Gesù Cristo ci ha scelti

Gesù Cristo, nella notte che fu tradito, prima che fosse arrestato, disse molte cose ai suoi discepoli, e una di queste fu: “Non siete voi che avete scelto me, ma son io che ho scelto voi, e v’ho costituiti perché andiate, e portiate frutto, e il vostro frutto sia permanente; affinché tutto quel che chiederete al Padre nel mio nome, Egli ve lo dia” (Giovanni 15:16).

A quale scelta si riferì il Signore? A quella tramite cui Egli li scelse tra la moltitudine dei suoi discepoli per farli apostoli, secondo che è scritto: “Or avvenne in que’ giorni ch’egli se ne andò sul monte a pregare, e passò la notte in orazione a Dio. E quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli, e ne elesse dodici, ai quali dette anche il nome di apostoli” (Luca 6:12-13)?

No, non a quella, che comunque rimane una scelta importante fatta da Cristo, ma quella fatta ancora prima quando li aveva scelti di mezzo al mondo. Infatti Gesù poco dopo, quando parlò loro dell’odio del mondo verso di essi, disse loro: “Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe quel ch’è suo; ma perché non siete del mondo, ma io v’ho scelti di mezzo al mondo, perciò vi odia il mondo” (Giovanni 15:18-19).

Stabilito di che scelta si trattò, voglio che poniate la vostra attenzione sul come due di questi suoi apostoli a cui Gesù disse quelle parole si misero al seguito di Cristo, o meglio come diventarono suoi discepoli. Mi riferisco ad Andrea e Pietro, che erano fratelli.

E’ scritto quanto segue: “Il giorno seguente, Giovanni era di nuovo là con due de’ suoi discepoli; e avendo fissato lo sguardo su Gesù che stava passando, disse: Ecco l’Agnello di Dio! E i suoi due discepoli, avendolo udito parlare, seguirono Gesù. E Gesù, voltatosi, e osservando che lo seguivano, domandò loro: Che cercate? Ed essi gli dissero: Rabbì (che, interpretato, vuol dire: Maestro), ove dimori? Egli rispose loro: Venite e vedrete. Essi dunque andarono, e videro ove dimorava, e stettero con lui quel giorno. Era circa la decima ora. Andrea, il fratello di Simon Pietro, era uno dei due che aveano udito Giovanni ed avean seguito Gesù. Egli pel primo trovò il proprio fratello Simone e gli disse: Abbiam trovato il Messia (che, interpretato, vuol dire: Cristo); e lo menò da Gesù. E Gesù, fissato in lui lo sguardo, disse: Tu se’ Simone, il figliuol di Giovanni; tu sarai chiamato Cefa (che significa Pietro)” (Giovanni 1:35-42).

Dunque, Andrea era uno dei due discepoli che dopo avere sentito dire a Giovanni Battista ‘Ecco l’Agnello di Dio!’, si mise al seguito di Gesù, secondo che è scritto: ‘E i suoi due discepoli, avendolo udito parlare, seguirono Gesù’. Notate inoltre che Gesù si accorse che essi lo seguivano, e per questo gli rivolse la parola.

Quella fu la circostanza in cui Andrea incontrò Gesù Cristo. Non è forse vero che in base al resoconto biblico di quell’incontro pare che sia stato Andrea a scegliere Cristo? Infatti, Andrea era un discepolo di Giovanni Battista, e quando gli sentì dire quelle cose su Gesù che stava passando volle mettersi al seguito del Figlio di Dio. Le cose sono molto chiare, non possiamo contorcerle o spiegarle in un’altra maniera. Eppure, nonostante questo racconto che fa Giovanni non lasci spazio ad altro, rimane il fatto che non fu Andrea a scegliere Cristo ma Cristo a scegliere lui. E questo perché Cristo aveva scelto Andrea ancora prima che questo quel giorno lasciasse Giovanni e si mettesse a seguire Gesù Cristo. Per cui quell’essersi messo a seguire Cristo, non fu altro che la conseguenza della scelta operata da Cristo nei suoi confronti innanzi tempo, scelta naturalmente di cui Andrea non sapeva nulla, ma di cui venne a conoscenza in seguito.
Vi domando quindi: ‘Pensate che Andrea si sia lamentato con Gesù, o lo abbia contraddetto, quando poi tempo dopo Gesù disse a lui e agli altri apostoli: ‘Non siete voi che avete scelto me, ma son io che ho scelto voi …. io v’ho scelti di mezzo al mondo’? Non penso proprio e questo perché sono pienamente convinto che Andrea era consapevole che in realtà era stato Cristo a scegliere lui e non il contrario come invece poteva sembrare dalla sua esperienza personale.

Veniamo adesso a Pietro. La Scrittura dice che Andrea lo trovò, gli disse: ‘Abbiam trovato il Messia’, e lo menò da Gesù. Dunque anche nel caso di Simon Pietro, pare che la scelta l’abbia fatta lui. Arriva Andrea, che gli parla di Gesù, e poi lui va a Gesù. Ma anche nel suo caso, la verità è che fu Cristo a sceglierlo innanzi, e che quel suo andare a Gesù non fu altro che la conseguenza della scelta operata da Cristo. E anche nel caso di Pietro, sono pienamente convinto che non si sia lamentato con Cristo e neppure lo abbia contraddetto quando gli sentì dire in quella notte che anche lui era stato scelto da Cristo.

Perché ho voluto parlarvi del come questi due uomini andarono a Gesù? Per farvi notare che quantunque apparentemente pare proprio che siamo stati noi a scegliere Cristo, la verità è il contrario, cioè che è stato Cristo a scegliere noi, e questo lo ha fatto ancora prima che noi andassimo a lui. E quindi il nostro andare a Cristo non è stato altro che consequenziale alla sua scelta di salvarci dal presente secolo malvagio.

Tu dirai: ‘Sì, ma io mi sono messo al seguito di Cristo, io sono andato a Cristo!’. Certo, ma lo hai fatto perché Cristo ti aveva scelto di mezzo alla massa degli uomini che sono sotto la potestà del diavolo, senza che tu ne sapessi niente di questa sua scelta nei tuoi confronti. E quando è giunto il tempo stabilito da Dio, Egli ha operato in te il volere e l’operare affinché tu venissi a Cristo. Tu infatti non avresti potuto giammai venire a Cristo con la tua propria volontà, perché essa era totalmente corrotta, essendo parte della nostra vecchia natura. La tua volontà infatti ti spingeva a rimanere nelle tenebre, ti spingeva a peccare, e a rifiutare la redenzione, e tu eri prigioniero di questa volontà corrotta e incline al peccato. E quindi era necessario un intervento di Dio su di te per farti volere andare a Cristo.

Hai compreso dunque perché siamo andati a Cristo? Perché Cristo ci ha scelti.

Signore, ma che cosa hai visto o previsto in noi di buono che ti spinse a sceglierci di mezzo al mondo? Proprio niente. Eppure ci hai scelti, perché così ti è piaciuto.

Ciò è meraviglioso e ci fa rallegrare nel Signore del continuo e ci spinge a glorificare il Suo nome rinunciando all’empietà e alle mondane concupiscenze per vivere in questo mondo temperatamente, giustamente e piamente.

Che possiamo rimanere sempre consapevoli e pienamente convinti di questa grandiosa verità (che il Signore ci ha scelti) per il bene dell’anima nostra, perché da essa non si può che ricavarne tanto bene.

A Cristo Gesù, nostro Signore e Salvatore, che ci ha scelti di mezzo al mondo, sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/09/01/gesu-cristo-ci-ha-scelti/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...