Il Papa calza delle eccellenti calzature artigianali realizzate dal novarese Adriano Stefanelli


Giudicate voi da persone intelligenti quali siete se quest’uomo sia o meno il ‘vicario di Cristo’ o il cosiddetto ‘successore di Pietro’. L’apostolo Pietro disse un giorno ad un uomo zoppo fin dalla nascita queste parole : ‘Dell’argento e dell’oro io non ne ho; ma quello che ho te lo do: Nel nome di Gesù Cristo il Nazareno; cammina! E presolo per la man destra, lo sollevò; e in quell’istante le piante e le caviglie de’ piedi gli si raffermarono’ (Atti 3:6-7). Oggi il cosiddetto Papa direbbe a quell’uomo : ‘Vuoi oro e argento? Certo, tieni quanto ne vuoi! Ho visto che sei zoppo, vuoi anche un paio di calzature eccellenti? Tieni, prendile pure, consolati con queste!’

Salvatore Larizza

Annunci

22 commenti su “Il Papa calza delle eccellenti calzature artigianali realizzate dal novarese Adriano Stefanelli

  1. salvo ha detto:

    che vergogna!

    • luca ha detto:

      Allora anzitutto desidero rispondere che il papa non può di certo andare via come un povero e poi scusate la chiesa cattolica cristiana ha una lunga tradizione, cerimoniali, vestizioni, oggetti di culto molto preziosi… tutto questo non lo contiamo e nella nostra Italia siamo colmi di opere d’arte e di grandi artisti. Sono signori miei i missionari che devono adattarsi al mondo e fare della loro vocazione un voto di castità alla povertà, ma non il papa anche perché è colui che guida e governa la chiesa.

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Luca difatti la chiesa cattolica romana con le sue lunghe tradizioni, cerimoniali e vestizioni rispecchia benissimo queste parole di Gesù : ‘Tutte le loro opere le fanno per essere osservati dagli uomini; difatti allargano le lor filatterie ed allungano le frange de’ mantelli; ed amano i primi posti ne’ conviti e i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze e d’esser chiamati dalla gente: «Maestro!»’ (Matteo 23:5-7) Sappi inoltre che la ‘VERA’ chiesa non è di certo guidata a e governata dal cosiddetto ‘papa’, ma dal Signore Gesù Cristo.

    • luca ha detto:

      Chi ha scritto questo articolo si deve vergognare altamente così offende se stesso se è cattolico e pure anche il papa.

  2. stefan ha detto:

    chi ha scritto questo articolo probabilmente anche lui porta l’infradito fatto con bottiglie di plastica.
    chi non ha peccato scagli la prima pietra.

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Stefan qui nessuno ha detto che si deve andare in giro con le bottiglie di plastica ai pedi. Questo articolo serve per fare comprendere alle persone che il cosiddetto ‘papa’, che dice di essere il ‘vicario di Cristo’, è in realtà un impostore, e che di Gesù Cristo non ha proprio nulla. Dovrebbe dare l’esempio a vestirsi in maniera umile e modesta, invece mostra uno stile di vita ‘lussuoso’. Difatti indossa oro, veste abiti e calzature costose, ha un grande potere ed un prestigio in questa terra impressionante. Evidentemente questo è il suo regno, ma di certo non è quello dei ‘cristiani’. Dio ti benedica.

      • stefan ha detto:

        sicuramente dio vuole che sia così. sempre la sua volontà prima di tutto. penso che altrimenti come farebbe ad arrivare fino ai confini della terra per evangelizzare il mondo. la chiesa è ricca perchè tante persone donano. e tanto di quello donato viene usato per chi ha bisogno, altro viene usato per sostenere un’organizzazione fatta di strutture, persone, famiglie che lavorano per essa. non mi soffermo sulle scarpe anzi meglio che siano di marca e comode così potra fare più km. e poi se cristo scendesse sulla terra, credimi, gli farei scarpe d’oro non di prada.

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Stefan ma che vai dicendo? Perchè il papa và ‘a piedi’ fino ai confini della terra!? E poi a portare cosa? Quale evangelo? Un falso evangelo, un vangelo basato sulle opere dell’uomo, un vangelo mischiato con la tradizione cattolica romana piena di falsità e di precetti d’uomini che annullano i comandamenti di Dio. Inoltre l’ho capito che se venisse Gesù in terra tu gli faresti delle scarpe d’oro; ma ti assicuro che sarebbe Gesù a non accettare le tue scarpe d’oro. Questo vostro modo sbagliato di ragionare scaturisce dal fatto che voi cattolici romani avete una visione distorta di Gesù e della Parola di Dio. Spero proprio che il Signore ti dia intendimento. Dio ti benedica.

  3. stefan ha detto:

    Rispose Simon Pietro: “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente”.

    E Gesù: “Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli.

    E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.

    A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli”.

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Stefan ma è possibile mai che voi cattolici romani per difendere il cosiddetto ‘papa’ date sempre le stesse risposte prive di fondamento biblico? La Bibbia và tagliata rettamente per non rimanere confusi, ricordatelo sempre questo. Ora, analizziamo bene il testo da te citato e sii sincero nel cospetto di Dio quando leggerai ciò che ho da dirti, e non fuggire come fanno tutti gli altri. E’ scritto : ‘Poi Gesù, venuto nelle parti di Cesarea di Filippo, domandò ai suoi discepoli: Chi dice la gente che sia il Figliuol dell’uomo? Ed essi risposero: Gli uni dicono Giovanni Battista; altri, Elia; altri, Geremia o uno de’ profeti. Ed egli disse loro: E voi, chi dite ch’io sia? Simon Pietro, rispondendo, disse: Tu sei il Cristo, il Figliuol dell’Iddio vivente. E Gesù, replicando, gli disse: Tu sei beato, o Simone, figliuol di Giona, perché non la carne e il sangue t’hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è ne’ cieli. E io altresì ti dico: Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa, e le porte dell’Ades non la potranno vincere. Io ti darò le chiavi del regno dei cieli; e tutto ciò che avrai legato sulla terra sarà legato ne’ cieli, e tutto ciò che avrai sciolto in terra sarà sciolto ne’ cieli.’ (Matteo 16:13-19)

      Simon Pietro alla domanda di Gesù rispose con questa affermazione: ‘Tu sei il Cristo, il Figliuol dell’Iddio vivente’.
      Questa risposta di Pietro fù una rivelazione che gli diede il Padre, e per questa ragione fù dichiarato beato dal Signore Gesù.
      Ed è questa rivelazione che costituisce quella pietra su cui è edificata la Chiesa di Dio e non Pietro come erroneamente voi cattolici romani dite. L’apostolo Pietro comprese bene quelle parole del Signore, difatti egli scrisse ai santi nella sua prima epistola queste parole : ‘Accostandovi a lui, pietra vivente, riprovata bensì dagli uomini ma innanzi a Dio eletta e preziosa, anche voi, come pietre viventi, siete edificati qual casa spirituale, per esser un sacerdozio santo per offrire sacrificî spirituali, accettevoli a Dio per mezzo di Gesù Cristo. Poiché si legge nella Scrittura: Ecco, io pongo in Sion una pietra angolare, eletta, preziosa; e chiunque crede in lui non sarà confuso.’ (1Pietro 2:4-6)
      Cosa questa confermata anche dall’apostolo Paolo quando ai santi di Efeso scrisse queste parole : ‘Voi dunque non siete più né forestieri né avventizî; ma siete concittadini dei santi e membri della famiglia di Dio, essendo stati edificati sul fondamento degli apostoli e de’ profeti, essendo Cristo Gesù stesso la pietra angolare, sulla quale l’edificio intero, ben collegato insieme, si va innalzando per essere un tempio santo nel Signore.’ (Efesini 2:19-21)
      Queste parole non turbano affatto i credenti anzi li fanno gioire. Sapere che la Chiesa di Dio viene edificata su Gesù Cristo e non su un uomo. E poi tra le altre cose era già stato predetto dal Signore per mezzo del profeta Isaia in questi termini : ‘Perciò così parla il Signore, l’Eterno: Ecco, io ho posto come fondamento in Sion una pietra, una pietra provata, una pietra angolare preziosa, un fondamento solido; chi confiderà in essa non avrà fretta di fuggire.’ (Isaia 28:16)
      Poi per quanto riguarda quelle altre parole in aggiunta a cui ti riferisci, e cioè : ‘Io ti darò le chiavi del regno dei cieli; e tutto ciò che avrai legato sulla terra sarà legato ne’ cieli, e tutto ciò che avrai sciolto in terra sarà sciolto ne’ cieli’ sappi che per ‘chiavi del regno dei cieli’ si deve intendere che Dio si è usato dell’apostolo Pietro per ‘aprire’ le porte della grazia sia ai Giudei che ai Gentili di nascita. E questo perché le prime conversioni dei Giudei (cfr. Atti 2:14-47) e dei gentili (cfr. Atti 10:1-48) si son verificate per mezzo di una predicazione dell’apostolo Pietro. Mentre per quanto riguarda le parole ‘tutto ciò che avrai legato sulla terra sarà legato ne’ cieli, e tutto ciò che avrai sciolto in terra sarà sciolto ne’ cieli’ sono parole queste che Gesù non ha rivolto solo a Pietro ma anche agli altri, quando gli disse in un’altra occasione : ‘Io vi dico in verità che tutte le cose che avrete legate sulla terra, saranno legate nel cielo; e tutte le cose che avrete sciolte sulla terra, saranno sciolte nel cielo’ (Matteo 18:18). Dunque bando alle ciance Stefan, attieniti a ciò che è scritto nella Parola di Dio e non a quello che ti hanno inculcato i preti. Dio ti benedica.

      • stefan ha detto:

        scusa ma chi ti ha insegnato a tagliare rettamente per non rimanere confusi, e ad analizzare i versetti della bibbia?

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Lo Spirito Santo, secondo che è scritto : ‘Queste cose v’ho detto, stando ancora con voi; ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v’insegnerà ogni cosa e vi rammenterà tutto quello che v’ho detto.’ (Giovanni 14:25-26)

  4. stefan ha detto:

    quindi se ho capito bene tu tramite lo spririto santo comprendi meglio la bibbia?

  5. stefan ha detto:

    ?

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Stefan, non si parla di avere il ‘dono dello Spirito’ ma di avere lo Spirito. Cioè lo Spirito di Dio abita nei credenti (cfr.1Corinzi 3:16) e li guida nella verità (cfr.Giovanni 16:13). Se tu ti ravvedi e credi in Gesù Cristo, riceverai anche tu lo Spirito di Dio e verrà ad abitare in te. Ma l’uomo naturale NON riceve le cose dello Spirito perchè gli sono pazzia (cfr.1Corinzi 2:14). Dio ti benedica.

  6. mario mariano ha detto:

    Il Papa IL VICARIO DI CRISTO si deve confrontare con i re della terra non con gli indigeni ecc.. e va vestito con decoro e dignità! LA COLPA DEL XKè QUELL’UOMO VA IN GIRO COSI E DEL SUO GOVERNO PAGANO ED IDOLATRA.
    Dio nella storia dell’uomo, non ha mai proibito le offerte (frutto del nostro lavoro) da dare in suo onore e dei suoi servitori che lavorano nella sua vigna o messe per annunciare la sua Parola del vangelo. Ma ha proibito l’idolatria del denaro, dell’oro e dell’argento e di qualsiasi altra cosa che porti il cuore lontano da Lui!
    Anzi a coloro che lo seguono gli promette questo : Mc 10, 28 Pietro allora prese a dirgli: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito». 29 Gesù gli rispose: «In verità io vi dico: non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo [1,1+] , 30 che non riceva già ora, in questo tempo, cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà.
    Mt 17. 24 Quando furono giunti a Cafàrnao, quelli che riscuotevano la tassa per il tempio si avvicinarono a Pietro e gli dissero: «Il vostro maestro non paga la tassa [Es 30,13s] ?». 25 Rispose: «Sì». Mentre entrava in casa, Gesù lo prevenne dicendo: «Che cosa ti pare, Simone? I re della terra da chi riscuotono le tasse e i tributi? Dai propri figli o dagli estranei?». 26 Rispose: «Dagli estranei». E Gesù replicò: «Quindi i figli sono liberi. 27 Ma, per evitare di scandalizzarli, va’ al mare, getta l’amo e prendi il primo pesce che viene su, aprigli la bocca e vi troverai una moneta d’argento. Prendila e consegnala loro per me e per te». Mt 17,24 tassa: lett.: «didramma», contributo annuale e personale per i bisogni del tempio. Mt 17,25 figli: cioè: «dai loro sudditi» (cf. 13,38 ). Ma Gesù gioca sulla metafora semitica di «figlio» per designare se stesso, il Figlio (cf. 3,17 ; 17,5 ; 10,32s ; 11,25-27 ; ecc.), e con lui i discepoli, che sono suoi fratelli ( 12,50 ) e figli del medesimo Padre ( 5,45 ; ecc.; cf. Mt 4,3+ ). Mt 17,26 Alla fine di questo v il ms 713 (sec. XIII) presenta questa aggiunta: «Disse Simone: “Sì”. Dice Gesù: “Dunque paga come estraneo rispetto a loro”».
    Gesù stesso per non dare scandalo pagò l’ingresso la tassa per il tempio che servirono al tempio stesso per il suo mantenimento strutturale ecc. Tutto questo sta a significare che Gesù approva che sia giusto dare le offerte alla sua chiesa, pagare l’otto per mille ecc.
    Es 30, 1313 Chiunque verrà sottoposto al censimento, pagherà [Mt 17,24] un mezzo siclo, conforme al siclo del santuario, il siclo di venti ghera. Questo mezzo siclo sarà un’offerta prelevata in onore del Signore. 14 Ogni persona sottoposta al censimento, dai venti anni in su, corrisponderà l’offerta prelevata per il Signore. 15 Il ricco non darà di più e il povero non darà di meno di mezzo siclo, per soddisfare all’offerta prelevata per il Signore, a riscatto [1Pt 1,18-19] delle vostre vite. 16 Prenderai il denaro espiatorio ricevuto dagli Israeliti e lo impiegherai per il servizio della tenda del convegno. Esso sarà per gli Israeliti come un memoriale davanti al Signore, per il riscatto delle vostre vite». Es 30,15Ricchi e poveri sono uguali davanti a Dio. – Il «siclo del santuario» appare solo nei testi tardivi (qui; 38,24-26 ; Lv 5,15 ; 27,25 ; Nm 3,47 ; 18,16 ). Forse è il siclo antico, del valore di 1/50 di mina e del peso di circa , mentre il siclo corrente era sceso a 1/60 di mina (cf. Ez 45,12 ). Es 30,16 il denaro espiatorio: con il TM; BJ traduce: «il denaro del riscatto» uniformando con quanto segue; ha: «il denaro dell’offerta».
    Altri esempi li vediamo in Es 25. 1Il Signore disse a Mosè: 2«Ordina agli Israeliti che raccolgano per me un’offerta. La raccoglierete da chiunque sia generoso di cuore. 3Ed ecco che cosa raccoglierete da loro come contributo: oro, argento e rame, 4tessuti di porpora viola e rossa, di scarlatto, di bisso e di pelo di capra, 5pelle di montone tinta di rosso, pelle di tasso e legno di acacia, 6olio per il candelabro, balsami per unguenti e per l’incenso aromatico, 7pietre di ònice e pietre da incastonare nell’efod e nel pettorale. 8Essi mi faranno un santuario e io abiterò in mezzo a loro. 9Eseguirete ogni cosa secondo quanto ti mostrerò, secondo il modello della Dimora e il modello di tutti i suoi arredi.
    Da chi Mosè prese tutto quello che Dio gli ha ordinato se non dal popolo!
    Gesù non disse nulla al riguardo della povera vedova che getto tutti i suoi averi nel tesoro del tempio, per ricevere da Dio una grazia.
    Lc 21, 1 Alzàti gli occhi, vide i ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro del tempio. 2 Vide anche una vedova povera, che vi gettava due monetine, 3 e disse: «In verità vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato più di tutti. 4 Tutti costoro, infatti, hanno gettato come offerta parte del loro superfluo. Ella invece, nella sua miseria, ha gettato tutto quello che aveva per vivere».
    Mc 12 41 Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. 42 Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo. 43 Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. 44 Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere». Mc 12,41 La sala del tesoro, nel recinto del tempio, aveva dunque una cassetta esterna per ricevere le offerte.
    Il Tempio, costruito dal grande re Salomone nel primo Libro dei Re descrive come Salomone ha costruito il tempio e ci dice che Salomone è stato lodato da Dio (9,3). (1Re 5-6-7-8).
    Libro di Aggeo 2, 7 Scuoterò tutte le genti e affluiranno le ricchezze [Is 60,7-11] di tutte le genti e io riempirò questa casa della mia gloria, dice il Signore degli eserciti. 8 L’argento è mio e mio è l’oro, oracolo del Signore degli eserciti. 9 La gloria futura di questa casa sarà più grande di quella di una volta, dice il Signore degli eserciti; in questo luogo porrò la pace». Oracolo del Signore degli eserciti.
    Atti 4 32La moltitudine di coloro che eran venuti alla fede aveva un cuore solo e un’anima sola (infatti la chiesa è solo una) e nessuno diceva sua proprietà quello che gli apparteneva, ma ogni cosa era fra loro comune. 33Con grande forza gli apostoli rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti essi godevano di grande simpatia. 34Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano l’importo di ciò che era stato venduto 35e lo deponevano ai piedi degli apostoli; e poi veniva distribuito a ciascuno secondo il bisogno.
    Lo dice il versetto stesso… i Papi (successori di Pietro apostoli del Signore) hanno ricevuto per 2012 anni molti beni dai credenti che poi veniva distribuito a ciascuno, secondo i suo particolare bisogno sia per l’evangelizzazione che per vivere.
    1 Cor 9, 3 La mia difesa contro quelli che mi accusano è questa: 4 non abbiamo forse il diritto di mangiare e di bere? 5 Non abbiamo il diritto di portare con noi una donna [Lc 8,2-3] credente, come fanno anche gli altri apostoli e i fratelli [Mt 12,46+] del Signore e Cefa [Gv 1,42] ? 6 Oppure soltanto io e Bàrnaba [At 4,36+] non abbiamo il diritto di non lavorare [At 18,3+] ?
    7 E chi mai presta servizio militare a proprie spese? Chi pianta una vigna senza mangiarne [2Tm 2,6] il frutto? Chi fa pascolare un gregge senza cibarsi del latte del gregge? 8 Io non dico questo da un punto di vista umano; è la Legge che dice così. 9 Nella legge di Mosè infatti sta scritto: Non [Dt 25,4] metterai la museruola al bue che trebbia. Forse Dio si prende cura [Lc 12,6.24] dei buoi? 10 Oppure lo dice proprio per noi? Certamente fu scritto per noi [10,6+] . Poiché colui che ara, deve arare sperando, e colui che trebbia, trebbiare nella speranza di avere la sua parte. 11 Se noi abbiamo seminato [Rm 15,27 ;Fm 19] in voi beni spirituali, è forse gran cosa se raccoglieremo beni materiali? 12 Se altri hanno tale diritto su di voi, noi non l’abbiamo di più? Noi però non abbiamo voluto servirci [4,12] di questo diritto, ma tutto sopportiamo per non mettere ostacoli al vangelo di Cristo. 13 Non sapete che quelli che celebrano il culto, dal culto traggono il vitto, e quelli che servono all’altare, dall’altare ricevono la loro parte? 14 Così anche il Signore ha disposto che quelli che annunciano il Vangelo vivano [Mt 10,10p] del Vangelo. 1Cor 9,4 A spese delle comunità.1Cor 9,5 una donna credente: var.: «una sposa credente» (BJ). Lett.: «una sorella come sposa».
    Lc 8. 1In seguito egli se ne andava per le città e i villaggi, predicando e annunziando la buona novella del regno di Dio. 2C ‘erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria di Màgdala, dalla quale erano usciti sette demoni, 3Giovanna, moglie di Cusa, amministratore di Erode, Susanna e molte altre,
    1Tm 6, 5 i conflitti di uomini corrotti nella mente e privi della verità, che considerano la religione come fonte di guadagno.
    1Tm 6, 6 Certo, la religione è un grande guadagno, purché sappiamo accontentarci!
    At 4, 34 Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano il ricavato di ciò che era stato venduto 35 e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi veniva distribuito a ciascuno secondo il suo bisogno.
    At 5, 1 Un uomo di nome Anania, con sua moglie Saffìra, vendette un terreno 2 e, tenuta per sé, d’accordo con la moglie, una parte del ricavato, consegnò l’altra parte deponendola ai piedi degli apostoli.
    1Cor 16, 1 Riguardo poi alla colletta in favore dei santi [At 9,13+] , fate anche voi come ho ordinato [Gal 2,10] alle Chiese della Galazia. 2 Ogni primo giorno [Mt 28,1+] della settimana ciascuno di voi metta da parte ciò che è riuscito a risparmiare, perché le collette non si facciano quando verrò. 3 Quando arriverò, quelli che avrete scelto li manderò io con una mia lettera per portare il dono della vostra generosità a Gerusalemme. Circa questa colletta , cf. Rm 15,26-28 ; Gal 2,10 ; 2Cor 8-9 ; At 24,17 . I «santi» (cf. 2Cor 8,4 ) sono i cristiani di Gerusalemme che, molto presto, ebbero bisogno di essere soccorsi ( At 11,29-30 ). Questa colletta occupò un posto importante nelle preoccupazioni di Paolo, che vi vedeva il segno e la garanzia dell’unità tra le Chiese fondate da lui e quelle dei giudeo-cristiani.
    Rm 16 23 Vi saluta Gaio, che “ospita me e tutta la comunità”. Vi salutano Erasto, tesoriere della città, e il fratello Quarto. Quindi Gaio ed Erasto erano benestanti, che aiutavano gratuitamente!
    2Cor 8, 20 Con ciò intendiamo evitare che qualcuno possa biasimarci per questa abbondanza che viene da noi amministrata. 21 Ci [Pr 3,4 (LXX) ;Rm 12,17] preoccupiamo infatti di comportarci bene non soltanto davanti al Signore, ma anche davanti agli uomini.
    Gv 12, 3 Maria [11,2+] allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo. 4 Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: 5 «Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». 6 Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa [13,29] , prendeva quello che vi mettevano dentro.
    Perfino i Dodici avevano una cassa comune dove veni­vano raccolte le offerte fatte loro e di cui il cassiere era Giuda. Gv 12, 6Questo egli disse non perché gl’importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.
    Gv 12, 29 alcuni infatti pensavano che, poiché Giuda teneva la cassa [12,6] , Gesù gli avesse detto: «Compra quello che ci occorre per la festa», oppure che dovesse dare qualche cosa ai poveri.
    Eppure Gesù sapendo che Giuda rubava nonostante che aveva il compito di mantenere la cassa cioè come se fosse un contabile dei loro beni, non lo cacciò via perchè attendeva il suo ravvedimento fino all’ultimo giorno della sua vita. Ma sappiamo tutti che brutta fine fece!
    Abramo, Isacco, Giacobbe, Giuseppe, Giobbe, Re Davide in tempi moderni potremmo dire che erano tutti dei Milionari!
    Quindi tutto ciò non è per niente condannato da Dio.

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Mario ma che vai cianciando!? Il papa non è affatto il vicario di Cristo e nemmeno il successore di Pietro apostolo, ma è un idolatra che di deve convertire dagli idoli all’Iddio vivente e vero. Non và vestito affatto con decoro e dignità come tu dici, perchè è ricoperto di oro e di vesti e calzature lussuose. Dal suo modo di vestire ci si rende conto che non è affatto una persona umile e modesta. Lo sai che si può capire la reale condizione del cuore dell’uomo anche da come và vestito? Quindi ti esorto a smettere di dare attributi a quest’uomo che non gli appartengono affatto. Dio ti benedica.

  7. Luca ha detto:

    Mario Stefan a persone come voi non dovrebbe nemmeno essere rivolta la parola perche una persona che non comprende il bene o il male dovrebbe perlomeno stare zitta .Il papa solo con il bastone ed il suo copricapo papale tempestato di diamanti e pietre preziose e stato valutato che risanerebbe l’Africa con cibo e acqua per dieci anni e forse non sapete che la banca del vaticano e la piu ricca del mondo e nessuno sa’ a quanto ammontano i loro possedimenti ad ora.

    Gesù annuncia la distruzione del tempio, dolori e desolazione.
    La venuta del Figlio dell’uomo ed esortazioni alla vigile attesa.
    Cap. 13,1-37

    *Mentre usciva dal tempio, uno dei suoi discepoli gli disse: Maestro, guarda che pietre, che costruzioni! *Gesù gli rispose: Vedi questi grandi edifici? Non resterà pietra su pietra che non sia abbattuta.

    E Gesù prese a dire: badate che nessuno vi inganni. *Molti verranno nel mio nome dicendo: Sono io! E molti saranno tratti in inganno. *Quando sentirete rumori di guerre, non vi turbate; è necessario che queste cose avvengono, ma non è ancora la fine. *Infatti si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno; vi saranno terremoti in più luoghi e vi saranno carestie: questo è il principio dei travagli. *Badate a voi stessi! Vi tradurranno nei sinedri, e nelle sinagoghe sarete percossi; e per causa mia comparirete davanti a governatori e davanti a re per rendere testimonianza davanti a loro. *Ma prima occorre che il vangelo sia predicato a tutte le genti. *E quando vi condurranno via per consegnarvi, non premeditate ciò che dovete dire, ma direte ciò che vi sarà suggerito in quell’ora, perché non sarete voi a parlare, ma lo Spirito Santo. *Allora il fratello tradirà il fratello, e il padre il figlio; e i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. *E voi sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvo

    E questa se ne volete ancora:
    Vangelo: Mc 10,17-30
    “E’ più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio”: è una delle frasi più note del vangelo, pronunciata da Gesù a commento di un vivace episodio, riassumibile in poche battute. “Che cosa devo fare per avere la vita eterna?
    hahha mi fa piacere anche della vostra ignoranza storica lasciate che vi inlustro i vostri santi padri del passato ed altri cosa hanno fatto vi piacera e dopo potrete vomitare come quasi ho fatto io.
    “Quando vedi una donna pensa che sia un demonio, che sia una sorta di inferno.” – Papa Pio II°

    “Le donne non dovrebbero essere illuminate o educate in nessun modo. Dovrebbero, in realtà, essere segregate poiché sono loro la causa di orrende ed involontarie erezioni di uomini santi.” – Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica

    “Se gli uomini potessero vedere quel che si nasconde sotto la pelle, la vista delle donne causerebbe solo il vomito. Se rifiutiamo di toccare lo sterco anche con la punta delle dita, come possiamo desiderare di abbracciare una donna, creatura di sterco?” – Sant’Odone, abate di Cluny

    “La donna è male sopra ogni altro male, serpe e veleno contro il quale nessuna medicina va bene. Le donne servono soprattutto a soddisfare la libidine degli uomini.” – San Giovanni Crisostomo, cui è particolarmente devoto Herr Joseph Alois Ratzinger, papa Benedetto XVI°

    “I coniugi peccano non appena si abbandonano alla voluttà per cui, dopo, devono pregare: «Perdona, o Dio, la nostra colpa!»” – Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica

    “Quanto maggiore il piacere, tanto più grave il peccato. Chi ama con troppo calore la moglie è un adultero!” – Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica

    “Una madre, in quanto sposata, otterrà in cielo un posto inferiore a quello della figlia in quanto vergine.” – Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica

    “La donna non è fatta a immagine e somiglianza di Dio. È nell’ordine della natura che le mogli servano i loro mariti ed i figli i loro genitori, e la giustizia di ciò risiede nel principio che gli inferiori servano i superiori… È la giustizia naturale che vuole che i meno capaci servano i più capaci. Questa giustizia diventa evidente nel rapporto tra gli schiavi ed i loro padroni, che eccellono in intelletto, ed eccellono in potere.” – Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica, Questioni sull’Eptateuco, Libro I, § 153.
    bhe adesso vi lascio alla vostra religione che non e razzista ed insegna uguaglianza e condivisione .Per favore.

  8. Elisa ha detto:

    Sono pienamente d’accordo con Salvatore Larizza. Gesù predicava con una veste, se li aveva, dei sandali, non mostrava e non ostenrava alcun tipo di ricchezza. Il papa non ha una briciola di umiltà. Dovrebbe provare a fare un un mese in Africa: è facile predicare la carità, ma guardate il caso, il primo a non farla è proprio lui. Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...