Gli occhi dell’Eterno sono in ogni luogo

È scritto che ‘gli occhi dell’Eterno sono in ogni luogo, osservando i cattivi ed i buoni.’ (Proverbi 15:3) E dunque : ‘Dove me ne andrò lungi dal tuo spirito? e dove fuggirò dal tuo cospetto? Se salgo in cielo tu vi sei; se mi metto a giacere nel soggiorno dei morti, eccoti quivi. Se prendo le ali dell’alba e vo a dimorare all’estremità del mare, anche quivi mi condurrà la tua mano, e la tua destra mi afferrerà. Se dico: Certo le tenebre mi nasconderanno, e la luce diventerà notte intorno a me, le tenebre stesse non possono nasconderti nulla, e la notte risplende come il giorno; le tenebre e la luce son tutt’uno per te.’ (Salmi 139:7-12) Sappi dunque che non puoi affatto nasconderti dall’Eterno, poichè i Suoi occhi sono in ogni luogo e osservano ogni cosa. Non ti illudere.

Salvatore Larizza

A cena ‘Lorenzin e Federfarma’

Questa al centro è una foto risalente a Novembre 2015, scattata ad una ‘serata di gala’ del 20/11/2015, organizzata dalla Federfarma Roma, presso il Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotel. Alla vostra sinistra il Senatore Andrea Mandelli, Presidente FOFI (Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani), mentre alla vostra destra il presidente della Federfarma (Federazione Nazionale Unitaria Titolari di Farmacia) Annarosa Racca; al centro entrambi con il ministro della Salute del governo Gentiloni, Beatrice Lorenzin, e il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti (seduto alla sinistra della Lorenzin), ‘ospiti d’onore’ di questa serata di gala. Oltre a loro erano presenti circa 1200 farmacisti romani.

http://farmaciavirtuale.it/federfarma-roma-lancia-farmamagazine-e-scoppiano-le-polemiche-per-la-cena/

http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm

Ecco la foto ingrandita :

Salvatore Larizza

L’Eterno ha fatto posare i miei piedi sulla roccia

Io ringrazio di cuore Iddio poiché ‘Egli m’ha tratto fuori da una fossa di perdizione, dal pantano fangoso; ha fatto posare i miei piedi sulla roccia, ed ha stabilito i miei passi.’ (Salmi 40:2) Si, l’Eterno m’ha tratto fuori da una fossa di perdizione e ha posato i miei piedi sulla roccia spirituale, che è Cristo Gesù il Signore. (cfr. 1Corinzi 10:4)

Salvatore Larizza

Enza Tomaselli viene guarita da Dio durante il battesimo in acqua

Enza Tomaselli, che era chiamata «Enza la sorella cieca», è stata guarita durante il battesimo in acqua che ha ricevuto sulla spiaggia di Catania il 14 maggio 2017 organizzato dalla Chiesa ADI di Catania che si raduna in Via Susanna, di cui è pastore Paolo Lombardo, membro del Consiglio Generale delle ADI (Assemblee di Dio in Italia).
I fratelli che l’hanno battezzata si chiamano Carmelo Isaia (quello anziano alla sinistra di Enza) e Mario Biangiardi (quello giovane alla sua destra), che non sono pastori in quanto in seno alla Chiesa ADI sono conosciuti come collaboratori.
Enza Tomaselli è stata guarita da «Ptosi palpebrale bilaterale di grado severo. Strabismo fixus convergente». La commissione medica aveva riconosciuto Enza: «Portatore di Handicap», in base alla legge 104. Dopo la guarigione di domenica 14 maggio, Enza non chiederà i benefici INPS. Così si legge sulla pagina facebook della «Televisione Pentecostale Italiana»

Fonte: https://www.facebook.com/televisionepentecostaleitaliana/

In questo video vedrete prima il suo battesimo e il momento in cui recupera la vista; poi parte dell’intervista che le ha fatto il giornalista Salvatore Loria, fratello del presidente delle ADI Felice Antonio Loria; poi come ora cammina senza accompagnamento e guida l’auto; ed infine sentirete Paolo Lombardo confermare che Enza Tomaselli era non vedente.

A Dio, che opera tutte le cose secondo il consiglio della propria volontà, sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen.

Giacinto Butindaro

P.S.

L’abbraccio con il papà ed altre persone dopo il battesimo e la guarigione …

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2017/05/19/enza-tomaselli-viene-guarita-da-dio-durante-il-battesimo-in-acqua/

Dimorate in Lui, camminate come Egli camminò

Fratelli e sorelle nel Signore, continuate a credere fermamente nel Signore Gesù Cristo, e ‘dimorate in lui, affinché, quando egli apparirà, abbiam confidanza e alla sua venuta non abbiam da ritrarci da lui, coperti di vergogna.’ (1Giovanni 2:28) E ‘chi dice di dimorare in lui, deve, nel modo ch’egli camminò, camminare anch’esso.’ (1Giovanni 2:6b)

Salvatore Larizza

Continuiamo a camminare per la stessa via

Fratelli e sorelle nel Signore, ‘dal punto al quale siamo arrivati, continuiamo a camminare per la stessa via.’ (Filippesi 3:16) Non riguardate a coloro che camminano ‘da nemici della croce di Cristo; la fine de’ quali è la perdizione, il cui dio è il ventre, e la cui gloria è in quel che torna a loro vergogna; gente che ha l’animo alle cose della terra.’ (Filippesi 3:18b-19) Riguardate piuttosto a Gesù e studiatevi di camminare come Egli camminò.

Salvatore Larizza

Presta attenzione alla Parola e confida nell’Eterno

È scritto che ‘chi presta attenzione alla Parola se ne troverà bene, e beato colui che confida nell’Eterno!’ (Proverbi 16:20) Poiché ‘ogni parola di Dio è affinata col fuoco. Egli è uno scudo per chi confida in lui.’ (Proverbi 30:5) Non siate dunque incirconcisi d’orecchi come lo fu il popolo di Israele, poichè esso fu un popolo ribelle, incapace di prestare attenzione alla Parola dell’Eterno, secondo che è scritto : ‘A chi parlerò io, chi prenderò a testimonio perché m’ascolti? Ecco, l’orecchio loro è incirconciso, ed essi sono incapaci di prestare attenzione; ecco, la parola dell’Eterno è diventata per loro un obbrobrio, e non vi trovano più alcun piacere.’ (Geremia 6:10) E ancora : ‘Così dice l’Eterno: Fermatevi sulle vie, e guardate, e domandate quali siano i sentieri antichi, dove sia la buona strada, e incamminatevi per essa; e voi troverete riposo alle anime vostre! Ma quelli rispondono: ‘Non c’incammineremo per essa!’ Io ho posto presso a voi delle sentinelle: ‘State attenti al suon della tromba!’ Ma quelli rispondono: ‘Non staremo attenti’. Perciò, ascoltate, o nazioni! Sappiate, o assemblea de’ popoli, quello che avverrà loro. Ascolta, o terra! Ecco, io fo venire su questo popolo una calamità, frutto de’ loro pensieri; perché non hanno prestato attenzione alle mie parole; e quanto alla mia legge, l’hanno rigettata.’ (Geremia 6:16-19)

Salvatore Larizza