Contro l’errore di David Pawson sullo stato intermedio dei morti – Predicazione del 17 Novembre 2010 di Giacinto Butindaro

Fratelli nel Signore, c’è un libro intitolato “La via che porta all’inferno”, che contiene un grosso errore dottrinale riguardante lo stato intermedio dei morti (nel libro ve ne sono anche altri di errori, ma verrà focalizzato questo in particolare). Il libro, molto diffuso nelle librerie evangeliche, è scritto da David Pawson, ed è pubblicato da “Verso la Meta Editrice” di Catania. La prima edizione di questo libro in Italia è uscita nel 1998.
David Pawson è un predicatore itinerante di nazionalità inglese, molto conosciuto in ambito evangelico, di estrazione battista, che è stato un tempo un ministro di culto della chiesa metodista ma poi è passato alla chiesa battista.
Ora, in questo libro, occorre naturalmente dirlo sin dall’inizio, David Pawson parla dell’esistenza dell’inferno, quindi di un luogo di tormento dove saranno tormentati per l’eternità gli empi, e in esso lui confuta coloro che parlano di “annientamento” dei peccatori.
Lui crede quindi che gli empi dopo il giorno del giudizio o comunque nel giorno del giudizio saranno presi e gettati anima e corpo nel fuoco eterno che lui chiama inferno. Dunque di primo acchito parrebbe che sia tutto a posto, ma non è cosi…
In questo libro infatti c’è un grosso errore di David Pawson che concerne lo stato intermedio dei morti per gli empi, cioè per i peccatori che muoiono nei loro peccati.
Ora fermo restando che quando lui usa il termine “inferno” si riferisce al luogo di tormento dove andranno per l’eternità gli empi a partire dalla risurrezione – lui dice queste parole alla pagina 40 di questo libro:
“L’inferno dunque appartiene al futuro, non al presente. Ancora nessuno si trova li, nemmeno il diavolo (se lo fosse non potrebbe avere più influenza sulla terra). Abbiamo risposto alla domanda: quando avrà inizio l’inferno? Nel giorno del giudizio. Quando finirà? Finirà mai? Questa è la questione cruciale che esamineremo adesso.” (E in effetti dopo lui risponde dicendo che non finirà mai) – l’errore di David Pawson che viene da me confutato in questa mia predicazione è questo: lui ritiene che per quanto riguarda lo stato intermedio degli empi che muoiono nei loro peccati la Scrittura non ci da abbastanza, diciamo, nozioni o conferme per dire che vanno in un luogo di tormento con fiamme di fuoco. Io dimostro invece che la Scrittura ci mostra in maniera incontrovertibile che i peccatori, immediatamente dopo la morte, vanno con la loro anima in un luogo di tormento, chiamato Ades, dove vi rimarranno in maniera cosciente fino alla resurrezione, quando saranno gettati anima e corpo in un altro luogo di tormento chiamato Geenna o stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati per l’eternità.
La grazia del Signore sia con voi
Giacinto Butindaro

Contro l’errore di David Pawson sullo stato intermedio dei morti

(PREDICAZIONE)

Tratto da :  http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/11/18/contro-l’errore-di-david-pawson-sullo-stato-intermedio-dei-morti-predicazione-del-17-novembre-2010/

Annunci

16 commenti su “Contro l’errore di David Pawson sullo stato intermedio dei morti – Predicazione del 17 Novembre 2010 di Giacinto Butindaro

  1. conoscigesu ha detto:

    Ciao,
    Volevo contribuire lasciando un commento, dicendo che non è assolutamente un errore, David Pawson ha espresso chiaramente in molti dei suoi sermoni quello che dici tu, come ad esempio in questa predica: http://davidpawson.com.edgesuite.net/Pawson/Audio/David_Pawson_Life_After_Death-_Hell.mp3

    In questa studio (il link qui sopra) lui approfondisce molto bene questo argomento e dice che è vero che i peccatori bruceranno eternamente e ci sarà anche il verme che non muore.

    Non solo, fa dei collegamenti molto belli concernenti la “geenna”, cioè il luogo fisico, in Gersusalemme, dove i criminali, i ladri ecc, venivano gettati dopo essere stati uccisi.
    Una volta che i corpi della genna andavano in putrefazione, e quindi perivano, con l’evidenza dei vermi (naturale conseguenza) i corpi venivano bruciati.
    Gesù quando parla delle geenna prende proprio quel luogo fisico e dice (parafraso ora eh): “Quelli che vengono gettati nella geenna non solo saranno bruciati per sempre dal fuoco, ma i loro vermi non moriranno mai”.
    Ora, un giudeo che ascoltava le parole di Gesù rimaneva molto più impressionato ad ascoltare queste parole.

    Pawson è uno studioso della Bibbia molto famoso per i suoi libri ma soprattutto per essere fedele alle scritture. Attualmente ha scritto un sacco di libri bellissimi proprio sulla Bibbia.
    E’ un uomo che approfondisce sempre e ama la Bibbia.

    Non sto dicendo che non sbaglia mai o che è Dio, sto dicendo che prima di giudicare quello che ha detto/scritto, è meglio ascoltare tutto quello che dice/scrive.
    La scrittura è vero non ci da abbastanza nozioni, ma sono sicuro che lui ha detto questo intendendo che abbiamo solo il nuovo testamento che ci parla della Geenna, e che Gesù fa pochi riferimenti.

    Dio ti benedica!

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      ConosciGesù vedi che in quel libro David Pawson fà capire ai lettori che la Scrittura non è chiara in merito allo stato intermedio di coloro che muoiono nei loro peccati; e che quindi secondo lui non è confermato dalla Scrittura che essi andranno immediatamente dopo morti in un luogo di tormento dove ci sono delle reali fiamme di fuoco. Questo è l’errore che il fratello Giacinto Butindaro ha confutato. Noi non mettiamo in dubbio che il fratello David Pawson in diversi punti sia fedele alle Scritture, ma in questo punto ha sbagliato nell’affermare quelle cose e và ripreso.

      P.s. : Ho letto nel tuo blog, che dici di credere alla trinità (http://conoscigesu.wordpress.com/2012/01/30/cose-la-trinita-ma-soprattutto-e-possibile/) però in questo articolo da te pubblicato tu dici : ‘Non sono 3 dii, i cristiani non adorano 3 persone, ma una. Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono una sola persona con tre “uffici”, “compiti”, diversi ma con un unica volontà.’ Bene, sappi che questo che hai scritto è falso, perchè Il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo non sono 1 persona, ma sono 3 persone e insieme formano un solo Dio. Leggi questo articolo : https://sanadottrina.wordpress.com/2010/05/01/il-concetto-della-trinita-nel-nuovo-testamento/
      Quindi ti esorto a modificare al più presto questo tuo articolo. Dio ti benedica.

      • conoscigesu ha detto:

        Ma hai letto tutto quello che ho scritto? Ho fatto l’esempio di deuteronomio 6:4 dove Mosè dice:ELOHIM. ELOHIM VUOL DIRE I DII (DEI). E continua dicendo Elohim, è uno solo.
        E’ la stessa cosa quando dici con tua moglie: siamo una persona sola.
        Siete due persone è vero ma avete un unico scopo, obbiettivo, desiderio.

        Io credo che ci sia il Padre, che alla Sua destra ci sia Gesù e che ci sia lo Spirito Santo.

        Io non modifico nulla, quello che ho detto è vero e ho messo anche le parole di Gesù: “Io e il padre siamo uno.”

        Credo che sono 3 persone distinte ma sono UNO, proprio come lo credi te. Non sono falso, mi cadono le braccie per queste accuse.

        Ho scritto che non adoriamo tre persone ma una perchè non siamo politeisti ma monoteisti.

        Infatti quando preghiamo possiamo tranquillamente mettere in mezzo la parola Padre, Figlio e Spirito Santo in qualunque ordine. Dire grazie Padre per questa giornata, o dire Grazie Gesù per questa giornata, o dire Grazie Spirito Santo per come mi hai guidato in questa giornata, è la stessa cosa. Tutti e 3 hanno la stessa Gloria e Onore.

        Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo , ti BENEDICA 😉

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Io non detto che sei falso, io ho detto che quello che hai scritto è falso, dunque ti ribadisco che, se credi come me che il Padre e il Figliuolo e lo Spirito Santo siano 3 persone e non una, devi modificare il tuo articolo. Sbagli nell’affermare :’Ho scritto che non adoriamo tre persone ma una perchè non siamo politeisti ma monoteisti.’; difatti non c’entra niente l’essere politeisti o monoteisti perchè Dio è uno nonostante sia composto da tre persone, quindi non fare confusione. Sbagli inoltre nell’affermare : ‘quando preghiamo possiamo tranquillamente mettere in mezzo la parola Padre, Figlio e Spirito Santo in qualunque ordine. Dire grazie Padre per questa giornata, o dire Grazie Gesù per questa giornata, o dire Grazie Spirito Santo per come mi hai guidato in questa giornata, è la stessa cosa.’; questo perchè non è biblico adorare, pregare e cantare allo Spirito Santo; non c’è traccia in TUTTA la Bibbia di una simile pratica, nonostante sappiamo che lo Spirito Santo sia Dio. Noi preghiamo, adoriamo e cantiamo a Dio Padre nel nome di Gesù Cristo per mezzo dello Spirito Santo.
        Dalla Scrittura si evince che è possibile anche rivolgerci direttamente a Gesù, ma mai allo Spirito Santo.

  2. conoscigesu ha detto:

    va bene dai hai ragione 🙂

  3. Purtroppo questo concetto non è chiaro a molti. Dio ci illumini e ci dia grazia di capire la sua parola con umiltà.

  4. Giancaspero Asiel ha detto:

    Pace a tutti mi chiamo Asiel Giancaspero e volevo comunicare che ho sentito la predica di Giacinto Butindaro e non ho trovato nessun errore del fratello David Pawson. Devo dire che dobbiamo stare attenti a quello che uno scrive prima di poterlo giudicare e dire che è un errore.
    Io ho letto il libro di David Pawson e come accurato esegeta fa notare che la discussione con i Farisei non è :”Quando si finirà all’inferno? Appena si muore o più in là?” Ma piuttosto la porsperità. I Farisei non credevano di finire all’inferno perché erano ricchi, anzi credevano che quelle era il segno della prosperità divina. Mentre Gesù era un poveraccio. Questo è il contesto che fa notare il fratello Pawson. Da nessuna parte della Scrittura si dice che uno appena muore va a finire subito all’inferno, ne tantomeno Luca 16. Gesù non stava parlando di quando si finisce all’inferno, anzi il fratello Pawson fa notare che l’inferno è qualcosa che riguarda il ritorno di Gesù, dove finirà il diavolo e i suoi angeli. Matteo 25:41, i tempi sono al futuro e il contesto parla della fine dei tempi. Quindi condivido pienamente il fratello Pawson.

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Giancaspero l’errore c’è ed è stato correttamente confutato dal fratello Giacinto Butindaro, se poi tu non lo vuoi vedere, questo è un altro discorso.

      • Asiel ha detto:

        Caro fratello, forse dovresti comprendere quello che Giacinto ha detto, confrontarlo con il messaggio di David Pawson, e allora noterai che il fratello Butindaro non solo non ha confutato niente, ma al contrario ha nascosto delle cose, e non ha capito nulla di ciò che il fratello David Pawson ha scritto. Comunque sia, se andrai dietro a Butindaro rimarrai confuso come lui, fai attenizione. Da parte mia ho valutato, ho controllato e butindaro è in errore, ma quello che mi dispiace di più e che lui ha nascosto dei fatti, mentre nella sua registrazione offende il fratello Pawson, questo è sbagliato, sopratutto da lui, che critica chi fa certe cose. Quindi stiamo attenti prima di affermare una cosa. Dio ti benedica alla prossima.

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Fratello Giancaspero, secondo David Pawson l’inferno avrà inizio a partire dal giorno del giudizio e non prima, e questo è scritto a pag. 40 del suo libro intitolato “La via che porta all’inferno”; dunque il fratello Giacinto Butindaro ha fatto bene a confutare questo suo errore. Ti posso garantire che il fratello Giacinto non è affatto confuso e non lo sono nemmeno io. Dio ti benedica.

  5. Daniele ha detto:

    Carissimi, in merito all’errore di D. Pawson (che stimo moltissimo), penso sia per lo più dovuto al fatto che lui intenda per Inferno la Geena. A mio modesto avviso, invece l’Inferno non è la Geenna, ma è l’Ades, il soggiorno dei morti, un luogo di tenebre e fiamme, un carcere per le anime non salvate che attendono il giudizio, ma in Apocalisse sta scritto che l’Ades sarà gettata nella Geenna, cioè nello stagno di fuoco. Effettivamente avrebbe dovuto analizzare meglio i termini greci, ebraici ed italiani, per poter definire meglio i concetti.
    Nulla da eccepire cmq alle obiezioni di Butindaro, però bisogna capire da dove nasce l’errore.

    • conoscigesu ha detto:

      Scusate se commento ancora, ho riletto i capitoli dove pawson parla di questo argomento e scoltando anche la tua predica mi sono accorto che hai detto che Pawson parla di parabola e quindi è da confutare.
      Lui non dice così, certo dice che è una parabola e infatti lo è; la parabola è semplicemente una storia con dei significati morali e spirituali per la nostra vita.

      Ora, in molte parabole Gesù non ha mai messo nomi nè niente e molte hanno solo voluto far riflettere l’ascoltatore/lettore.
      Ma in luca 16 Gesù mette nomi e parla comunque in termini “paraboleschi” ma esprime una realtà vera, che succede e Pawson lo dice a pag. 125 (del libro in lingua originale che ho io)
      E qui mi sembra di confutare la tua confutazione.
      Pawson non dice una cosa diversa dalla tua, dice proprio la stessa cosa. Tu credi che sia una realtà spirituale che successe e anche lui lo crede, ma siccome lui ha detto che è una parabola allora magari hai pensato che Pawson si stesse pensando. Ti dico tranquillamente che pensate la stessa cosa.

      Riguardo allo stato intermedio dei morti, qualche pagina dopo lui spiega nel capitolo:”hades or hell?” che Sheol = Hades. Geenna= Inferno. Siamo d’accordo su questo?
      Pawson dice: Gesù ha parlato di Ades nella parabola, che è l’attuale Sheol che NON E’ l’inferno.
      Quindi lui dice: quando muori vai in un posto di tormento che si chiama Ades, o Sheol.
      E POI vieni gettato nello stagno di fuoco, la Geenna, con Satana e i suoi angeli.
      Ma non nega che i perduti comunque avranno la loro punizione, altrimenti il ricco non avrebbe chiesto dell’acqua perchè era tormentato nella fiamma.
      Pawson dice anche che le caratteristiche descritte sono le stesse quando lui parla di Geenna, cioè il fuoco, il tormento, angoscia, desolazione, stridor di denti.
      Quindi dice: sia nell’Ades (appena dopo che il perduto muore) sia nella Geenna, comunque ci sarà sofferenza.. Ma l’hai letto il libro?
      Seriamente, non dice nulla di così sbagliato anzi dite le stesse cose.

      Tu hai scritto: “Io dimostro invece che la Scrittura ci mostra in maniera incontrovertibile che i peccatori, immediatamente dopo la morte, vanno con la loro anima in un luogo di tormento, chiamato Ades, dove vi rimarranno in maniera cosciente fino alla resurrezione, quando saranno gettati anima e corpo in un altro luogo di tormento chiamato Geenna o stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati per l’eternità.”

      Ma lui dice le stessissime cose! Dico davvero, non una parola diversa!

      Spero di esserti stato d’aiuto, magari non avevi notato che non diceva nulla di sbagliato.

      Dio ti benedica!

  6. conoscigesu ha detto:

    Ho scritto:”allora magari hai pensato che Pawson si stesse pensando” volevo dire si stesse sbagliando! 😛

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      ConosciGesù e Daniele sappiate che è vero che per David Pawson l’Inferno non è l’Ades ma è la Geenna, ma qui la questione è un’altra, e cioè che per David Pawson subito dopo morti non si viene immediatamenti tormentati ma si è in uno stato di incoscienza, dove i morti sono in attesa di essere giudicati e successivamente tormentati. Ecco alcune sue parole : “Si immagina lo Sceol (l’equivalente ebraico del greco: Ades), il mondo degli spiriti senza un corpo dei defunti, come un’esistenza di incosciente inattività nell’ombra – in cui i morti sono incapaci di comunicare fra loro o con il Signore”. Spero questa volta di essere stato chiaro.

      • conoscigesu ha detto:

        Io ho letto tutto il libro e ti dico che secondo me non è vero… Magari hai ragione, però ho controllato bene lui lo sa e lo dice nel capitolo Ades or Hell che appena morti si viene tormentati.. anche perchè Gesù parla di Ades nella parabola in luca 16 e lui lo dice…
        Mmm … non importa comunque, gli scriverò su facebook poi vi dico così ci togliamo ogni dubbio ok? 🙂

        Ciaoo

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Ok, contattalo e fammi sapere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...