ATTENZIONE : ‘Il predicatore Benny Hinn torna in Italia’

Il predicatore Benny Hinn è stato invitato ad Aprile in Italia dalla CEIZS Italia (http://www.ceizsitalia.com/lei/ev-benny-hinn.html), che è associata a: Alleanza Evangelica Italiana / European Evangelical Alliance (EEA), e Incontri Pastorali del Lazio – IPL (http://www.ceizsitalia.com/ceiz…/ceizs-italia-benvenuto.html). Vi abbiamo già messo in guardia da lui tante volte, ma torniamo a farlo perché l’amore di Cristo ci costringe. E’ un servo di Mammona, come servono Mammona anche quelli che lo invitano. Lasciateli perdere, cercano solo i vostri soldi. E lasciate pure perdere le organizzazioni a cui è associata la CEIZS Italia.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

P.S. Leggi i tanti avvertimenti che in questi anni abbiamo dato su Benny Hinn
http://giacintobutindaro.org/…/pastori-o-predic…/benny-hinn/

CEIZS HINN

Benny Hinn in Italia

Il servo di Mammona Benny Hinn è stato invitato in Italia (a Roma) a tenere delle riunioni a Novembre di quest’anno, come si può vedere da questa locandina.

benny-hinn-italia

Sulla pagina Facebook aperta per questo evento si legge a proposito ‘Acquista Online il Tuo Biglietto di Ingresso per Due Serate! Posti Limitati, Costo Euro 20 Compreso Spese di Spedizione RACCOMANDATA!’ (fonte: https://www.facebook.com/events/163123653889434/) Già perchè bisogna pagare per incontrarsi con la presenza di Dio!!! Lasciate perdere, fratelli, questi eventi. Non abbiate niente a che fare con Benny Hinn, che è un operatore di scandali e un portatore di false dottrine (andate qua per documentarvi su Benny Hinn). E guardatevi da tutti coloro che lo ammirano e lo invitano.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2013/09/19/benny-hinn-in-italia/

Benny Hinn continua a sedurre: fa mettere i pastori in fila per farli toccare dal Figlio di Dio in persona!


Fratelli nel Signore, le scene che vedrete in questo video sono tra le più vergognose e scandalose che abbia mai visto durante una riunione di Benny Hinn, come anche di qualsiasi altro predicatore.

Innanzi tutto Benny Hinn comincia con il dire: ‘Sì, Signore, lo farò!’ (per far credere che lui ha ricevuto questo comando da Dio stesso), e poi chiama un gruppo di pastori che sono sulla piattaforma a mettersi in fila, uno dietro l’altro in fila diritta. Poi chiede a coloro che sono sotto vicino alla piattaforma di allontanarsi un pò da essa (sec. 41).
Poi, sempre per creare grande aspettazione e far credere che lì sul palco sta per accadere qualcosa di molto importante, chiede a chi sta facendo le riprese con la telecamera di andare via dalla piattaforma (sec. 52).
A questo punto Benny Hinn guarda i pastori messi in fila e dice (sec. 57): ‘Sta per accadere qualcosa adesso per dimostrare alle persone che Egli è sulla piattaforma. Io andrò e starò là, e il Figlio di Dio sta per venire e stare in piedi proprio qua. Io lo inviterò a venire e stare proprio qua. E voi uno per uno verrete qua, e Lui vi toccherà’. Quindi esorta la folla a non battere le mani e a non muoversi (min. 1:38-41), perchè il momento è importantissimo.
Ecco che ora Benny Hinn dice (min. 1:47): ‘Benedetto Redentore, ora io ti dono il servizio di culto. Prendilo dalla mia mano, e mostra a questi pastori che io non ho niente a che fare con questo! Questo è il tuo servizio di culto!’
Eccolo ora quindi che sempre per creare grande aspettativa invita delle persone a lasciare la piattaforma, facendo dei gesti eloquenti e dicendo con tono perentorio ‘Velocemente!’ (min. 2:9). E questo perchè Benny dice che il Figliuolo di Dio ‘non condividerà la piattaforma con nessun altro’ (min. 2:29)! Alcuni però li autorizza a rimanere sulla piattaforma, e di loro fa il nome (min. 2:54).
E adesso (min. 2:57) inizia il momento clou. Benny dice ai pastori: ‘Signori, ora io Gli dono (o affido) il servizio di culto, e voi venite e alzate le vostre mani davanti a Lui e gli chiedete di toccarvi mentre vi avvicinate a questa area proprio qua’ (e fa loro segno del posto giusto) – min. 3:11.
I pastori cominciano allora ad avvicinarsi ad uno ad uno e giunti in quel posto cadono in avanti o si piegano per cadere avanti. Fa anche il nome di qualcuno dicendogli ‘Egli ti vuole toccare!’ (min. 4:18)
‘Signori, avvicinatevi’ dice loro, ‘chiedetegli di toccarvi’, gli dice (min. 4:49-5:3). Poi si sente Benny Hinn che recita un pianto e dice altre cose fasulle. Mentre avviene tutto ciò, tra quelli che stanno in piedi sotto davanti alla piattaforma un piccolo bambino si avvicina alla piattaforma, e Benny Hinn si arrabbia ordinando di portare via quel bambino da là (min. 7:5), che viene prontamente afferrato e portato via!
Poi chiama per nome qualcuno invitandolo a farsi avanti sulla piattaforma per ricevere un fresco tocco da parte del Maestro (min. 8)! Questo uomo si chiama David, e Benny Hinn gli dice: ‘Avvicinati, David, Egli sta chiamando il tuo nome, posso sentirlo, posso sentirlo che ti chiama per nome!’ (min. 8:36) Anche questo David naturalmente dopo una sceneggiata, si prostra a terra.
Poi Benny Hinn con una voce bassa esorta la folla ad alzare le mani e lodare Dio (min. 9:22).

Che dire? Credo che Benny Hinn abbia manifestato anche in questa occasione quello che è, cioè un operaio fraudolento dedito ad arti seduttrici dell’errore, che è riuscito a sedurre veramente tante persone in tutto il mondo.
Vi esorto quindi per l’ennesima volta a guardarvi e ritirarvi da questo impostore.

Chi ha orecchi da udire oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/04/06/benny-hinn-continua-a-sedurre-fa-mettere-i-pastori-in-fila-per-farli-toccare-dal-figlio-di-dio-in-persona/

 

“PERCHE’ VE NE STATE QUI TUTTO IL GIORNO INOPEROSI?” (Matteo 20:6)

In questi ultimi giorni la proliferazione dei falsi insegnamenti si è manifestata in molte chiese e ha aggredito l’integrità delle Scritture. Nessuno è pronto ad accusare i ministri che promuovono dottrine eretiche, nessuno osa dichiarare l’errore di un falso pastore. I profeti del Vecchio Testamento, Gesù stesso e gli apostoli, hanno messo in chiaro che molti verranno nel Nome del Signore, professando di seguirlo, ma che in realtà presentano un’immagine di Dio diversa da quello che presenta la Scrittura. Riguardo questi, Paolo diceva che “…molti camminano da nemici della croce di Cristo (ve l’ho detto spesso e ve lo dico anche ora piangendo)…” (Filippesi 3:18).

Falsi maestri, falsi apostoli, falsi fratelli ecc… hanno la capacità di danneggiare o addirittura distruggere la semplice fede in Cristo “trasmessa ai santi una volta per sempre” (Giuda v.3). Gesù disse che molti sarebbero stati ingannati da falsi cristi (Matteo 24:5-10,24).

Come pastore che ha inconsapevolmente promosso eresie per dodici anni, so bene il pericolo che incombe per la propria fede nell’aver manipolato la dottrina cristiana e nell’aver presentato un “falso Gesù”. L’eresia non è un giocattolo,ma una bugia che distrugge il rapporto tra il Salvatore e i salvati, e conduce le pecore in un deserto pieno di predatori violenti.

E’ necessario fare i nomi di chi promuove eresie o dottrine extrabibliche, un’ azione scomoda, ma di assoluta necessità se vogliamo fare uscire allo scoperto la Verità. Se un ladro, un vandalo, venisse ad abitare nel vostro quartiere, voi chiedereste il nome, il cognome e dove ha vissuto, per stare in guardia voi e le vostre famiglie da costui. Quanto più, dunque,nelle questioni spirituali, abbiamo bisogno di stare in guardia sia per le nostre anime e sia per le anime dei nostri fratelli? Il pericolo di convivere con l’eresia non  può essere sottovalutato. Errori dottrinali corrodono il Corpo di Cristo, la Chiesa (2 Timoteo 2:17-18). Ricordiamo la storia dell’antico Israele, quando la corruzione del popolo,condotto dai falsi profeti, stancava Dio ed Egli non esitava a correggere duramente. Abbiamo dimenticato il monito:“Poichè tutto ciò che fu scritto nel passato, fu scritto per nostra istruzione, affinchè mediante la pazienza e la consolazione che ci provengono dalle Scritture, conserviamo la speranza.” ( Romani 15:4)

La chiesa di oggi è sopraffatta da false dottrine, da nuovi emozioni e rivelazioni che la Scrittura infallibile condanna. Uomini come Kenneth Copeland, che nega che Gesù ha espiato i peccati, Benny Hinn, la cui presenza sul palco induce molti a credere che egli è un vero messaggero di Dio e di essere sotto l’unzione,che chiede pubblicamente le maledizioni contro i suoi avversari. Ma questi sono solo alcuni esempi di ministri corrotti che con le loro dottrine, i loro falsi segni e miracoli hanno prodotto uno sciame di imitatori, falsi pastori che emulano fedelmente i loro idoli per attirare pecore smarrite, proclamando un “vangelo” in contrasto con il Cristo della Bibbia.

Il tempo del lungo silenzio è passato, se il prezzo del dire la Verità è la condanna da parte della comunità religiosa, così sia. La voce di Cristo come nei secoli passati grida ancora oggi: “Perchè ve ne state qui tutto il giorno inoperosi?”

(Matteo 20:6).

Conoscere la Verità e non denunciare la menzogna è peccato!

“Non partecipate alla opere infruttuose delle tenebre; piuttosto denunciatele.”

(Efesini 5:11)

Non è un suggerimento o una sfida, ma un COMANDO!

Salvato per grazia

Kevin M. Reeves

Tratto da: “Kevin Reeves, The other side of the river”

Guardatevi e ritiratevi da Mario Gozzi di Radio Fede Italia

Fratelli nel Signore, la Scrittura afferma: “Or io v’esorto, fratelli, tenete d’occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro. Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18).

Ed è per questa ragione dunque che noi vi esortiamo e scongiuriamo a guardarvi e ritirarvi da Mario Gozzi di Radio Fede Italia, in quanto promuove insegnamenti falsi e comportamenti che sono in aperto contrasto con la santità che s’addice alla casa di Dio. Tra i suoi insegnamenti troviamo infatti il messaggio della prosperità, e il pastorato femminile, come anche la ‘santa risata’, e la caduta a terra. E’ inoltre un ammiratore del libro ‘Il rifugio’ che è pieno di eresie.

Sappiate che lui e tutti coloro che lo approvano, lo appoggiano, e collaborano con lui, perchè condividono i suoi insegnamenti e i suoi comportamenti, contrastano la verità ed hanno mutato la grazia di Dio in dissolutezza, in quanto fanno della libertà un’occasione alla carne.

Vi renderete conto di questo ascoltando una ‘predicazione’ di Mario Gozzi dal titolo ‘Ubriachi di Spirito Santo’ scaricabile da qua.

E guardando questo video in cui vengono documentati comportamenti diabolici, scandalosi e disordinati da parte del defunto predicatore Kenneth Hagin, di cui Mario Gozzi è un grande ammiratore, che il Gozzi approva pienamente ritenendoli opera dello Spirito Santo, e difatti alla fine del video sentirete le sue parole di approvazione sui comportamenti di Kenneth Hagin visti in questo video tratte dalla sua ‘predica’ dal titolo ‘Ubriachi di Spirito Santo’.

Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti.

La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con voi

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2011/02/13/guardatevi-e-ritiratevi-da-mario-gozzi-di-radio-fede-italia/

Giovane predicatore che segue le orme di Benny Hinn

Questo giovane predicatore si chiama Wagner, e come potete vedere sia dal modo di vestire che dai movimenti è un imitatore di Benny Hinn.

Giacinto Butindaro

Tratto da :  http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2011/01/26/giovane-predicatore-che-segue-le-orme-di-benny-hinn/

Contro l’eresia ‘il sangue di Gesù Cristo non era umano’ (insegnata tra gli altri anche da Benny Hinn)

E’ da secoli che in seno alla Chiesa di Dio circola una dottrina sul sangue di Cristo che afferma che il sangue di Gesù non era umano ma divino, in quanto Gesù Cristo lo ricevette direttamente da Dio Padre e non da Maria sua madre. Il principale verso della Scrittura preso dai sostenitori di questa dottrina è il seguente: “Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue” (Atti 20:28). Basandosi sulle ultime parole di questo verso, costoro concludono che il sangue di Cristo era il sangue di Dio, cioè il sangue del Padre, e perciò esso non era affatto sangue umano.

Secondo questa dottrina, dunque, Cristo non prese il suo sangue da Maria nel suo seno. Non lo prese da ella perché altrimenti esso sarebbe stato impuro, e quindi Dio Padre diede al Figlio un sangue divino.

Uno di quelli che sostengono questa dottrina è Benny Hinn, pastore dell’Orlando Christian Center in Orlando, Florida, predicatore della prosperità conosciuto e seguito da tanti anche qui in Italia. Durante una sua predicazione, Benny Hinn infatti ha affermato: ‘Non esiste l’immacolata concezione. Non voglio offendere i Cattolici, c’è solo un Agnello, perfetto Agnello. La Bibbia dice che noi siamo comprati con il sangue di Dio. Nel libro degli Atti Paolo scrive: “la quale egli ha acquistata col proprio sangue”. Ed egli dice: ‘Pascete la Chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue’. Quindi il sangue di Gesù è perfetto, il sangue di Gesù non venne da sua madre, non poteva venire (da sua madre). Se fosse venuto da sua madre, esso sarebbe stato contaminato, perché ella era una peccatrice, ella era una peccatrice quando nel Magnificat chiamò Dio ‘Mio Salvatore’. Non dimenticate questo: ‘L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio ha esultato in Dio mio Salvatore’. Quando lei entrò in casa di sua cugina Elisabetta, ella profetizzò; Maria disse: ‘L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio ha esultato in Dio mio Salvatore’. Nel momento in cui ella entrò in casa di Elisabetta, ella dichiarò: ‘Io sono una peccatrice ed ho bisogno di un salvatore’. … se il sangue di Maria era contaminato, allora il sangue di Gesù non venne da essa. Devo insegnare questo nelle chiese cattoliche. E quando ella disse: ‘Mio Salvatore’ ella dichiarò al mondo: ‘Ho bisogno di un Salvatore’. Quindi tutto quello che ella fu, fu colei che portò (nel suo seno) il Figlio di Dio. Quindi il sangue che scorreva attraverso le sue vene, non venne da Maria; venne direttamente da Dio. Perché? Perché il sangue del primo Adamo non venne da sua madre, egli non aveva una madre. Come il sangue del primo Adamo venne da Dio, così anche il sangue del secondo Adamo venne direttamente da Dio, non da una donna, non da un uomo di nome Giuseppe. Qualcuno gridi: ‘Alleluia!’ Noi siamo redenti dal sangue di Dio’.

Ascoltate – come conferma – anche queste sue affermazioni in questo video (sia all’inizio che dal minuto 7):

Nota beneè interessante notare che nelle informazioni su questo video pubblicato su YouTube troviamo scritto quanto segue: ‘Per soprannaturali “difficoltà tecniche”, il mio amico evangelista discepolobenedetto — ha “dovuto” chiedere a me, di mettere sul mio canale, questo insegnamento totalmente erroneo, del mio prezioso Benny Hinn. [tuttavia, è proprio rarissimo trovare in Benny Hinn, degli errori teologici]. Se Maria non ha dato, anche lei, la carne è il sangue? Allora, non hanno valore le genealogie e la stessa umanità di Gesù diventa simbolica, cadendo tale insegnamento nella eresia nestoriana’. Discepolobenedetto è il nome di chi pubblica tanti video di Benny Hinn su YouTube.

Ora, questa dottrina è falsa e adesso la confuterò.

Innanzi tutto diciamo che l’espressione ‘Chiesa di Dio’ di Atti 20:28 non significa ‘la Chiesa del Padre’, in quanto alcune volte nel Nuovo Testamento il termine ‘Dio’ si riferisce anche al Figliuolo di Dio, come per esempio quando Paolo dice: “Dei quali (Israeliti) sono i padri, e dai quali è venuto, secondo la carne, il Cristo, che è sopra tutte le cose Dio benedetto in eterno. Amen.” (Romani 9:5). In questo caso dunque bisogna dire che ‘Dio’ si riferisce al Figliuolo e non al Padre.

In secondo luogo, diciamo che affermare che il sangue di Cristo era divino e non umano significa negare la vera umanità di Cristo. Gesù era perfettamente umano, il che significa che lui ricevette sia la sua carne che il suo sangue da sua madre Maria. Egli fu fatto in ogni cosa simile a noi, secondo che è scritto: “Laonde egli doveva esser fatto in ogni cosa simile ai suoi fratelli, affinché diventasse un misericordioso e fedel sommo sacerdote nelle cose appartenenti a Dio, per compiere l’espiazione de’ peccati del popolo” (Ebrei 2:17), e difatti è scritto anche: “Poiché dunque i figliuoli partecipano del sangue e della carne, anch’egli vi ha similmente partecipato” (Ebrei 2:14). Come potete vedere, le parole ‘fatto in ogni cosa simile ai suoi fratelli’ e ‘anch’egli ha partecipato del sangue e della carne dei figliuoli di Dio, cioè noi’ indicano che il corpo di Gesù Cristo era fatto di carne umana e di sangue umano, e difatti per questo la Scrittura lo chiama ‘uomo’. Giovanni il Battista lo chiamò uomo quando disse: “Dietro a me viene un uomo che mi ha preceduto, perché egli era prima di me” (Giovanni 1:30), e Gesù Cristo stesso si definì un uomo quando disse ai Giudei: “Ma ora cercate d’uccider me, uomo che v’ho detta la verità che ho udita da Dio; così non fece Abramo” (Giovanni 8:40). E in virtù di ciò quindi Egli potè offrire sia la sua carne che il suo sangue per riconciliarci con Dio. Ecco perché Paolo attribuisce la nostra riconciliazione con Dio Padre all’offerta sia della carne che del sangue di Cristo, quando dice: “Poiché in lui si compiacque il Padre di far abitare tutta la pienezza e di riconciliare con sé tutte le cose per mezzo di lui, avendo fatto la pace mediante il sangue della croce d’esso; per mezzo di lui, dico, tanto le cose che sono sulla terra, quanto quelle che sono nei cieli. E voi, che già eravate estranei e nemici nella vostra mente e nelle vostre opere malvage, ora Iddio vi ha riconciliati nel corpo della carne di lui, per mezzo della morte d’esso” (Colossesi 1:19-22). Come potete vedere, secondo Paolo, ambedue le cose tramite cui siamo stati riconciliati con Dio, vale a dire la carne e il sangue di Cristo, erano umani. Se invece dicessimo che il sangue di Cristo era divino mentre la sua carne era umana, allora bisognerebbe dire che Cristo per redimerci offrì un sacrificio, cioè il suo corpo, che aveva una parte umana (la carne) e una parte divina (il sangue), e quindi che non era interamente umano, e perciò che sulla croce non morì un vero uomo come noi per riconciliarci con Dio. E’ del tutto antibiblico quindi dire che la carne di Cristo era umana mentre il suo sangue era divino. Coloro che dicono una simile cosa per enfatizzare la divinità di Cristo, fanno un grave errore che va ad intaccare la Sua umanità e quindi le loro parole sono da rigettare.

In merito al discorso secondo cui se Cristo avesse ricevuto il suo sangue da Maria il suo sangue sarebbe stato contaminato, esso è fallace e vano, in quanto allora potremmo dire la stessa cosa anche riguardo ad altre parti del suo corpo fisico. In altre parole, potremmo e dovremmo dire pure che se Gesù avesse ricevuto la sua carne da Maria, allora la carne di Gesù sarebbe stata contaminata, e quindi la sua carne non era umana ma celeste, e così via. E allora dovremmo concludere che Gesù era un essere celeste, e non un essere umano, cioè un vero uomo come noi. Ma questo significherebbe annullare la natura umana di Cristo. Cosa che comunque si fa anche se si afferma che solo una singola parte del suo corpo era celeste mentre le altre erano umane. In altre parole, basta negare la natura umana di un solo componente del corpo di Cristo, per negare la natura umana di Cristo nella sua interezza.

In merito poi alla seguente affermazione di Benny Hinn ‘Come il sangue del primo Adamo venne da Dio, così anche il sangue del secondo Adamo venne direttamente da Dio, non da una donna, non da un uomo di nome Giuseppe’, dico questo. Paolo quando parla del primo Adamo e dell’ultimo Adamo, del primo uomo e del secondo uomo, sta parlando della resurrezione corporale in quanto dice che prima viene il corpo naturale (quello dalla terra), e dopo viene il corpo spirituale (quello dal cielo), secondo che egli dice: “Così pure della risurrezione de’ morti. Il corpo è seminato corruttibile, e risuscita incorruttibile; è seminato ignobile, e risuscita glorioso; è seminato debole, e risuscita potente; è seminato corpo naturale, e risuscita corpo spirituale. Se c’è un corpo naturale, c’è anche un corpo spirituale. Così anche sta scritto: Il primo uomo, Adamo, fu fatto anima vivente; l’ultimo Adamo è spirito vivificante. Però, ciò che è spirituale non vien prima; ma prima, ciò che è naturale; poi vien ciò che è spirituale. Il primo uomo, tratto dalla terra, è terreno; il secondo uomo è dal cielo. Quale è il terreno, tali sono anche i terreni; e quale è il celeste, tali saranno anche i celesti. E come abbiam portato l’immagine del terreno, così porteremo anche l’immagine del celeste” (1 Corinzi 15:42-49). Quindi mettersi a citare ‘il primo uomo e il secondo uomo’ per cercare di spiegare l’origine divina del sangue di Cristo è a dir poco assurdo.

Ma allora come facciamo a dire che Gesù prese anche il suo sangue da Maria, e nello stesso tempo che il suo sangue era perfetto, senza alcuna contaminazione? Possiamo dirlo perché il concepimento di Gesù fu opera dello Spirito Santo, secondo che l’angelo Gabriele disse a Maria: “Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà dell’ombra sua; perciò ancora il santo che nascerà, sarà chiamato Figliuolo di Dio” (Luca 1:35), e secondo che dice Matteo: “Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe; e prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta per virtù dello Spirito Santo” (Matteo 1:18). E quindi quando Maria rimase incinta per lo Spirito Santo, lo Spirito e la potenza di Dio fecero sì da impedire che il sangue del bambino nel suo grembo ricevesse una qualsiasi contaminazione. Quindi, il sangue di Cristo era puro e perfetto, ma non perché era il sangue di Dio Padre, cioè perché era un sangue celeste, ma in virtù dell’opera dello Spirito Santo e della potenza di Dio nel grembo di Maria, che impedirono che il fanciullo contraesse la sia pur minima impurità o contaminazione da sua madre. Che cosa impedisce di credere che lo Spirito di Dio e la potenza di Dio abbiano fatto una simile cosa? A noi niente. E poi se lo Spirito di Dio e la potenza di Dio fecero sì che la carne di Cristo non fosse contaminata dal peccato che era in Maria, che cosa ci impedisce di credere che poterono anche evitare che il sangue di Cristo ricevesse una qualche contaminazione da Maria? Se lo Spirito e la potenza di Dio ci sono riusciti con la carne di Cristo per forza di cose devono esserci riusciti anche con il suo sangue. Non vi pare?

Quindi, la verità è che Gesù Cristo, il Figlio di Dio, coeterno con il Padre, diventò un vero essere umano con un corpo quindi come il nostro, ma preservato da qualsiasi contaminazione spirituale in ogni suo componente. Egli era un vero uomo, e fu quindi in virtù del suo perfetto corpo umano (simile al nostro e non uguale, in quanto la sua carne non era contaminata dal peccato come lo è la nostra) che Egli poté diventare un misericordioso e fedel Sommo Sacerdote e redimerci dai nostri peccati mediante il Suo prezioso sangue.

A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Nessuno dunque, fratelli, vi seduca con vani ragionamenti. Rigettate questa dottrina del sangue non umano di Cristo, perché va ad intaccare la natura umana di Cristo, e può condurre ad un’altra eresia che è quella della carne celeste di Cristo, anche questa una vecchia eresia.

La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con tutti coloro che lo amano con purità incorrotta. Amen.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2011/01/12/contro-l%E2%80%99eresia-%E2%80%98il-sangue-di-gesu-cristo-non-era-umano%E2%80%99-insegnata-tra-gli-altri-anche-da-benny-hinn/