‘Il mare lo ha fatto Dio’

Tanti credenti per giustificare il fatto che loro vanno al mare a prendere la tintarella e a divertirsi, dicono: ‘Il mare lo ha fatto Dio, è una sua opera, e quindi noi dobbiamo godere di esso!’

Al che io dico questo a costoro.

E’ vero, Dio ha fatto anche il mare e tutto ciò che è in esso. Ma che significa questo? Forse che io ho il diritto di andare a mettermi seminudo sulla spiaggia del mare perché è Dio che lo ha fatto? Ma se la mettiamo su questo piano anche il caldo lo fa venire Iddio; quindi secondo voi dovremmo svestirci come fa la gente del mondo e andarcene in giro vestiti in maniera indecente? Ma questa è follia! Non sapete voi che il nostro corpo è il tempio di Dio, e che quindi è santo, e va conservato in santità ed onore? (1 Corinzi 3:16-17; 1 Tessalonicesi 4:4) E poi al mare ci sono uomini e donne seminudi, che a guardarli si è inevitabilmente indotti in tentazione, e quindi andando al mare ci si va ad esporre alla tentazione. Ma non avete mai letto nella Scrittura che il re Davide, che era un uomo timorato di Dio che amava Dio, tanto che gli è resa la bella testimonianza che aveva un cuore secondo Dio, cadde nel peccato di adulterio proprio per avere visto la moglie di un suo guerriero bagnarsi durante la notte? Ascoltate quello che dice la Scrittura: “Una sera Davide, alzatosi dal suo letto, si mise a passeggiare sulla terrazza del palazzo reale; e dalla terrazza vide una donna che si bagnava; e la donna era bellissima. Davide mandò ad informarsi chi fosse la donna; e gli fu detto: ‘E’ Bath-Sheba, figliuola di Eliam, moglie di Uria, lo Hitteo’. E Davide inviò gente a prenderla; ed ella venne da lui, ed egli si giacque con lei, che si era purificata della sua contaminazione; poi ella se ne tornò a casa sua” (2 Samuele 11:2-4). Ora, noi non sappiamo se Bath-Sheba avesse qualche indumento addosso o non ne avesse; una cosa è certa, non era coperta come lo era normalmente perché si stava bagnando. Comunque è più probabile che fosse senza nessun indumento che con qualche indumento. Ecco dunque come iniziò la caduta di Davide, dal guardare una donna che si bagnava. E quanti uomini – tra cui pure dei credenti – sulle spiagge sono caduti proprio dopo avere guardato al mare una donna bagnarsi o svestirsi? Dio solo lo sa. Il fatto è che molti uomini vanno al mare proprio per guardare le donne, come anche molte donne ci vanno per guardare gli uomini. E la triste realtà è che proprio sulle spiagge del mare è cominciata la rovina di molte coppie sposate. I tradimenti, sia da parte dei mariti che delle mogli, in moltissimi casi cominciano proprio sulla spiaggia del mare; sappiatelo questo.

Per farvi comprendere ora come l’espressione ‘Il mare lo ha fatto Dio’ è del tutto pretestuosa e fuori di luogo vi ricordo che anche i drogati che prendono piacere a drogarsi dicono che la pianta da cui si estrae l’eroina l’ha fatta Dio; anche coloro che guardano le donne per appetirle affermano che è Dio che le ha fatte; anche i fornicatori e gli adulteri affermano che è Dio che ha fatto il sesso; anche gli ubriaconi dicono che è Dio che ha fatto l’uva da cui si fa il vino! Come potete vedere anche le persone date al male, per giustificare le loro passioni infami e ingannatrici, affermano che in fondo in fondo loro fanno uso di qualcosa fatta da Dio!

Ma quando vi renderete conto che è sbagliato giustificare una passione ingannatrice del vecchio uomo quale è quella di andare al mare dicendo che in fondo in fondo si ha il diritto di darsi a questo piacere perché Dio ha fatto il mare?

Dio ha fatto il mare non per farvi corrompere ma per mettervi i pesci, che servono anche come cibo, e per tante altre ragioni.
Sappiate inoltre che Dio usa sia il caldo che il mare durante l’estate per mettere alla prova i suoi figliuoli, per vedere se anche loro decidono di conformarsi all’andazzo di questo mondo, andandosi a scoprire sulla spiaggia come fanno i pagani. Infatti quando è che siamo tentati a scoprirci pubblicamente se non quando fa caldo in estate? Quando siamo tentati ad andarci a mettere seminudi in spiaggia al mare se non d’estate? Io questa tentazione l’avverto. Come mai voi invece non l’avvertite? Evidentemente perché non vegliate, non temete Dio, non investigate le Scritture, e non sapete discernere il modo di agire di Dio. E’ chiaro che non è Dio a tentarci, ma il tentatore, cioè il diavolo, ma Dio si usa del diavolo per provare il suo popolo. Dio non si usò forse del diavolo per mettere alla prova Giobbe?

Dunque, invece che abbandonarvi a questa concupiscenza, dovete resistere ad essa. Non cadete nella tentazione architettata dal diavolo contro il popolo di Dio. Siate avveduti e santi. Temete Dio.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://lanuovavia.org/giacintobutindaro/2010/07/03/%e2%80%98il-mare-lo-ha-fatto-dio%e2%80%99/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...