Contro l’agopuntura

L’agopuntura è un metodo di cura delle malattie che ha avuto origine in Cina migliaia di anni fa. Oggi è molto diffuso anche in Europa; secondo alcune stime infatti sarebbero alcune migliaia i medici che in Europa fanno uso dell’agopuntura per curare gli ammalati.

Ma per parlare di questa così decantata arte di guarire cinese, occorre prima parlare di quello che viene insegnato a riguardo della struttura umana da parte di coloro che insegnano l’agopuntura; insomma bisogna spiegare su che cosa si fonda l’agopuntura. Secondo quello che è insegnato sull’agopuntura, il vento solare ed altre forze centripete che vengono dal cielo entrano in relazione con la forza centrifuga proveniente dalla terra.

Il corpo umano sarebbe formato appunto dalla collisione di queste due forze. Questa collisione produce delle spirali che formano i due lobi del cervello ed i più importanti organi vitali; queste spirali arrivano al centro e poi si espandono verso l’esterno, producendo le gambe, le braccia, le orecchie, il naso, gli occhi, ecc. Gli esperti di agopuntura spiegano questo concetto anche in questa maniera: queste due forze principali chiamate il Ki del Cielo e il Ki della Terra (la parola ‘Ki’ indica della energia elettromagnetica) dopo la collisione producono un ‘fantasma elettromagnetico’ (una specie di uomo interno magnetico).

Quindi l’uomo assorbe dell’energia elettromagnetica dall’atmosfera attorno a lui, e questa energia lo carica come ‘una batteria’. Questa energia è ricevuta dal corpo umano mediante dei piccoli punti (punti d’agopuntura) sparsi su tutta la superficie del corpo umano; essi sono delle piccole bocche formate a spirale che si trovano sotto la superficie della pelle e sono collegate tra loro da sottilissimi canali di flusso (meridiani). Di questi punti ce ne sarebbero sul corpo umano circa 365 collegati tra loro da 14 meridiani. L’energia scorre in maniera omogenea sulla superficie del corpo, a meno che non si mangi male; in questo caso i punti terminali si bloccano, l’energia elettromagnetica stagna presso i punti, e si cominciano ad avvertire dei dolori qua e là soprattutto su questi punti.

Bisogna quindi sbloccare questi punti otturati affinché l’energia ritorni a scorrere regolarmente e i dolori scompaiano; e in che maniera? Tramite degli aghi: viene inserito un ago nel punto adatto ed al momento giusto e nel modo corretto, che provoca una specie di minuscola esplosione che libera l’energia bloccata in quel punto. Ecco che cosa è l’agopuntura; questa pratica che in Oriente fa parte della medicina tradizionale.

Oltre all’uso di aghi ci sono altri due metodi usati per ‘sbloccare’ l’energia nei punti. Quello che consiste in uno stimolo effettuato mediante pressione delle dita (da cui il nome di agopressione o massaggio Shiatzu) sui punti d’agopuntura. E quello chiamato Moxa: moxa è una pianta le cui foglie mediante una particolare manipolazione vengono rese simili ad una spugna, secca e morbida. Questo materiale viene confezionato a forma di cono e posto sul punto da trattare e quindi bruciato stimolando il punto d’agopuntura.

Ci troviamo davanti all’ennesima pratica orientale che pretende di guarire le malattie. Abbiamo prima visto infatti che anche lo zen, la meditazione trascendentale e lo yoga che sono sorte in Oriente pretendono di curare certe malattie. Che dire di essa? Noi credenti la rigettiamo perché essa si oppone a quella che è la volontà di Dio in verso noi in Cristo Gesù.

Mi spiego: il credente è anch’egli soggetto a malattie, cioè anche lui si può ammalare di malattie più o meno gravi. Ma che cosa vuole Dio che egli faccia nel caso cade infermo? Lo dice Giacomo nella sua epistola: “C’è qualcuno fra voi infermo? Chiami gli anziani della chiesa, e preghino essi su lui, ungendolo d’olio nel nome del Signore; e la preghiera della fede salverà il malato, e il Signore lo ristabilirà; e s’egli ha commesso dei peccati, gli saranno rimessi” (Giac. 5:14,15).

Ecco cosa deve fare il credente; chiamare gli anziani (e non i medici, non importa se di medicina tradizionale o alternativa) i quali lo devono ungere d’olio nel nome del Signore e pregare con fede su di lui. Questa è la pratica da osservare in mezzo al popolo di Dio; di essa ci si può anzi si deve pienamente fidare perché è prescritta da Dio, il Creatore, che è buono e infinitamente saggio.

Ma l’agopuntura oltre che ad opporsi, come d’altronde qualsiasi altro tipo di medicina, alla volontà di Dio verso noi perché indurrebbe il credente che la pratica a riporre la sua fiducia nell’uomo anziché in Dio, il che è già di per se stesso una cosa grave, si fonda – come abbiamo visto – su dei principi dell’occultismo cinese cioè sull’energia ki, sul fantasma elettromagnetico, sui punti, sui meridiani attraverso cui fluirebbe quest’energia universale, a cui sono collegate per conseguenza delle tecniche occulte. Queste tecniche d’agopuntura infatti odorano fortemente di occultismo; infatti sono avvolte nel mistero quantunque vengano spiegate con ragionamenti scientifici.

L’immissione di aghi nel corpo umano, il massaggio Shiatzu, e il bruciare una pianta su determinati punti del corpo sono veramente delle strane pratiche che però hanno la pretesa di sbloccare dei punti e fare tornare a spandersi regolarmente l’energia magnetica sul corpo facendo così sparire i dolori; per questo le persone si aggrappano ciecamente ad esse; non sapendo però che dietro di esse si cela l’occultismo a capo del quale c’è il diavolo.

Ma qui sta appunto l’astuzia del diavolo; fare passare l’occultismo per scienza salutare all’uomo e indurlo a confidare in esso senza che lui se ne avveda. E bisogna dire che c’è riuscito nei confronti di centinaia di milioni di persone nel mondo. Concludo dicendo questo: l’agopuntura si fonda su dei concetti orientali che si oppongono nettamente alla verità e si prefigge di mettere armonia tra l’uomo e una presunta energia universale chiamata chi dietro cui si nasconde il principe di questo mondo.

Vi esorto dunque a fuggire questa pratica orientale e a riporre la vostra fiducia totalmente in Dio anche per la vostra guarigione fisica.

Giacinto Butindaro

Advertisements

Un commento su “Contro l’agopuntura

  1. si sono pienamente daccordo con la parola grazie a DIO e ci rivela e per di piu ancora anche usando i suoi discepoli che DIO VI BENEDICA PER LOPERA SUA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...