Una gioia per il giusto

Far ciò che è retto, e vedere gli altri farlo, reca una gioia per il giusto. È scritto infatti : ‘Far ciò ch’è retto è una gioia per il giusto, ma è una rovina per gli artefici d’iniquità.’ (Proverbi 21:15) E ancora : ‘Figliuol mio, se il tuo cuore è savio, anche il mio cuore si rallegrerà; le viscere mie esulteranno quando le tue labbra diranno cose rette.’ (Proverbi 23:15-16) Anche i genitori gioiscono nel sapere di avere generato un giusto, difatti è scritto : ‘Il padre del giusto esulta grandemente; chi ha generato un savio, ne avrà gioia. Possan tuo padre e tua madre rallegrarsi, e possa gioire colei che t’ha partorito!’ (Proverbi 23:24-25) Così come si rallegrò grandemente l’apostolo Giovanni, nell’aver trovato dei ‘figliuoli’, generati in Cristo, camminare nella verità, secondo che egli stesso disse : ‘Mi sono grandemente rallegrato d’aver trovato dei tuoi figliuoli che camminano nella verità, come ne abbiamo ricevuto comandamento dal Padre.’ (2Giovanni 4) E ancora : ‘Perché mi sono grandemente rallegrato quando son venuti dei fratelli che hanno reso testimonianza della tua verità, del modo nel quale tu cammini in verità. Io non ho maggiore allegrezza di questa, d’udire che i miei figliuoli camminano nella verità.’ (3Giovanni 3-4)

Salvatore Larizza

La vita eterna è nel Figliuolo di Dio

Fratelli e sorelle nel Signore, ‘Iddio ci ha data la vita eterna, e questa vita è nel suo Figliuolo.’ (1Giovanni 5:11b) Continuate dunque ad avere il Figliuolo di Dio e continuerete così ad avere la vita, ma sappiate che se smetterete di far dimorare Gesù dentro di voi, smetterete altresì di avere la vita, poiché ‘chi ha il Figliuolo ha la vita; chi non ha il Figliuolo di Dio, non ha la vita.’ (1Giovanni 5:12)

Salvatore Larizza

La pietra angolare

Wikipedia, in merito alla definizione di pietra angolare, riporta queste parole :

‘Per pietra angolare, pietra d’angolo o testata d’angolo si intende la prima pietra utilizzata nella costruzione di un edificio. È la pietra più importante ed è, idealmente, quella che sorregge tutta la costruzione.’ (Tratto da https://it.wikipedia.org/wiki/Pietra_angolare)

Ciò significa che l’apostolo Pietro aveva ben compreso che la pietra sulla quale la chiesa era edificata non era lui, ma il Signore Gesù Cristo, il Figliuolo dell’Iddio vivente. (Cfr. Matteo 16:18; Atti 4:11; 1Pietro 2:6-7)

Salvatore Larizza

Un tempio santo nel Signore

Fratelli e sorelle nel Signore, sappiate che voi ‘siete concittadini dei santi e membri della famiglia di Dio, essendo stati edificati sul fondamento degli apostoli e de’ profeti, essendo Cristo Gesù stesso la pietra angolare, sulla quale l’edificio intero, ben collegato insieme, si va innalzando per essere un tempio santo nel Signore. Ed in lui voi pure entrate a far parte dell’edificio, che ha da servire di dimora a Dio per lo Spirito.’ (Efesini 2:19b-22)

Salvatore Larizza

Confidate in perpetuo nell’Eterno

Fratelli e sorelle nel Signore : ‘Non confidate nei principi, né in alcun figliuol d’uomo, che non può salvare’ (Salmi 146:3); ma ‘confidate in perpetuo nell’Eterno, poiché l’Eterno, sì l’Eterno, è la roccia de’ secoli.’ (Isaia 26:4) Amen.

Salvatore Larizza

La sapienza fa vivere

Fratelli e sorelle nel Signore, non disprezzate la sapienza che viene da Dio, anzi procacciatela, poichè è scritto che ‘la sapienza è buona quanto un’eredità, e anche di più, per quelli che vedono il sole. Poiché la sapienza offre un riparo, come l’offre il danaro; ma l’eccellenza della scienza sta in questo, che la sapienza fa vivere quelli che la possiedono.’ (Ecclesiaste 7:11-12)

Salvatore Larizza

Chiunque avrà fatta la volontà di Dio

Gesù non disse : ‘Chiunque mi chiama ‘Signore, Signore’, mi è fratello, sorella e madre; ma Egli disse : ‘Chiunque avrà fatta la volontà di Dio, mi è fratello, sorella e madre.’ (Marco 3:35)

Salvatore Larizza

Riponi nell’Eterno la tua fiducia

È scritto : ‘Benedetto l’uomo che confida nell’Eterno, e la cui fiducia è l’Eterno!’ (Geremia 17:7) Sì, la Sacra Scrittura dichiara ‘beato l’uomo che ripone nell’Eterno la sua fiducia, e non riguarda ai superbi né a quei che si svian dietro alla menzogna!’ (Salmi 40:4)

Salvatore Larizza

Giusti ed irreprensibili nel cospetto di Dio

È scritto che ‘ai dì d’Erode, re della Giudea, v’era un certo sacerdote di nome Zaccaria, della muta di Abia; e sua moglie era delle figliuole d’Aronne e si chiamava Elisabetta. Or erano ambedue giusti nel cospetto di Dio, camminando irreprensibili in tutti i comandamenti e precetti del Signore.’ (Luca 1:5-6) Ecco dunque com’è che coloro che hanno creduto nel Signore debbono essere nel Suo cospetto : giusti ed irreprensibili. E in maniera particolare coloro che hanno ricevuto da parte di Dio un ministerio. Diffidate da tutti coloro che si definiscono ‘ministri del Vangelo’ e non possiedono queste caratteristiche, e allontanatevi da loro.

Salvatore Larizza

Chi è da Dio e chi è del mondo

Gesù un giorno disse queste parole a dei Giudei disobbedienti : ‘Chi è da Dio ascolta le parole di Dio. Per questo voi non le ascoltate; perché non siete da Dio.’ (Giovanni 8:47) E l’apostolo Giovanni disse ai santi queste parole : ‘Voi siete da Dio, figliuoletti, e li avete vinti; perché Colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. Costoro sono del mondo; perciò parlano come chi è del mondo, e il mondo li ascolta. Noi siamo da Dio; chi conosce Iddio ci ascolta; chi non è da Dio non ci ascolta. Da questo conosciamo lo spirito della verità e lo spirito dell’errore.’ (1 Giovanni 4:4-6)

Salvatore Larizza