Lettera di incoraggiamento per i nostri fratelli che vengono perseguitati dalle Chiese corrotte e mondane

Fratelli nel Signore, sappiate che vi aspettano momenti duri, perchè state tra serpenti e scorpioni pronti a lanciarvi contro il veleno che hanno sotto le loro lingue. Costoro sono quelli che parlano sempre e solo di amore, che vi dicono ‘non giudicare’, e altre cose, ma sono dediti alla diffamazione infatti inventano cose false contro coloro che li riprendono e li confutano mediante le Scritture. Ma Dio renderà loro secondo le loro opere.

Ma quanto a voi, amate la verità, annunziate la verità, e praticate la verità; ammonendoli ed essendo d’esempio ” ai credenti, nel parlare, nella condotta, nell’amore, nella fede, nella castità” (1 Timoteo 4:12).

Nelle afflizioni, siate pazienti, sopportate, sapendo che prima di voi hanno sofferto altri fratelli per la verità e la giustizia. Sapendo che Dio si compiace in coloro che sono veraci, onesti, buoni, leali; ma la sua faccia è contro coloro che sono duri di cuore e d’orecchi, che oltre a diffamare, si abbandonano ai piaceri della vita, essendo carnali e mondani. La santificazione la rigettano, perchè prendono piacere nelle concupiscenze mondane e nella superbia in quanto hanno l’animo alle cose alte e sfarzose. Ci sguazzano dentro a più non posso, ed infatti – spiritualmente parlando – emanano un fetore nauseabondo, che è salito nel cospetto di Dio, e a suo tempo Dio li giudicherà per questo loro compiacimento nella mondanità e nella superbia. Quando li si incontra o li si sente parlare senti un odore di morte, e non di vita; e questo perchè rifiutano di santificarsi.

Io all’inizio della mia conversione ancora certe cose non le capivo appieno, ma le ho capite per esperienza, perchè con il tempo ho sperimentato sulla mia pelle l’ipocrisia, la falsità, l’ingiustizia, la stoltezza, il prendere piacere nel male di questo tipo di persone. E quando ho capito quale era veramente la loro condotta, e il motivo quindi per cui non sentivo comunione con loro, mi sono ritirato da costoro, come ha ordinato di fare Paolo: “Or io v’esorto, fratelli, tenete d’occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro. Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18).

Siate forti, fratelli, siate forti: vi faranno la guerra, ma se continuerete a stare dalla parte del Signore perseverando nel timore di Dio, non vi vinceranno. Torneranno essi a voi, ma voi non tornerete a loro.

Levatevi sempre in favore della verità, turando la bocca ai ribelli: non curanti di quello che potranno dire e fare contro di voi i nemici della verità.

La grazia sia con voi

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/08/02/lettera-di-incoraggiamento-per-i-nostri-fratelli-che-vengono-perseguitati-dalle-chiese-corrotte-e-mondane/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...