disprezzo di questo o di quest’altro insegnamento biblico, la trasgressione di questo o quest’altro comandamento di Cristo. E tutto ciò per non dire addio all’amicizia, addio all’alleanza, che equivarrebbe a dire addio a soldi, titoli, privilegi, favori, gloria umana!

Queste sono alleanze che Dio detesta, e questo perché vengono contratte sprezzando la Sua Parola. E già perché quelli che le contraggono sono degli sprezzatori della Parola di Dio, e non degli estimatori. A parole dicono che considerano la Scrittura quale essa è veramente, cioè quale Parola di Dio, unica fonte autorevole in materia di dottrina e di fede e morale, ma nei fatti la disprezzano, e noi consideriamo proprio i fatti di costoro che hanno una voce più forte delle loro parole.

Costoro rientrano tra gli ipocriti, di cui Dio disse tramite Isaia: “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuor loro è lontano da me. Ma invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che son precetti d’uomini” (Matteo 15:8-9).

E cosa disse Gesù ai suoi discepoli a proposito di costoro? “Lasciateli” (Matteo 15:14). Ecco cosa bisogna fare nei confronti di costoro dunque, fratelli, LASCIARLI. Questo significa ritirarsi da costoro, e lasciarli alla loro caparbietà di cuore, alla loro ribellione da cui non vogliono ravvedersi. Sì, perché la caratteristica di queste ‘guide cieche’ è che non vogliono ravvedersi. Rifiutano di riconoscere i loro errori dottrinali e comportamentali, i loro compromessi. Sono persone ostinate, che non fanno altro che far biasimare la dottrina di Dio e la via della verità.

E allora non rimane altro da fare che separarsi da questi pastori ribelli e dai loro seguaci. Che disse Paolo ai santi di Roma infatti? “Or io v’esorto, fratelli, tenete d’occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro. Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18).

Io vi posso dire per esperienza personale che rimanere con costoro è dannoso oltre che inutile, perché sono conduttori e Chiese RIBELLI, che RIFIUTANO DI CONFORMARE IL LORO PARLARE E IL LORO MODO DI VIVERE ALLA PAROLA DI DIO IN QUANTO HANNO DECISO DI PIACERE AGLI UOMINI.

E quindi, fratelli, se state frequentando ancora questo tipo di Chiese, vi esorto a ritirarvi dagli sprezzatori della Parola di Dio. Fatelo, per amore del Signore. Non ve ne pentirete mai.

Ricordatevi che l’apostolo Paolo ha detto a Timoteo: “Procaccia giustizia, fede, amore, pace con quelli che di cuor puro invocano il Signore” (2 Timoteo 2:22). Quindi non con coloro che invocano il Signore con un cuore doppio, con un cuore che non teme Dio e non trema dinnanzi alla Sua Parola, con un cuore lontano da Dio; ma solo con coloro che di cuore puro invocano il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo.

Fratelli, pregate dunque Dio che vi metta sul vostro cammino persone che invocano il Signore con un cuore puro, con i quali adorarlo e servirlo nella purità e semplicità rispetto a Cristo. Badate bene, non ho detto ‘persone perfette’, perché abbiamo tutti delle imperfezioni dinnanzi a Dio. Egli trova difetti nei suoi angeli, pensate se non li trova in noi. Ma ho detto persone che invocano di puro cuore il Signore, e quindi persone che amano e temono Dio veramente, e non solo a parole. Hanno anche loro i loro difetti, sbagliano pure loro, non sono senza peccato, ma sono persone sincere e oneste, umili e fedeli.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/06/24/contro-i-ponti-degli-sprezzatori/