Il battesimo in acqua va ministrato nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo che sono tre persone e non tre titoli

Introduzione

L’insegnamento del battesimo nel solo nome di Gesù su cui mettono molta enfasi i Pentecostali unitariani (cioè quei Pentecostali che negano la Trinità) è il seguente. ‘Per i credenti Unità, il battesimo nel nome di Gesù segue il modello apostolico, afferma la loro fede che Dio è uno, che Egli si incarnò nel suo Figliuolo Gesù Cristo, e che Egli ora dimora in noi per mezzo del suo Spirito. Il battesimo nel nome di Gesù Cristo esprime la fede nell’Incarnazione, l’autentica vita umana di Gesù, la morte del Figliuolo di Dio sulla croce per i nostri peccati, e la remissione dei peccati per mezzo del nome di Gesù’ (J. L. Hall e David K. Bernard, editors, Doctrines of the Bible [Dottrine della Bibbia], Hazelwood, MO (USA), 1998, pag. 197).
A sostegno del battesimo nel solo nome di Gesù essi citano questi passi: Atti degli Apostoli 2:38; 8:16; 10:48; 19:5. Come spiegano allora l’ordine di Gesù di battezzare nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo? In questa maniera: essi dicono che ‘Gesù usò il nome singolare, per indicare che c’è un solo nome salvezza (only one salvation name) per i tre titoli di Padre, Figliuolo, e Spirito Santo. Quel nome fu chiaramente inteso dai discepoli essere Gesù, perché senza una singola eccezione l’unico nome che essi usarono nel battesimo fu quello di Gesù, che essi usarono con Signore o Cristo’ (ibid., pag. 196). Come dire insomma che il fatto che negli Atti sia detto più volte che gli apostoli battezzarono nel nome di Gesù, sta a dimostrare che essi credevano come loro che oltre a Gesù non c’era la persona del Padre e dello Spirito Santo, ma solo Gesù. Anche per gli apostoli dunque il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo erano semplicemente dei titoli o delle manifestazioni del solo vero Dio, cioè Gesù. Essi non fecero altro che intendere rettamente le parole di Gesù, il quale sapeva molto bene che oltre a lui nella Divinità non c’era né la persona del Padre e neppure quella dello Spirito Santo!! Ecco dunque perché gli apostoli – secondo gli Unitariani – non battezzavano usando la formula ‘nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo’ perché non credevano in una Trinità di persone divine ma in una trinità di manifestazioni. La formula trinitaria è di origine pagana e non apostolica, il suo uso ‘cominciò dopo l’era apostolica, probabilmente in congiunzione con lo sviluppo della dottrina della trinità’ (ibid., pag. 195).

Confutazione

Noi non accettiamo la dottrina unitariana sul battesimo nel solo nome di Gesù perché nel Vangelo scritto dall’apostolo Matteo sono scritte queste parole: “E Gesù accostatosi, parlò loro, dicendo: Ogni potestà m’è stata data in cielo e sulla terra. Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo, insegnando loro d’osservar tutte quante le cose che v’ho comandate” (Matt. 28:18-20). Quindi è Gesù Cristo che ha comandato di battezzare nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo; perciò il battesimo nel nome delle tre Persone della Divinità non può essere reputato da nessuno non valido perché in questo caso chi lo fa si mette contro le parole di Gesù. Ora, è vero che la formula battesimale ‘nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo’ è l’unica volta che compare in tutte le Scritture del Nuovo Testamento, ma questo non costituisce affatto un motivo per reputarla senza valore o passata. Per quanto riguarda poi il fatto che esiste solo un passo della Scrittura che dice esplicitamente di battezzare nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo, ritengo opportuno ricordarvi queste cose.

L’ordine di chiamare gli anziani da parte dell’infermo affinché essi preghino su lui ungendolo d’olio nel nome del Signore è presente anch’esso solo una volta in tutto il Nuovo Testamento, ma non per questo esso viene trascurato o sottovalutato.

L’ordine per la donna di velarsi il capo quando prega o profetizza al fine di non disonorare il suo capo, è anch’esso presente una volta sola in tutto il Nuovo Testamento, ma rimane pure sempre un ordine del Signore valido per tutte le sorelle di qualsiasi chiesa sulla faccia di tutta la terra.

Il seguente ordine: “Sia la vedova iscritta nel catalogo quando non abbia meno di sessant’anni: quando sia stata moglie d’un marito solo, quando sia conosciuta per le sue buone opere: per avere allevato figliuoli, esercitato l’ospitalità, lavato i piedi ai santi, soccorso gli afflitti, concorso ad ogni opera buona” (1 Tim. 5:9-10); è anch’esso presente solo una volta in tutte le Scritture del Nuovo Patto, eppure lo reputiamo verità al pari di tutti gli altri.

Per sminuire il battesimo amministrato nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo, gli Unitariani affermano che non c’è nessun esempio negli Atti degli apostoli che lasci pensare che gli apostoli battezzassero usando questa formula. Ora, è vero che nel libro degli Atti degli apostoli, a riguardo di diversi battesimi è detto che i credenti furono battezzati nel nome di Gesù Cristo perché le seguenti Scritture lo attestano.

– “I quali, essendo discesi là, pregarono per loro affinché ricevessero lo Spirito Santo; poiché non era ancora disceso sopra alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signor Gesù” (Atti 8:15-16).

– “E comandò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo” (Atti 10:48).

– “Udito questo, furon battezzati nel nome del Signor Gesù…” (Atti 19:5).

Ma tutto ciò non ci porta ad escludere che quei credenti furono battezzati nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo, per questa ragione. Perché quello di battezzare gli uomini nel nome delle Tre persone divine era un ordine e non qualcosa di facoltativo per gli apostoli, e poi perché anche questo ordine doveva essere da loro trasmesso ai fedeli secondo che è scritto: “Insegnando loro d’osservar tutte quante le cose che v’ho comandate” (Matt. 28:20). Ribadiamo con forza quindi che il battesimo amministrato nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo è perfettamente scritturale perché ha il pieno appoggio delle parole di Cristo Gesù e della dottrina degli apostoli.

Un altra cosa che vogliamo dire a favore della formula trinitaria da usare nel battesimo e che non è menzionata espressamente negli Atti degli apostoli è questa. Gli Unitariani affermano che ‘ogni volta che la Bibbia descrive la formula usata ad un attuale battesimo, essa descrive sempre il nome di Gesù’ (David Bernard, op. cit., pag. 24) e citano le parole di Pietro il giorno della Pentecoste, il battesimo dei Samaritani, quello che ricevettero Cornelio e quelli di casa sua, quello dei discepoli ad Efeso e quello ricevuto da Paolo per mano di Anania. Ma noi diciamo: ‘Se il fatto che ci sia scritto che i credenti furono battezzati nel nome di Gesù Cristo o del Signore Gesù significa che questa è la retta formula da usare nel battesimo, che cosa si deve dedurre dal fatto che alcune volte nello stesso libro degli Atti degli apostoli non viene affatto detto che coloro che credettero furono battezzati nel nome di Gesù Cristo o nel nome del Signor Gesù? Per esempio dell’eunuco è scritto che “Filippo lo battezzò” (Atti 8:38) e basta; di Lidia è detto che “fu battezzata con quei di casa” (Atti 16:15) e basta; del carceriere di Filippi è scritto che “fu battezzato lui con tutti i suoi” (Atti 16:33) e basta; che diremo dunque? Che in questi battesimi Filippo e Paolo non usarono nessuna formula battesimale perché essa non è menzionata e perciò noi non siamo obbligati ad usare una formula quando battezziamo? Così non sia! E che dire poi del fatto che di alcuni credenti negli Atti non è neppure detto che essi furono battezzati? Per esempio sia dei credenti di Tessalonica che di quelli di Berea non viene detto che essi furono battezzati. Che diremo dunque? Che essi non furono affatto battezzati solo perché non vi è espressamente scritto che ricevettero il battesimo e quindi non è necessario amministrare il battesimo a chi crede nel Signore? Così non sia. Se cominciassimo a ragionare in questa maniera diventeremmo un pò come i Cattolici romani che dicono che dato che in alcuni casi non è detto che i credenti furono battezzati per immersione o che secondo loro le circostanze erano tali da non permetterlo si può battezzare pure per aspersione e i bambini pure. O persino come tanti credenti che dicono che le lingue non accompagnano necessariamente la ricezione dello Spirito Santo perché negli Atti non c’è scritto che i Samaritani si misero a parlare in altre lingue quando ricevettero lo Spirito Santo. Bisogna dunque stare attenti a non arrivare alla conclusione che gli apostoli dopo la Pentecoste non battezzavano usando la formula trinitaria solamente perché non c’è scritto che i credenti erano battezzati nel nome del Padre del Figliuolo e dello Spirito Santo.

Un altro esempio scritturale per spiegare quello che stiamo dicendo è questo. Noi sappiamo che l’apostolo Paolo ai Corinzi alla fine di una delle epistole che gli scrisse dice: “La grazia del Signor Gesù Cristo e l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi” (2 Cor. 13:13). Leggendo però le altre sue epistole si noterà che egli le termina in un’altra maniera, cioè dicendo: “La grazia del Signor Gesù sia con voi” (1 Cor. 16:23) o: “La grazia del Signor nostro Gesù Cristo sia con voi” (Rom. 16:20) o “con lo spirito vostro” (Fil. 4:23). Che diremo dunque? Che Paolo voleva che con i santi di Corinto oltre la grazia di Cristo ci fosse anche l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo, mentre voleva che con i santi delle altre città ci fosse solo la grazia di Cristo? Così non sia: diciamo solamente che lo Spirito Santo lo ha sospinto a scrivere in una maniera differente le ultime parole ai santi di Corinto e basta; pur avendo egli il desiderio che anche con gli altri santi ci fosse oltre che la grazia di Cristo anche l’amore di Dio e la comunione dello Spirito.

Un altra cosa che vogliamo dire su questo fatto della formula da usare nel battesimo su cui tanta enfasi mettono gli Unitariani, è la seguente. Ora, essi dicono che quando Gesù disse ai suoi di battezzare “nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo” volle dire di battezzare nel suo nome, cioè nel nome di Gesù, perché “nome” è al singolare e il Padre il Figliuolo e lo Spirito Santo non sono nomi propri ma solo titoli, e il nome di Gesù invece è un nome proprio; in sostanza questo nome singolare menzionato da Gesù non sarebbe altro che il nome di Gesù Cristo, quindi il battesimo va ministrato solo nel nome di Gesù. Ma ciò non è vero perché – come ho dimostrato in altra occasione – il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo sono tre persone e non tre titoli che si riferiscono a Cristo infatti Paolo alla fine di una sua lettera ai Corinzi dice: “La grazia del Signor Gesù Cristo e l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi” (2 Cor. 13:13). Non è chiaro che Gesù Cristo, Dio Padre e lo Spirito Santo sono tre persone distinte l’una dall’altra? Se Gesù Cristo fosse contemporaneamente Dio Padre e lo Spirito Santo oltre che il Figliuolo, perché mai Paolo parla della grazia di Cristo, dell’amore di Dio Padre e della comunione dello Spirito Santo?

Diciamo anche questo: se il Padre il Figliuolo e lo Spirito Santo fossero stati solo dei titoli di Gesù non ci sarebbe stato bisogno per Gesù di dare loro questo ordine; perché egli si sarebbe limitato a dire di battezzare le genti nel suo nome. Quando per esempio egli aprì la mente ai suoi discepoli per intendere le Scritture egli disse loro che “nel suo nome si predicherebbe ravvedimento e remission dei peccati a tutte le genti” (Luca 24:47) e non nel nome del Padre del Figliuolo e dello Spirito Santo; quindi anche nel caso dell’ordine di battezzare per logica avrebbe dovuto limitarsi a dire di battezzare nel suo nome. Ma questo non avvenne, perché egli citò sia il Padre che il Figliuolo che lo Spirito Santo. Il fatto dunque di averli citati separatamente è una chiara prova che Gesù quantunque credeva nell’unicità di Dio non pensava affatto di essere sia il Padre che lo Spirito Santo oltre che il Figliuolo. Il fatto dunque che nella formula battesimale ordinata da Gesù ai suoi discepoli “nome” sia al singolare attesta che i tre, cioè il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo sono uno stesso Dio ma nello stesso tempo tre persone distinte. E quindi rigettiamo l’idea che Gesù abbia voluto dire con quelle parole che gli apostoli dovevano battezzare solo nel suo nome proprio perché esso ‘racchiudeva’ anche il titolo del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo.

Noi battezziamo usando le parole ‘io ti battezzo nel nome del Padre del Figliuolo e dello Spirito Santo’, piuttosto che le parole ‘io ti battezzo nel nome del Signor Gesù Cristo’; e questo in base alle parole dette da Gesù ai suoi discepoli riferite da Matteo. Per certo battezzando usando le parole ‘nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo’ noi battezziamo nel nome del Signore Gesù, cioè per conto di e con l’autorità di Cristo, come fecero gli apostoli, perché ubbidiamo al suo preciso ordine. In questa maniera si invoca sul credente il nome del Padre che è colui che ci ha attirato al Figliuolo, il nome del Figliuolo che ci ha rivelato il Padre, e il nome dello Spirito Santo che è Colui che ci ha convinto quanto al peccato, al giudizio e alla giustizia e ci ha vivificati con Cristo e per il quale gridiamo: Abba! Padre.

Quando si parla del battesimo degli Unitariani (non di tutti però) bisogna tenere presente due cose; innanzi tutto che per loro il battesimo ha il potere di rimettere i peccati e perciò chi non è battezzato non è salvato, e poi che il loro morboso attaccamento alla formula battesimale ‘nel nome di Gesù’ escludendo il Padre e lo Spirito Santo è dovuto alla loro negazione della Trinità e alla loro dottrina che secondo loro Gesù è sia il Padre che il Figliuolo che lo Spirito Santo che sono solo tre titoli del solo Dio (è da notare però che in realtà fu dalla nuova formula battesimale ‘nel nome di Gesù’ che derivò la dottrina antitrinitaria di quei Pentecostali e non il contrario). Mettendo assieme le cose si può quindi ben capire il perché essi abbiano in avversione il battesimo amministrato nel nome del Padre del Figliuolo e dello Spirito Santo (usando la formula battesimale trinitaria), e perché insistono così tanto nel dire che noi dobbiamo essere ribattezzati nel solo nome di Gesù per essere salvati.

Quindi non è semplicemente una questione di formula battesimale diversa, perché c’è qualcosa di più dietro ciò; cioè l’eresia che il battesimo lava i peccati (il battesimo con la formula ‘nel nome di Gesù Cristo’ naturalmente e non quello nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo) e l’eresia che nega la Trinità, per cui gli Unitariani errano grandemente.

Possiamo dire che gli Unitariani hanno finito per attribuire la salvezza delle persone ad un rito da farsi con la formula ‘nel nome di Gesù’ più che alla fede nel nome di Cristo; insomma tra di loro il battesimo con questa specifica formula ha un potere che il battesimo nel nome del Padre del Figliuolo e dello Spirito Santo non possiede per cui alla fin fine non è la fede in Cristo quella che salva ma il battesimo amministrato con una formula diversa (che poi bisogna dire che anche dopo avere ricevuto il battesimo in acqua uno tra loro non può dire di essere salvato fino a quando non riceve il battesimo con lo Spirito Santo, perchè è solo con questo altro battesimo che per loro si nasce di nuovo – quindi altra eresia unitariana). Con questo non vogliamo affatto dire che la formula da usare nel battesimo non sia importante, ma solo che non è quella che salva come non è il battesimo in se stesso che salva, ma la fede nel nome di Cristo Gesù. Questa è la cosa che dobbiamo predicare con forza (perché è la sola via di salvezza per gli uomini) come hanno fatto gli apostoli prima di noi.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/08/11/il-battesimo-in-acqua-va-ministrato-nel-nome-del-padre-del-figliuolo-e-dello-spirito-santo-che-sono-tre-persone-e-non-tre-titoli/

Advertisements

11 commenti su “Il battesimo in acqua va ministrato nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo che sono tre persone e non tre titoli

  1. incristo ha detto:

    Gli apostoli hanno battezzato solo nel nome del Signore,secondo il comando che avevano ricevuto da Colui di cui erano testimoni e tu non sei uno di quelli,ma soltanto uno che vaneggia ingannando chi ti acolta e ti legge,ma chi e’ da Dio non lo potrai ingannare e sai perche’.Loro sapevano benissimo che cosa facevano,avendo ricevuto l’autorita’ di battezzare,anche nei Vangeli di Marco e di Luca c’e’ il comando,e tu lo sai benissimo,e per questo ne riceverai una condanna maggiore.Come sai bene che coloro che battezzano nel nome del SIgnore e anche coloro che l’hanno fatto in passato non sono e non furono unitariani,ma servi del Signore,ma tu chi sei?Gli unitariani sai chi sono,ma tu essendo figlio della menzogna parli come la tua natura ti indica di fare,gli unitariani sono coloro che negano la Deita’ del mio Signore tu lo sai,ma ami accusare come tuo padre ,quindi lo fai per il gusto di farlo.E come gli unitariani neghi la Deita’ del Signore Gesu’,ma questo non lo sai,perche’ se sapevi cio’ tu saresti uno che vede ma ecco tu sei cieco e quindi non puoi sapere.Ti faccio vedere come la neghi.Ce’ un solo Dio il Padre.Lo Spirito Santo malgrado tu lo dica non e’ Dio Spirito Santo,ma lo Spirito di Dio,che e’ il Padre.Quanto a noi c’e’ un solo Dio il Padre (1 Cor 8:6),non ti cito altre scritture una puo’ bastare,se troviamo un altra che dice il contrario di questo ci ritroviamo a parlare di una scrittura che si contraddice,ma sappiamo bene che non e’ possibile.Un Dio UNICO e Padre di tutti che e’sopra tutte le cose (un altra scrittura),vedi io credo un Dio diverso dal tuo,il mio e’ Unico e non ha eguali,mentre tu servi tre persone divine coeguali,e’probabile che leggi un altra scrittura,Tu neghi la Deita’ del Signore quando dici che Gesu’ non e’ il Padre,visto che il Padre e’ il Solo ed Unico Dio (Gio17:3).Isaia conferma cio’ che sto dicendo (Isa 9:5) egli e’ stato ammesso nel canone come ispirato da Dio,i tuoi scritti invece sono in netta contraddizione con cio’ che dice lui,e degli apostoli Paolo e Pietro (nel battesimo).A proposito tutte quelle volte che non leggi nelle scritture che non sono stati battezzati nel nome del Signore Gesu’,non vuol dire che sono stati battezzati in un altro nome e sai perche’? Colui che aveva ricevuto la commissione e cioe’ Pietro,disse:In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati».Lui non ne conosceva un altro,e quindi poteva solo battezzare in quel nome.Paolo disse:Ogni cosa che fate in opera o in parola fate TUTTE LE COSE nel nome del Signore Gesu’.Il battesimo era una di quelle opere.Disse ancora:voi siete stati battezzati nel nome di Paolo e stato forse Paolo a morire per voi?Quindi e’ chiaro anche qui che si riferisce a quel glorioso nome per il quale tu ci perseguiti.Ancora Paolo dice:E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio(tu ancora non sei stato battezzato,ma tu sei orgoglioso).Visto?E’ vero cosi’ come hai scritto che in molti casi non viene detto con quale nome erano stati battezzati,ma le scritture testimoniano chiaramente che loro avevano ricevuto un NOME al di sopra di ogni altro nome,che tu evidentemente non hai ricevuto.Il fatto che Isaia dice che il Figlio sara’ chiamato Padre Eterno mi dice tante cose,ma quante a te cosi’ come dice il proverbio Non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire’.Luca 46 «Così è scritto, che il Cristo avrebbe sofferto e sarebbe risorto dai morti il terzo giorno, 47 e che nel suo nome si sarebbe predicato il ravvedimento per il perdono dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme. 48 Voi siete testimoni di queste cose. 49 Ed ecco io mando su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi, rimanete in questa città, finché siate rivestiti di potenza dall’alto».Questo e’ anche Vangelo,ma a te cosa importa?Marco 15 E disse loro: «Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. 16 Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato. 17 Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demòni; parleranno in lingue nuove; 18 prenderanno in mano dei serpenti; anche se berranno qualche veleno, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno».(Tutte queste cose si faranno nel Nome del Signore Gesu’.). 20 E quelli se ne andarono a predicare dappertutto e il Signore operava con loro confermando la Parola con i segni che l’accompagnavano.Anche loro furono perseguitati a causa del nome da quelli come te e se saresti vissuto al loro tempo avresti scritto le stesse cose che scrivi oggi,perche’ per te e’ stato sbagliato il loro operato e cioe’ il battezzare nel nome del Signore,ma Gesu’ confermava con potenza il loro operato,quindi tu puoi scrivere quello che vuoi, ma ricordati che sei dall’altra parte.Ti sei mai chiesto perche’ Paolo dice che nel nome di Gesu’ si pieghera’ ogni ginocchio alla gloria di Dio Padre e non delle tre persone divine?Gesu’ e’ l’immagine di Dio chi adora questa immagine adora Dio siccome Dio e’ il Padre la gloria va Lui.E sai perche’ ogni ginocchio si pieghiera’davanti a questo nome?Perche’ ogni colle sara’ abbassato,chi non si piega adesso lo fara’ in futuro.Come si puo’ arrivare cosi’ in basso,lottare contro tutte le scritture che ti dicono che c’e’ un nome che salva,con una che ti dice la stessa cosa,ma che ti da un appiglio.Matteo 28:19 dice anche di battezzare nel nome del Figlio.Qual è il suo nome e il nome di suo figlio, se lo sai? 5 Ogni parola di Dio è raffinata col fuoco. Egli è uno scudo per chi si rifugia in lui. 6 Non aggiungere nulla alle sue parole, perché non ti riprenda e tu sia trovato bugiardo.

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Per turarti la bocca, ecco Gesù che parla e afferma : Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo (Matteo 28:19). Qual’è l’ordine che hanno ricevuto gli apostoli? Questo. Sei una persona arrogante da come parla, e noto che giudichi secondo l’apparenza delle cose, e non con giusto giudizio. Inoltre sappi che Gesù non è il Padre come tu affermi, sono due persone e non una. Gesù disse che in Lui era il Padre, ma non che Lui fosse il Padre. Quando Gesù disse : “..Le cose dunque che dico, così le dico, come il Padre me le ha dette. (Giov. 12:50)”, a chi si riferiva? Non pensi forse, che appunto il Padre, essendo un’altra persona gli abbia riferito le cose che Gesù diceva?
      Oppure quando in Luca è scritto : “Ed una voce venne dalla nuvola, dicendo: Questo è il mio figliuolo, l’eletto mio; ascoltatelo.” (Luca 9:35) di chi era quella voce che veniva dall’alto? Se non del Padre appunto, essendo in cielo? Comunque nell’articolo è tutto scritto più approfonditamente. La tua profonda ignoranza ti fà parlare da insensato, ravvediti dunque da questo perverso modo di ragionare che hai, e credi in ciò che stà scritto, e non alle profane ciance.

      • incristo ha detto:

        Butindaro scrive
        Noi non accettiamo la dottrina unitariana sul battesimo nel solo nome di Gesù perché nel Vangelo scritto dall’apostolo Matteo sono scritte queste parole: “E Gesù accostatosi, parlò loro, dicendo: Ogni potestà m’è stata data in cielo e sulla terra. Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo, insegnando loro d’osservar tutte quante le cose che v’ho comandate” (Matt. 28:18-20). Quindi è Gesù Cristo che ha comandato di battezzare nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo; perciò il battesimo nel nome delle tre Persone della Divinità non può essere reputato da nessuno non valido perché in questo caso chi lo fa si mette contro le parole di Gesù.
        confutazione
        Non e’ una dottrina unitariana e’una dottrina biblica,questa commissione di battezzare compare anche negli altri evangeli come ho gia’ citato sopra nell’altro post.La commissione fu data agli apostoli e loro ripieni di Spirito Santo avevano capito che c’era solo un nome che poteva dare la salvezza,quello del Signore Gesu’ che voi rifiutate.Infatti battezzarono sempre nel nome di Gesu’.
        La Verità sul Battesimo in Acqua

        Io non giudico secondo apparenza,ma leggo che contrastate l’isegnamento apostolico,ricordati che nel giorno della pentecoste con questo battesimo nel nome del Signore Gesu’ Cristo ministrato dai SERVITORI CHE AVEVANO RICEVUTO la commissione che tu mi mostri,3000 uomini credettero e furono aggiunti alla Chiesa.Come vi dovrei giudicare quando leggo cio’ che avete scritto contro la Chiesa?Noi siamo i precursori,battezziamo nel nome del Padre,del Figlio e dello Spirito Santo cosi’ come faceva la Chiesa dei primi giorni nel nome del Signore Gesu’.
        Gloria a Dio.

      • SALVATORE LARIZZA ha detto:

        Vedo che continui nella tua caparbietà di cuore a contrastare le parole di Gesù. Non hai ancora risposto alle domande che ti avevo fatto. Quindi prima di continuare a parlare, rispondi a quelle.

  2. incristo ha detto:

    Se tu ameresti veramente la Parola non parleresti con questo tono com me,ma da uomo avveduto esamineresti prima quello che ho scritto,l’uomo di Dio si fa guidare dalla Sua Parola,colui che contende non piace al Signore,infatti io non sono entrato nel tuo blog per contendere,ma solamente per dirti cio’ che ho gia’ scritto e non mi ripeto.Tu e chi ha scritto l’articolo non fate parte della Chiesa degli apostoli,se facevate parte di quella Chiesa avreste lo stasso battesimo,ma voi dite che bisogna battezzarsi in modo diverso,quindi siete in ultra strada che non e’ quella apostolica.Facendomi vedere Matteo 28:19 mi dimostri che vuoi difendere la tua veduta,io invece difendo la dottrina apostolica e i vesetti li guardo tutti:Luca 24:45 Allora aprì loro la mente, perché comprendessero le Scritture, 46 e disse loro: «Così sta scritto, e così era necessario che il Cristo soffrisse e risuscitasse dai morti il terzo giorno, 47 e CHE NEL SUO NOME si predicasse il ravvedimento e il perdono dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme.Quindi Matteo 28:19 deve essere inteso cosi’ come l’intesero gli apostoli,se volete fare parte di quella Chiesa fate altrettano,contendere ed offendere non salva,l’ubbiedienza alla Sua Parola salva.Io non sono tuo nemico,ma uno che ti sta facendo vedere la Parola di Dio senza la tradizione umana.

  3. incristo ha detto:

    Apprezzo di te una cosa,che mi stai facendo parlare liberamente,Dio ti possa benedire veramente per la tua lealta’.Mi hai chiesto:“Ed una voce venne dalla nuvola, dicendo: Questo è il mio figliuolo, l’eletto mio; ascoltatelo.” (Luca 9:35) di chi era quella voce che veniva dall’alto? Se non del Padre appunto, essendo in cielo?
    RISPOSTA.
    Purtroppo questo e’ quello che molti credenti della trinita’ si chiedono,se il Padre si trovava nel cielo,come poteva essere lui stesso il Padre?
    Giovanni 8:19 Gli dissero allora: «Dov’è tuo Padre?». Gesù rispose: «Voi non conoscete né me né il Padre mio; se conosceste me, conoscereste anche il Padre mio».Vedete cosa dice il Signore?Se conosciamo Lui conosciamo anche il Padre.Dio si e’ manifestato in carne per farsi conoscere,ma non dimenticate che Dio e’ uno ed il Padre.Chi volevano conoscere quelle persone e i discepoli del Signore?Quando Filippo gli chiese facci vedere il Padre e cio’ ci basta.Pensate che loro erano ingnoranti di Dio e non conoscevano Dio Figlio e Dio Spirito Santo?Loro non erano affatto ignoranti il problema non sono loro o Il Signore che non ne ha parlato,il problema e’ in chi non accetta queste parole.Giov 8:24 Perciò vi ho detto che voi morirete nei vostri peccati, perché SE NON CREDETE CHE IO SONO, voi morirete nei vostri peccati». 25 Allora essi gli dissero: «Chi sei tu?». E Gesù disse loro: «Proprio quello che vi dico. 26Io ho, a vostro riguardo, molte cose da dire e da giudicare; ma colui che mi ha mandato è verace, e le cose che ho udito da lui, le dico al mondo» 27 ESSI NON CAPIRONO CHE PARLAVO LORO DEL PADRE.28 Quindi Gesù disse loro: «Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che IO SONO e che non faccio nulla da me stesso, ma dico queste cose come il Padre mi ha insegnato.(Qui non c’e’ un Dio che ha appreso da un altro Dio)58 Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: Prima che Abrahamo fosse nato, IO SONO».
    Alla domanda dove’ tuo Padre gli rispose ripetutamente che Egli stesso era l’IO SONO,e che coloro che loro vedevano e parlavano aveva appreso ogni cosa dal Padre che non l’aveva lasciato solo ma era con Lui.Infatti in Cristo abita tutta la pienezza e pote’ dire a quegli uomini,se voi non credete che IO SONO morirete nei vostri peccati.Evintemente dovevano credere che Lui era Dio manifestato in carne,non solo Dio.Si deve credere nel Padre e nel Figlio,nessun apostolo nelle scritture ha spiegato mai come funzionasse,sara’il Figlio a rivelarlo.Egli che era Dio era anche uomo,ma sappiamo che dobbiamo credere che il Padre e’ l’Unico e solo Dio e anche nel Figlio che e’ stato mandato da Lui.(Gio 17:3)Se ci sono dei versi che mi sfuggono dove c’e’ scritto in qualche posto della scrittura che ci sono tre persone eternamente esistente nella Deita’ io ci credero’.(se ci fossero pero’ contradirebbero un Dio unico e Padre )l a scrittura dice che la Parola che si e’ fatta carne procede dal Padre,anche lo Spirito Santo Procede dal Padre,non sono due persone accanto di Lui,ma il Suo Spirito e la Sua Parola,il logos e’ il pensiero parlante di Dio,non un altra persona,Egli e’ Eterno ingenerato,mentre il Figlio e’ generato.Il fatto che il Padre e’ nei cieli non esclude la Sua presenza nel Figlio.Il fatto che lo Spirito Santo sia in un credente non esclude che sia anche in un altro e non esclude che Egli possa essere nel cielo per scendere su tutti coloro che invocano il Signore.Efesini 4:6
    un Dio UNICO e Padre di tutti, che è al AL DI SOPRA DI TUTTI FRA TUTTI ED IN TUTTI QUANTI VOI.Questo e’ quello che dice la scrittura,le nostre opinioni o le tradizioni umane davanti alla Sua Parola non contano niente.Per concludere noi crediamo che E’Dio Padre che opera tutte le cose in tutti per mezzo della Sua Parola Eterna,che si e’ fatta carne ed apparendo nell’esteriore simile ad uomo e cioe’il Figlio Di Dio,per mezzo del Suo Santo Spirito per la Santificazione della Chiesa,la stessa Chiesa che nacque nel giorno della pentecoste ubbibendo a Matteo 28:19 e luca 24:45 furono battezzati nel nome che il Figlio aveva ereditato da Suo Padre e che Lo Spirito Santo scende su chi lo invoca,quell’unico nome che e’ stato dato agli uomini per essere salvati,quel meraviglioso nome che quando s’invoca si da gloria a Dio e Padre,nel Nome del Signore Gesu’Cristo il quale e’ amato e benedetto in eterno,amen.

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Allora, forse non sono stato chiaro con te. E’ vero, io sono stato leale con te, ma tu no. Io ti avevo chiesto di rispondere alle domande che ti avevo fatto, e tu invece che fai? Scrivi tante e tante parole e fai tanta confusione con la Scrittura, che veramente rimango perplesso; e alla fine mi accorgo sempre che giri sull’argomento, ma non mi dai le risposte che ti avevo chiesto. Veramente il diavolo è riuscito ad ingannarti, facendoti assumere una posizione antibiblica, e facendoti contrastare le Sacre Scritture, convinto di dire cose giuste. Vedi l’argomento è molto lungo, e tu con quei versi, che tra l’altro dai delle interpretazioni arbitrarie, vorresti spiegare questa dottrina? Ti consiglio di leggerti un libro che ha scritto il fratello Giacinto, e si trova quà : http://www.lanuovavia.org/indiupc.html
      Spero tanto nel Signore, che possa ravvederti da queste posizioni, e tornare alla Verità; quella dalla quale ti sei allontanato profondamente. Inoltre, proprio ieri, leggendo il tuo blog; ho letto tante eresie, e in particolare un’affermazione che fai, reputando il battesimo in acqua NECESSARIO alla salvezza, senza il quale non si può essere salvati !!
      Tu dici : “Quando parliamo di remissione di peccati,scriviamolo a carattere cubitali che BISOGNA SCENDERE NELL’ACQUA per essere salvati invocando il Nome del Signore e ricevere lo Spirito Santo parlando in lingue come SEGNO iniziale,altrimenti possiamo far capire a chi ci legge che basta la semplice ammissione mentale per essesere salvati,sappiamo che se prima uno non muore non puo nascere,questo puo’ avvenire solo nel battesimo,per mezzo di un sincero pentimento ci identifichiamo con Cristo nella morte essendo sepolti nell’acqua,che rappresenta il sangue di Cristo e anche la terrra dove veniamo seppelliti,infatti il battezzante deve essere ripieno di fede quando viene bat.altrimenti non ne ricevece beneficio,che e’ quello di ricevere la vita eterna per grazia.” (Tratto da Terminologia, 11/12/2010)
      Ma ti rendi conto, dell’assurdità che dici. Ravvediti dunque, perchè stai dando al battesimo in acqua, un’ importanza che la Sacra Scrittura non dà, ma che la dà invece alla SOLA Fede in Gesù Cristo.
      Da oggi in poi, non ti permetto più di scrivere nel mio blog, perchè riconosco che la tua confusione potrebbe essere trasmessa anche a tutti quei fratelli deboli nella fede, che leggono il mio blog. Ma se ti ravvedi e cominci a ragionare come lo Spirito Santo ti dà a ragionare, eliminando tutte queste dottrine che sono insegnamenti di uomini, e che non hanno niente a che fare con la Parola di Dio, allora potrai continuare a scrivere in questo blog.

  4. Fratello in Cristo ha detto:

    Salve o meglio pace del Signore, ho letto diversi argomenti in questo sito e ho accolto in maniera positiva il tuo modo “forte” di far emergere le verità Bibliche e ciò mi ha spinto a poter mettere a tua conoscenza un chiamiamolo quesito che dal momento che ne sono venuto a conoscenza turba profondamente il mio spirito e ciò mi ha portato a scrivere a diversi ministri o studiosi della Parola di Dio.
    Ma pare che questa questione crei un tabù da non sfatare o meglio sembra che non conviene fare emergere certe verità in quanto anni di piani dottrinali andrebbero accantonati e ciò creerebbe notevole scalpore e siccome ahimè oggi meglio sotterrare le verità andiamo avanti con ministeri solo pronti a sventolare le proprie denominazioni e i propri dogmi.
    Io non sono d’accordo con tutto ciò e pur appartenendo ad una chiesa non smetterò di scavare un millimetro alla volta quella terra che copre qualsiasi verità perché ritengo che dobbiamo proclamare, insegnare, vivere e se è il caso morire per la verità che ci porta al nostro Signore è salvatore Gesù Cristo difatti Gesù= Via, Verità e Vita!!!
    Andiamo al dunque e ciò che voglio mettere tra le sue mani è il discorso della formula battesimale che si trova in Matteo 28:19-20.
    Premetto che non sono e non sarò mai un simpatizzante di nessuna denominazione religiosa il mio credo si basa sulla Bibbia(Parola di Dio) ne tanto meno credo nella dottrina dei Pentecostali unitariani!!! Ma devo anche ammettere che una parte di verità anche loro la posseggono ma poi purtroppo l’uomo credendo di fare un favore a Dio aggiunge le proprie idee e i propri dogmi creando una cosi tale confusione che porta cari fratelli e sorelle a non ragionare più attraverso la Parola di Dio ma diabolicamente a credere a chiunque salga in un pulpito.

    Andiamo alla questione, facendo delle accurate ricerche e citerò le fonti per far si che ciò possa e deve essere visionato, sono venuto a conoscenza che il verso di Matteo 28:19-20 è stato modificato dalla chiesa cattolica nel secondo secolo (tratto da enciclopedia cattolica 2 pag 263), e da li le nostre Bibbie tradotte hanno riportato l’errata traduzione.
    E chiaro che i primi cristiani sono stati battezzati sempre e solo nel nome di Gesù (la Bibbia ne parla chiaramente leggere Atti degli Apostoli ne è pieno di versi, inoltre Efesini 4:5, Galati 3:27, Romani 6:3-4, Colossesi 2:11-12, Colossesi 3:7) è ovvio che SOLO Gesù uomo può cancellare i nostri peccati perché Lui ha versato quel sangue prezioso quindi l’opera redentrice appartiene solo a Cristo Gesù (E la Bibbia ne parla chiaramente), Nessuno senza essere lavato dal sangue di Gesù può andare ne al Padre ne allo Spirito Santo è ovvio che solo quel prezioso sangue possa portare noi tutti al Padre e ricevere la potenza dello Spirito Santo.
    A questo punto ognuno può dire la sua ma rimangono solo dogmi umani… Mi è sempre stato insegnato e la ritengo pura e chiara verità che: “la somma della Parola di Dio e verità e non si può fare una dottrina da un solo verso” quindi perché continuare a battezzare in modo errato???
    Qualcuno fugge dinnanzi a ciò affermando che siccome Padre – Figlio- Spirito Santo sono la stessa cosa battezzare nel nome di Gesù o nel nome del Padre – Figlio- Spirito Santo è uguale.

    E come dire che da oggi pregando solo lo Spirito Santo si può essere perdonati e salvati!!!
    E l’opera redentrice di Gesù uomo che fine ha fatto??? E la Parola di Dio che fine ha fatto??? Spero che lei possa darmi una risposta chiara a ciò e soprattutto le chiedo di evitare i suoi pensieri e idee personali perché credo che in questo contesto non ho che farmene…. Ho bisogno di risposte chiare e documentate….

    Le riporto sotto alcuni dei più autorevoli libri e enciclopedie da cui può trarre approfondimenti su ciò che le ho sopra mostrato:

    Enciclopedia Britannica 11th Vol.3 Page 365-366;
    Enciclopedia Canney di religione Page 53;
    1913 Enciclopedia cattolica Vol.2 page 365;
    Hastings Enciclopedia delle religioni Vol.2 page 377-378-389;
    Tyndale Commenti de Nuovo Testamento;
    Enciclopedia Del religione ed Etica, James Hastings page 384;
    “La demonstratio Evangelica” di Eusebio page 152 (importantissimo);

    Infine Joseph Alois Ratzinger fa questa confessione “la forma di base del nostro Matteo 28:19 trinitaria” professione di fede ha preso forma nel corso del secondo-terzo secolo in connessione con la cerimonia del battesimo. Per quanto riguarda il suo luogo di origine è interessato, il testo (Matteo 28:19) provenivano dalla città di Roma” Il termine trinità (usato per la prima volta da Teofilo di Antiochia (c 180 dC)) e la forma battesimale di Matteo 28:19 pertanto non provengono dalla chiesa originale che è iniziato a Gerusalemme, 33 dC circa. E’ stato piuttosto come dimostra la prova successiva invenzione del cattolicesimo romano completamente fabbricato.

    Grazie per un’eventuale è sperata risposta….. Dio ti benedica e ti dia sempre la forza di lottare per ogni Sua Verità!!!

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Pace a te. Io accetto tutta la Sacra Scrittura. Anche questa parte della Scrittura : “Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo” (Matteo 28:19) è verità. Ho letto alcuni scritti e alcune cose dalle fonti che hai citate, ma non fanno hanno altro che farti venire un profondo mal di testa. Con vari sofismi vogliono annullare la Sacra Scrittura, mettendo in dubbio ciò che stà scritto. Io dal canto mio preferisco attenermi a ciò che dice la Parola di Dio e non a ciò che dice l’uomo. Così è scritto e cosi parlo : “Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo”.

  5. patrizia ha detto:

    Sapete che vi dico,che con tutte queste versioni chi dice una cosa chi ne dice un altra non fate altro che creare confusione in chi crede nel Signore.Credo che Gesu’ sia la via la verità e la vita.Punto.Non si puo’ demonizzare tutto e far vivere le persone nella paura di fare cose sbagliate.Ogni volta che leggo qualcosa di Giacinto Butindaro mi viene l’angoscia e il timore e non faccio altro che chiedermi :”e se sbaglio? Ma allora a chi devo credere?”Dai non si puo’ vivere cosi.Io amo il Signore ma credo che tutto questo diventi solo formalismo religioso.Concludo dicendo che meno male che solo Dio sa cosa c’è nel cuore di ogni uno di noi.Dio vi benedica.patrizia

    • SALVATORE LARIZZA ha detto:

      Patrizia, io invece quando leggo il fratello Giacinto Butindaro vengo edificato, fortificato, istruito e incoraggiato ad andare avanti, come mai? Tu hai detto di essere angosciata, evidentemente perché c’è qualcosa che devi abbandonare, e non vuoi farlo; Davide disse : “Io confesso la mia iniquità, e sono angosciato per il mio peccato.” (Salmi 38:18) Dunque ti esorto a confessare la tua iniquità al Signore e ad abbandonarla, affinché questa tua angoscia vada via. Per quanto riguarda il timore, e se per timore intendi il santo timore dell’Eterno che oggi purtroppo in molti hanno perso, sappi che è una cosa buona questa, infatti è scritto : “Il timore dell’Eterno è il principio della scienza; gli stolti disprezzano la sapienza e l’istruzione.” (Proverbi 1:7) Dunque, sii savia, continua ad avere questo santo sentimento nel tuo cuore che si chiama “timore di Dio”, e a non disprezzare la sapienza e l’istruzione che vengono da Lui, altrimenti la Scrittura ti definirà “stolta”. Dio ti benedica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...