Le menzogne di Agostino di Ippona (354-430)

Ecco alcune delle menzogne insegnate da Agostino di Ippona. Metto questo scritto per tutti quegli Evangelici che magari sentono parlare bene dal loro pastore di questo ‘padre della chiesa’ o leggono qualcosa di lui su qualche libro di storia della Chiesa ma non sanno in effetti queste cose.

Agostino affermò che i bambini che non si comunicavano sotto le due specie non potevano essere salvati; ‘Nessuno senza il Battesimo ed il sangue del Signore può sperare la salvezza e la vita eterna; invano, senza questi sacramenti, la vita eterna è promessa ai bambini’ (Agostino, De pec. mer. et remiss. 1,24,34: citato da Bernardo Bartmann, Teologia Dogmatica, vol. III. pag. 193. Ricordo che questa dottrina è stata condannata dal concilio di Trento).

Agostino sosteneva il traducianesimo spiritualista, che si differenziava da quello materialista di Tertulliano in quanto secondo esso l’anima del figlio deriverebbe dall’anima del genitore. Ecco come si espresse: ‘Come una fiaccola ne accende un’altra senza che la fiamma comunicante perda nulla della sua luce, così l’anima si trasmette dal padre al figlio’ (Agostino, Ep., 190, 15: citato nell’Enciclopedia Cattolica, vol. 12, 415).

Agostino insegnava che le relazioni carnali in ambito matrimoniale erano legittime solo se avevano il fine di procreare altrimenti costituivano dei peccati. Egli infatti ebbe a dire: ‘Quanto al fatto che i coniugati cedano alla concupiscenza usando il loro rapporto matrimoniale al di là di quello che è necessario per la procreazione dei figli, anche questo lo pongo tra le cose per le quali ogni giorno noi preghiamo: Perdona le nostre offese come noi perdoniamo a chi ci ha offeso’ (Agostino, Discorsi, Roma 1989, Discorso 354/A), ed anche: ‘…rendere il debito coniugale non è affatto una colpa, esigerlo oltre la necessità di procreare è un peccato veniale’ (Agostino, La Dignità del matrimonio, Roma 1982: pag. 100)

Agostino sosteneva la perpetua verginità di Maria. Egli disse: ‘Vergine concepì, vergine partorì, vergine rimase’ (Agostino, Serm. 51, 18; citato in La vergine Maria, a cura di Michele Pellegrino, Alba 1954, pag. 21) e: ‘Quando pertanto sentite parlare di fratelli del Signore, pensate a consanguinei di Maria, non v’immaginate una prole venuta da ulteriore parto di lei. Come infatti nel sepolcro ove fu posto il corpo del Signore, non giacque né prima né dopo alcun morto, così il grembo di Maria né prima né poi concepì alcun essere mortale’ (Agostino, Tract. in Io. 28, 3; citato in op. cit., pag. 71).

Agostino sosteneva che la messa fosse la ripetizione del sacrificio di Cristo. Egli disse: ‘Cristo non s’è forse immolato da se stesso una sola volta? Eppure nel mistero liturgico s’immola per i fedeli non solo ogni ricorrenza pasquale, ma ogni giorno. E non mentisce di certo chi, interrogato se Cristo veramente s’immola, risponde di sì’ (Agostino, Le Lettere, 98,9: pag. 927).

Agostino sosteneva il digiuno eucaristico. ‘Da ciò si può comprendere che fu lui (Paolo) a stabilire il digiuno eucaristico che non è modificato da alcuna diversità di usanze’ (ibid., 54, 6,8: pag. 447).

Agostino appoggiava la tradizione. ‘Quanto invece alle prescrizioni non scritte ma che noi conserviamo trasmesse per via della tradizione e sono osservate in tutto il mondo, ci è facile capire che sono mantenute in quanto stabilite e raccomandate dagli stessi Apostoli o dai Concili plenari, la cui autorità è utilissima alla salvezza della Chiesa; di tale genere sono le feste celebrate nella ricorrenza anniversaria della Passione, Risurrezione e Ascensione del Signore, la discesa dello Spirito Santo, e simili altre ricorrenze che si osservano dalla Chiesa Cattolica ovunque essa è diffusa’ (ibid., 54,1,1: pag. 437) [15].

Agostino negava che la prima risurrezione nell’Apocalisse è la risurrezione corporale dei giusti e negava il regno millenario di Cristo sulla terra alla sua venuta. ‘Vi sono due risurrezioni: la prima, che avviene ora ed è la risurrezione delle anime, che non permette di cadere nella seconda, che non avviene ora ma avverrà alla fine del mondo, e che non riguarda le anime, ma i corpi (…) L’evangelista Giovanni ha parlato di queste due risurrezioni nel libro dell’Apocalisse in modo che la prima delle due, non compresa da taluni dei nostri, fu scambiata per una ridicola favoletta (…) Coloro che sulla base delle parole di questo libro hanno ipotizzato che la prima risurrezione sarà la risurrezione del corpo, fra l’altro sono stati soprattutto colpiti dal numero di mille anni (…) egli ha parlato di mille anni per indicare precisamente tutti gli anni di questo mondo, volendo evidenziare con un numero perfetto la stessa pienezza del tempo (…) perciò il numero mille indica la totalità, poiché è il quadrato di dieci che diventa un solido’ (Agostino, La città di Dio, Lib. XX, cap. 6,2; 7,1,2). In altre parole, la prima risurrezione di cui parla Giovanni nell’Apocalisse è la risurrezione spirituale che secondo Agostino si sperimenta col battesimo; i mille anni sono il periodo di tempo che intercorre tra la prima venuta di Cristo e il suo ritorno, e la seconda risurrezione è la risurrezione corporale.

Agostino negava che non tutti morranno. ‘..riteniamo che anche quanti il Signore troverà vivi in quel breve spazio di tempo subiranno la morte e acquisteranno l’immortalità…’ (Agostino, op. cit., Lib. XX, cap. 20,2).

Agostino negava la distruzione di questo cielo e di questa terra. ‘Una volta compiuto questo giudizio, allora questo cielo e questa terra cesseranno d’esistere e cominceranno ad esistere un cielo nuovo e una terra nuova; infatti questo mondo passerà per una trasformazione delle cose, non per un totale annientamento’ (ibid., Lib. XX, cap. 14); ‘Quanto poi alle parole: Il mare non c’era più (….) Allora infatti non ci sarà questo mondo agitato e burrascoso, che è la vita dei mortali, indicato con il nome di mare’ (ibid., Lib. XX, cap. 16).

Agostino sosteneva il battesimo degli infanti. ‘Il bambino quindi è reso fedele non da un atto volontario della fede simile a quello dei fedeli adulti, ma dal sacramento della stessa fede. Poiché, allo stesso modo che il padrino risponde ch’egli crede, così pure si chiama fedele non col dare l’assenso personale della sua intelligenza, ma col ricevere il sacramento della stessa fede. Quando poi egli comincerà a capire, non avrà bisogno di un nuovo battesimo, ma comprenderà il sacramento ricevuto e si conformerà, col consenso della volontà, alla realtà spirituale da esso rappresentata’ (Agostino, Le Lettere, 98, 10: pag. 927, 929).

Agostino insegnava che il battesimo cancella i peccati. ‘Il sacramento del Battesimo, istituito contro il peccato originale, affine di cancellare, mediante la rigenerazione spirituale, la macchia della generazione carnale, cancella anche i peccati attuali che trova in noi e che avremo potuto commettere con pensieri, con parole e con opere’ (Agostino, Enchiridion, Firenze 1951, cap. LXIII, pag. 86).

Agostino sosteneva che in assenza del battesimo con acqua il battesimo di sangue ha il potere di rimettere i peccati: ‘Anche se non si è ricevuto il lavacro di rigenerazione, la morte dovuta alla professione di fede in Cristo ha lo stesso potere di rimettere i peccati che l’acqua del santo battesimo’ (Agostino, La città di Dio, Lib. XIII, cap. 7).

Agostino sosteneva il purgatorio. ‘Se il fanciullo ha ricevuto i sacramenti del Mediatore, se cioè verrà trasferito dalla potestà delle tenebre nel regno di Cristo, anche se morirà in quell’età, non solo eviterà le pene eterne, ma non soffrirà neppure le pene del purgatorio’ (Agostino, op. cit., Lib. XXI, cap. 16) [16]; ‘Secondo questa opinione, nell’intervallo di tempo che corre dalla morte di questo corpo fino a quando si giungerà al giorno in cui avverrà la resurrezione dei corpi – giorno dell’estremo giudizio nel quale si pronunzierà la sentenza del premio o del castigo – le anime dei defunti che, durante la loro vita terrena, non hanno avuto costumi e affetti tali da meritare di essere consumati come legna, fieno e paglia, non subiranno il fuoco che brucerà quelle anime che non vissero in tale modo. Queste saranno afflitte dal fuoco di una tribolazione passeggera che brucerà a fondo le costruzioni di legno, fieno e paglia, non meritevoli di eterna condanna; e le brucerà o su questa terra, o quaggiù e nell’aldilà, o solo nell’altra vita. A questa opinione non mi oppongo perché forse è un opinione vera’ (ibid., Lib. XXI, cap. 26) [17].
Agostino sosteneva le preghiere per i morti. ‘La stessa preghiera della Chiesa o di qualche uomo pio a favore di alcuni defunti è esaudita, ma soltanto per quelli che, rigenerati in Cristo, non hanno condotto nel loro corpo una vita tanto cattiva da essere giudicati indegni di questa misericordia, ma neppure una vita così buona da non avere bisogno di quella misericordia’ (ibid.,, Lib. XXI, cap. 24, 2).

Agostino sosteneva il suffragio in favore dei morti. ‘Dobbiamo ammettere che le anime dei trapassati possono ricevere qualche sollievo dalla pietà dei parenti, quando per esse offrono il santo Sacrificio del Mediatore, ovvero distribuiscono elemosine ai poveri. Ma questi suffragi profitteranno soltanto a coloro i quali, durante la loro vita, avranno meritato che queste opere buone possano essere loro applicate. Vi sono degli uomini la cui vita non è stata né abbastanza buona da non avere bisogno di suffragi, né abbastanza cattiva da non potere ricevere alcun sollievo. Ve ne sono degli altri così santi da non averne bisogno, o così cattivi da non potere trarne nessun profitto’ (…) A coloro cui possono essere di giovamento, essi ne ricavano questo vantaggio: o ricevono piena ed intera remissione delle loro colpe, o certamente qualche sollievo nel rigore delle loro pene’ (Agostino, Enchiridion, cap. CIX. Si noti che da queste ultime parole traspare il purgatorio).

Agostino sosteneva che i santi martiri che sono in cielo fanno miracoli. ‘Quei martiri, dunque, che ora possono impetrare tali grazie dal Signore per il cui nome furono uccisi, morirono per la fede nella risurrezione; per essa soffrirono con ammirabile pazienza, e ora possono manifestare una simile potenza nell’ottenere miracoli (…) Crediamo dunque ad essi che dicono la verità e che compiono tanti miracoli, poiché i martiri morirono proclamando la verità ed è per questo che possono fare i miracoli che noi vediamo’ (Agostino di Ippona, La Città di Dio, Libro XXII, cap. IX, X).

Agostino sosteneva la canonicità dei libri apocrifi. Nel suo libro L’Istruzione cristiana Agostino enumerando i libri canonici dell’Antico Patto vi include anche Tobia, Giuditta, i due libri dei Maccabei e l’Ecclesiastico e la Sapienza (cfr. Agostino, L’Istruzione cristiana, Verona 1994, Libro II, VIII 13; pag. 89, 91). Quindi quando si sente dire che Agostino diceva di sottomettersi ai libri canonici si deve tenere presente che tra di essi per lui – a differenza di Girolamo – c’erano pure i libri apocrifi.

Agostino sosteneva che è giusto da parte della Chiesa – per mezzo delle autorità statali – fare perseguitare gli increduli affinché si convertano al cristianesimo e fare perseguitare gli eretici, ossia coloro che si sviano dalla verità per andare dietro ad eresie, per farli tornare nel seno della Chiesa. Ecco le sue affermazioni a tale proposito: ‘Tu pensi che nessuno deve essere costretto alla virtù, sebbene tu legga che il padre di famiglia disse ai servi: Costringete ad entrare tutti quelli che troverete. Pensi così, sebbene tu legga come Saulo, che poi divenne Paolo, fu spinto a conoscere ed abbracciare la verità con un atto di forza compiuto da Cristo, che ve lo costrinse (…) E tu pensi che non si devono usare i mezzi coercitivi con le persone, perché si liberino dalla calamità dell’errore, mentre, dagli esempi incontestabili surriferiti, vedi che agisce in questo modo proprio Dio, di cui nessuno ci ama in modo più vantaggioso per noi’ (Agostino, Le lettere, 93,2,5. Lettera a Vincenzo, vescovo di Cartenna); ‘E’ comunque certo che i cattivi hanno sempre perseguitato i buoni, ed i buoni i cattivi, gli uni nocendo con l’ingiustizia, gli altri giovando con le sanzioni disciplinari; agendo gli uni inumanamente, gli altri moderatamente; servendo gli uni alla cupidigia, gli altri all’amore. Voglio dire: il carnefice non bada al modo con cui strazia, il medico invece bada al modo con cui taglia; questi infatti cerca di ottenere la sanità, quello invece la cancrena. Gli empi uccisero i Profeti, ma pure i Profeti uccisero degli empi. I Giudei flagellarono Cristo, ma anche Cristo flagellò i Giudei (…) Sia nel Vangelo, sia negli scritti degli Apostoli, non si riscontra alcun caso in cui ai re della terra sia stato chiesto l’intervento a difesa della Chiesa contro i suoi nemici. Chi lo nega? Bisogna però tenere presente che ancora non si era avverata la profezia che dice: E adesso, o re, fate giudizio; ravvedetevi, o giudici della terra; servite il Signore con timore! Ancora infatti si avverava quanto si legge poco prima nel medesimo salmo: Perché mai le genti si sono agitate e i popoli hanno meditato vani disegni? Sono insorti i re della terra, i principi hanno cospirato contro il Signore e contro il suo Cristo. D’altra parte però, se i fatti narrati dai Libri profetici erano figure di quelli che sarebbero accaduti in futuro, nel monarca chiamato Nabucadonosor erano pure raffigurati due periodi della storia: il periodo cioè trascorso dalla Chiesa sotto gli Apostoli e quello prefigurato nel periodo in cui il summenzionato re costringeva i buoni e i giusti ad adorare la propria statua e faceva gettare nel fuoco quelli che vi si rifiutavano. Adesso invece si avvera quello che accadde nel periodo successivo, prefigurato nel medesimo re, quando cioè egli, convertitosi al culto del vero Dio, decretò che se uno nel suo regno avesse bestemmiato il Dio di Sidrac, Midrac e Abdenago, venisse punito coi meritati castighi. Il primo periodo di quel re indica perciò il primo atteggiamento dei re pagani, in cui i Cristiani furono perseguitati invece degli infedeli; il periodo successivo di quel re, invece, prefigurò i tempi dei re posteriori, già fedeli, nei quali invece dei Cristiani, vengono perseguitati gli infedeli. Ma senza dubbio verso quei Cristiani che errano perché sono stati sedotti dagli eretici, si usa una severità temperata, e di preferenza la mansuetudine (…); mediante le pene dell’esilio e di multe cerchiamo di richiamarli a considerare che cosa e per qual causa essi le subiscono, in modo che imparino a preferire alle chiacchiere e alle calunnie umane le Sacre Scritture da essi lette’ (Agostino, op. cit., 93, 2,8; 3,9-10). E badate che le parole di Agostino sono state prese poi dai papi per istituire la famigerata Santa Inquisizione.

Ecco quali menzogne insegnava colui che i Cattolici romani chiamano il santo dottore o il più grande dei dottori della Chiesa e che persino tanti Evangelici tengono in alta stima!

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2010/05/13/le-menzogne-di-agostino-di-ippona-354-430/

TeleOltre trasmette anche programmi Avventisti

Fratelli, vi faccio sapere che la televisione ‘TeleOltre’ fondata e gestita dal Movimento di Chiese Pentecostali ‘Nuova Pentecoste’ di cui è presidente Remo Cristallo, trasmette anche programmi della Chiesa Avventista del Settimo Giorno, in quanto in certi orari del loro palinsesto trasmettono i programmi della Hope Channel Europe, che è appunto una rete televisiva della Chiesa Avventista del Settimo Giorno.

Ecco gli screenshot che provano ciò:

Ora, la cosa è scandalosa e vergognosa, perchè la Chiesa Avventista del Settimo Giorno è una setta che diffonde tante eresie. Qui di seguito voglio enumerare le loro principali eresie, ma per un approfondimento su di essa vi rimando al mio libro confutatorio ‘Gli Avventisti del Settimo Giorno’

1. La purificazione del santuario e il giudizio investigativo. Per cui quando uno crede in Gesù, viene perdonato ma i suoi peccati non gli vengono cancellati, e gli saranno cancellati alla fine del giudizio investigativo se avrà osservato la dottrina avventista. Essi dicono: ‘ ‘La reale cancellazione del peccato, quindi, non potrebbe avere luogo nel momento quando un peccato è perdonato, perché susseguenti opere e attitudini possono intaccare la decisione finale. Invece, il peccato rimane registrato fino a quando la vita non è completa – infatti, le Scritture indicano che esso rimane fino al giudizio’! Il giudizio investigativo è da rigettare perchè attacca la salvezza per grazia e la certezza della salvezza che possiede il credente.
2. Obbligatorietà dell’osservanza del sabato, e del pagamento della decima
3. Divieto di mangiare certi cibi (aragoste, granchi, maiale, ecc., ma la loro dieta ideale comprende l’astensione totale dalla carne) e di bere alcune bevande (caffè, vino, tè, e bevande alcoliche)
4. Negazione dell’ispirazione verbale della Bibbia
5. L’uomo non ha un’anima immortale
6. Quando l’uomo muore entra in uno stato di incoscienza. Per loro con la morte la persona si addormenta ed entra in un profondo sonno in attesa della risurrezione; questo vale sia per i giusti che per i peccatori.
7. Annichilimento dei malvagi, per cui dopo il giudizio finale essi torneranno a non esistere. Quando risorgeranno alla fine del millennio, prima di tornare alla non esistenza, però dovranno soffrire più o meno a lungo a secondo del giudizio che sarà emesso contro di loro.
8. Il marchio della bestia, che il falso profeta faceva sì che fosse posto sulla mano destra o sulla fronte delle persone, è l’osservanza della domenica che l’America protestante in ossequio alla chiesa cattolica romana cercherà di imporre sugli adoratori di Dio.
9. Poco prima del ritorno di Cristo, mentre avrà luogo la battaglia di Har-Maghedon, risorgeranno coloro che sono morti nella fede del messaggio del terzo angelo (il messaggio degli Avventisti) e coloro che condannarono e trafissero Gesù, i quali assisteranno al suo ritorno. Quando poi Cristo tornerà coloro che non hanno osservato il sabato saranno coperti di vergogna e condannati, e i risorti e i santi viventi che verranno mutati regneranno in cielo con Cristo per mille anni, mentre sulla terra desolata Satana andrà vagando portando i peccati di tutti.
10. Gli Avventisti del settimo giorno ritengono di essere il rimanente della progenie o, come essi dicono, la chiesa del rimanente (remnant church).
11. Il diciassettesimo articolo di fede della Chiesa Avventista afferma: ‘Uno dei doni dello Spirito Santo è la profezia. Questo dono è un segno d’identificazione della chiesa del rimanente e fu manifestato nel ministerio di Ellen G. White. In qualità di messaggera del Signore, i suoi scritti sono una continua e autorevole fonte di verità e provvedono al conforto della chiesa, alla sua guida, alla sua istruzione e alla sua correzione….’. Nella pratica avviene che gli scritti di questa falsa profetessa (che sono un miscuglio di verità e menzogne) vengono messi sullo stesso livello della Sacra Scrittura.
12. Per gli Avventisti quando si viene battezzati in acqua si viene anche battezzati con lo Spirito Santo (faccio notare però che loro usano l’espressione battezzati di Spirito); il fatto che nel Nuovo Testamento alcune volte il battesimo con lo Spirito Santo sia disgiunto dal battesimo in acqua (come nel caso dei discepoli a Pentecoste e dei credenti di Samaria e di Cornelio e i suoi) costituisce un evento del tutto eccezionale, perché di solito il dono dello Spirito Santo veniva conferito al battesimo in acqua; le lingue (che loro chiamano sempre dono delle lingue) non sono il segno comprovante che il credente è stato battezzato con lo Spirito Santo

Stando così le cose, è evidente che i responsabili di Teleoltre – tramite questa loro ‘collaborazione’ con gli Avventisti del Settimo Giorno – mostrano palesemente di non avere così tanto a cuore nè il Vangelo e neppure la dottrina di Dio.

Ormai in ambito Pentecostale, la dottrina non ha pressoché quasi nessuna importanza per molti, infatti c’è chi si è alleato con gli Antitrinitariani, chi con i Valdesi, chi con gli Avventisti del Settimo Giorno, e chi con lo Stato Italiano.

Quanto a noi, fino a che avremo un alito di vita, riproveremo pubblicamente queste alleanze che non hanno il favore di Dio, e che creano solo confusione, oltre a quella che già esiste, e metteremo in guardia i fratelli da coloro che hanno fatto queste alleanze.

Il profeta diceva: “I guardiani d’Israele son tutti ciechi, senza intelligenza; son tutti de’ cani muti, incapaci d’abbaiare; sognano, stanno sdraiati, amano sonnecchiare. Son cani ingordi, che non sanno cosa sia l’esser satolli; son dei pastori che non capiscono nulla; son tutti vòlti alla loro propria via, ognuno mira al proprio interesse, dal primo all’ultimo” (Isaia 56:10-11), e dobbiamo riconoscere che le cose stanno proprio così in mezzo alla Chiesa.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/06/09/teleoltre-trasmette-anche-programmi-avventisti/

Falsi Cristi da cui guardarsi

Gesù Cristo disse: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigî da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l’ho predetto. Se dunque vi dicono: Eccolo, è nel deserto, non v’andate; eccolo, è nelle stanze interne, non lo credete; perché, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figliuol dell’uomo” (Matteo 24:23-27), ed anche: “Guardate di non esser sedotti; perché molti verranno sotto il mio nome, dicendo: Son io; e: Il tempo è vicino; non andate dietro a loro” (Luca 21:8).

In questo documentario in lingua inglese vengono fatti vedere ed esaminati tre falsi cristi della nostra generazione.

- David Shayler, un ex agente dei servizi segreti Britannici (MI5), proclama di essere l’anima di Gesù Cristo incarnata come uomo. Per il momento non ha seguaci.

- Sergey Anatolyevitch Torop, conosciuto dai suoi seguaci come ‘Vissarion’, fondatore e capo della ‘Chiesa dell’Ultimo Testamento’. Questa setta conta all’incirca 4000 seguaci, in una trentina di villaggi siberiani nelle vicinanze della sede principale della setta, a Sun City, ed altri 10000 sparsi per il mondo. Vissarion si è autoproclamato incarnazione di Gesù Cristo.

- Apollo C. Quiboloy, ex predicatore pentecostale, che si dichiara il Figlio di Dio, Gesù Cristo, fondatore del la ‘Nuova Gerusalemme’ a Davao City nelle Filipppine. Dice di avere 6 milioni di seguaci.

La cosa da rimarcare di questo documentario è qualcosa che si vede nella parte 4, pochi secondi prima della fine, quando una piccola bambina chiede a David Shayler: ‘Sei Gesù?’ e lui risponde: ‘Sì, sono Gesù!’, al che la bambina gli dice: ‘No, tu non sei Gesù’. Ecco quello che si deve dire a ciascuno di questi impostori: ‘No, tu non sei Gesù’.

Gesù Cristo, il Figlio di Dio, è alla destra di Dio nei luoghi altissimi dove intercede per noi, e a suo tempo ritornerà dal cielo con gloria e potenza e manderà i suoi angeli con gran suono di tromba a radunare i suoi eletti dai quattro venti, dall’un capo all’altro de’ cieli. In Lui crediamo, Lui seguiamo, e Lui aspettiamo.

Quanto a coloro che dicono di essere Gesù Cristo sono dei figli della maledizione, degli impostori, sulla via delle perdizione, da cui bisogna guardarsi.

Chi ha orecchi da udire oda

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/06/09/falsi-cristi-da-cui-guardarsi/

‘Signore Ra-El’, un altro falso Cristo da cui guardarsi

E’ sorto un altro falso Cristo, che si chiama ‘Signore Ra-El’. Sul suo sito internet egli afferma infatti: ‘Quasi tutte le religioni credono che noi al presente siamo negli ‘Ultimi Tempi, quel periodo della storia quando il mondo sarà sottoposto al giudizio divino, seguito dall’instaurazione di un Regno di Dio eterno che è riservato ai salvati. I Cristiani (e altri) credono che il Messia conosciuto come Gesù, verrà prima di questo giudizio, offrendo alle persone una ultima possibilità di salvezza. Signore Ra-El è il Gesù incarnato, il Messia profetizzato’.

Ancora una volta vediamo nella comparsa di questo uomo, l’adempimento di queste parole di Gesù Cristo: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigî da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l’ho predetto. Se dunque vi dicono: Eccolo, è nel deserto, non v’andate; eccolo, è nelle stanze interne, non lo credete; perché, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figliuol dell’uomo” (Matteo 24:23-27).

Dunque, guardatevi da questo ennesimo falso Cristo.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/06/07/signore-ra-el-un-altro-falso-cristo-da-cui-guardarsi/

Guardatevi dal falso dottore Lee Jae Rock

Jaerock Lee è un predicatore coreano nato nel 1943 a Muan, provincia di Jeonnam, nella Repubblica della Corea. Di lui viene detto quanto segue dai suoi seguaci: ‘Tra i venti e i trent’anni, ha sofferto per molto tempo di varie malattie incurabili che lo stavano portando verso la morte senza nessuna speranza di guarigione. Un giorno, nella primavera del 1974, fu portato in chiesa da sua sorella. Quando s’inginocchiò per pregare, venne guarito immediatamente da tutte le sue malattie grazie alla potenza del Dio vivente. Attraverso questa meravigliosa esperienza, egli incontrò Dio. Da quel momento in poi, il Rev. Lee ha amato sinceramente il Signore con tutto il suo cuore. Nel 1978 è stato chiamato a servirLo. Ha cominciato a pregare ferventemente per comprendere chiaramente la volontà di Dio e compierla pienamente. Nel 1982, il Rev. Lee ha fondato la Chiesa Manmin a Seul in Sud Corea dove, per la potenza di Dio, si sono manifestate diverse guarigioni miracolose. Nel 1986, il Dott. Lee è stato ordinato pastore all’Assemblea Annuale di Gesù tenutasi nella Chiesa Sungkyul in Corea. Dopo quattro anni, cioè dal 1990 in poi, tutti i suoi sermoni sono stati trasmessi in Australia, Stati Uniti, Russia, Filippine e in molti altri Paesi attraverso la Far East Broadcasting Company, l’Asia Broadcast Station e la Washington Christian Radio System. Nel maggio del 2008, la Chiesa Manmin centrale conta più di 100.000 membri in 8.000 chiese dipendenti sparse per il globo. Fino ad ora, la chiesa ha incaricato più di 127 missionari in 25 nazioni. Ad oggi il Dott. Lee ha scritto 53 libri tra cui “Gustare la vita eterna prima della morte”, “La mia vita – La mia fede”, “La misura della fede”, “Il Paradiso 1 e 2”, “L’Inferno e la Potenza di Dio”. Il Rev. Dott. Jaerock Lee è il fondatore e presidente del WCDN, presidente della United Church of Corea, presidente del Nation Evangelization Paper e della Manmin World Mission, fondatore della Manmin TV, del Global Christian Network (GCN), e del Manmin international Seminary (MIS)’ (da: http://www.wcdnitaly.org/home/it/fondatore).

La WCDN è una organizzazione interdenominazionale composta da medici cristiani di tutto il mondo. Il suo fine ultimo – secondo quanto troviamo scritto sul loro sito (http://www.wcdnitaly.org/home/it/chi-siamo) – è quello di dare gloria al Grande Medico testimoniando ai pazienti, ai colleghi ed all’intera popolazione sulle meravigliose guarigioni prodotte dal vangelo di Gesù Cristo attraverso la preghiera di fede e confermate con una chiara evidenza di dati medici. Nel suo progressivo sviluppo WCDN si propone di far raggiungere ai suoi associati i seguenti obiettivi, continuando nondimeno a dare sempre gloria al Grande Medico. 1) Diventare un esperto testimone delle guarigioni basate su preghiera e fede provandone la veridicità attraverso sufficienti riscontri medici. 2) Individuare attivamente casi di guarigione divina documentando la loro autenticità con prove scientifiche e successivamente presentarli in conferenze mediche. 3) Addestrare ed aggiornare i medici generici cristiani sui modi di evangelizzare focalizzandosi sulla preghiera per gli ammalati senza trascurare procedure e prescrizioni mediche tradizionali ed aggiornate. 4) Condurre seminari e gruppi di lavoro di vario livello per medici cristiani, personale sanitario, oppure specializzato, inerenti il loro compito come cristiani. 5) Tenere conferenze mediche cristiane annuali a livello internazionale in varie parti del mondo, per presentare casi di guarigione divina e discutere argomenti scientifici rilevanti per i medici cristiani. 6) Mantenere insegnamenti Cristo-centrici, restando aperti come movimento cristiano inter-denominazionale potenziato dallo Spirito Santo, a glorificare l’Unico e Vero Dio Onnipotente tramite il Suo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo. 7) Creare una rete con organizzazioni cristiane mediche e per la salute, rinsaldando la nostra unità con coloro che sono nella fede cristiana con l’obiettivo finale di dare gloria al nostro Dio Padre nel nome di Cristo. (Giovanni 17:11-21).

Il direttore della WCDN Italia è Mauro Adragna, pastore della comunità “Canto di Sion” di Palermo, facente capo alla Chiesa Evangelica della Riconciliazione (http://www.wcdnitaly.org/home/it/contatti e http://www.mauroadragna.it/).

Nel 2010 la conferenza internazionale, dal titolo ‘Spirituality and Medicine’ (‘Spiritualità e Medicina’) si è svolta in Italia nella città di Roma il 21 e 22 maggio. Ecco il video che documenta quella conferenza.

Notate al minuto 10:57 Salvatore Loria, direttore di ICN-News;

mentre al minuto 11:37 Lirio Porrello, pastore della Chiesa ‘Parola della Grazia’ di Palermo, mentre parla;

e Mauro Adragna al minuto 12:5.

Dunque, questo Lee è entrato in qualche maniera anche qui in Italia. Ma attenzione, fratelli, perché questo predicatore insegna molte eresie. La Chiesa da lui fondata è una vera e propria setta in cui lui viene adorato quasi fosse Dio.

Qui di seguito vi citerò alcune delle sue eresie.

LE ERESIE DI JAEROCK LEE

Lui ha un sangue puro come quello di Gesù
JaeRock-Lee afferma che egli stesso ha sparso tutto il suo sangue nel 1992, cosicché il sangue ereditato dai suoi genitori nel quale risiedeva il peccato fu eliminato e lui fu riempito con del nuovo sangue che non possiede nè peccato originale e nè peccato commesso. Per cui il suo sangue è esattamente come il sangue di Gesù.
(5 Luglio 1998, culto domenicale serale)
Citazione ottenuta da una Chiesa Coreana (associata con la Chiesa delle Assemblee di Dio il cui pastore è Paul Yonggi Cho) a Chennai, India, proprio prima che Lee tenesse la crociata in quel luogo.

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/heretical.html

Affermazioni confermate dal ‘2004 Annual Research Report by Christian Council of Korea Against Manmin Sect’, punto 2

http://www.angelfire.com/linux/antimanmin/cck_research.htm

La morte lo schiva
Lee-Jaerock ha affermato che poiché lui non possiede il peccato originale e alcun peccato commesso, a motivo dello spargimento del sangue ricevuto dai suoi genitori, la morte lo schiva
(Culto serale del 5 Luglio 1998)
Tratto da: ‘2004 Annual Research Report by Christian Council of Korea Against Manmin Sect’, punto 9

http://www.angelfire.com/linux/antimanmin/cck_research.htm

Il suo spirito è seduto alla sinistra del trono di Dio
Lo spirito di Lee-Jaerock è seduto alla sinistra del trono di Dio
(Culto serale del 5 Luglio 1998)
Tratto dal ‘2004 Annual Research Report by Christian Council of Korea Against Manmin Sect’, punto 4

http://www.angelfire.com/linux/antimanmin/cck_research.htm

Quando lui dorme, il suo spirito assiste i credenti
Quando lui dorme, il suo spirito si reca dai credenti e li aiuta.
Citazione presa dal libro coreano ‘Heresy Identity of Lee Jae-Rock.’ Il libro è disponibile in lingua coreana al seguente indirizzo http://mall.godpeople.com/ ) presente in http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/thirtyclaims.html

I profeti e i discepoli di Gesù gli appaiono quando lui li chiama
Quando JaeRock Lee chiama uno dei profeti, o uno dei discepoli del Signore o dei Patriarchi essi appaiono davanti a lui come quando un funzionario viene chiamato dal presidente. Jae-Rock afferma che i profeti e i discepoli vengono e lo salutano.
(Culto domenicale serale del 5 Luglio 1998, e riunione di preghiera serale di venerdì 17 Luglio 1998)
Citazione ottenuta da una Chiesa Coreana (associata con la Chiesa delle Assemblee di Dio il cui pastore è Paul Yonggi Cho) a Chennai, India, proprio prima che Lee tenesse la crociata in quel luogo.

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/heretical.html

Affermazioni confermate dal ‘2004 Annual Research Report by Christian Council of Korea Against Manmin Sect’, punto 1

http://www.angelfire.com/linux/antimanmin/cck_research.htm

Lui e Dio sono uno
Poichè Lui è diventato uno con Dio, egli può apparire nel Sole e nella Luna. Egli detiene un diritto brevettato per questo. Ha detto che Dio lo pose dentro la luce della luna e gli disse: ‘Tu ed Io siamo uno’!
(Riunione di preghiera serale del 17 Luglio 1998)
Citazione ottenuta da una Chiesa Coreana (associata con la Chiesa delle Assemblee di Dio il cui pastore è Paul Yonggi Cho) a Chennai, India, proprio prima che Lee tenesse la crociata in quel luogo.

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/heretical.html

Affermazioni confermate dal ‘2004 Annual Research Report by Christian Council of Korea Against Manmin Sect’, punto 11

http://www.angelfire.com/linux/antimanmin/cck_research.htm

Lui ha adempiuto la parola di tutti i 66 libri della Bibbia
Lee-Jaerock ha affermato che Gesù 2000 anni fa ha adempiuto l’Antico Testamento, e Lee-Jaerock ha adempiuto la parola dei 66 libri della Bibbia
(Culto serale del 28 Giugno 1998)
Affermazione tratta dal ‘2004 Annual Research Report by Christian Council of Korea Against Manmin Sect’, punto 14

http://www.angelfire.com/linux/antimanmin/cck_research.htm

Il trono di Dio è sceso sulla Chiesa di cui è pastore Jaerock Lee
Il trono di Dio è disceso sulla Chiesa Manmin Joong-ang ed Egli ha lasciato la chiave della Nuova Gerusalemme in quella Chiesa
(5 Luglio 1998, culto domenicale serale)
Citazione ottenuta da una Chiesa Coreana (associata con la Chiesa delle Assemblee di Dio il cui pastore è Paul Yonggi Cho) a Chennai, India, proprio prima che Lee tenesse la crociata in quel luogo.

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/heretical.html

Dio era luce con una voce, e poi si divise nella Trinità
Nel principio Dio esisteva come luce con una voce in essa. … Ad un certo punto, Dio IO SONO si divise nella Trinità per nutrire i Suoi veri Figli con cui Egli può condividere il Suo amore. C’era bisogno del Figlio che adempie la missione come il Salvatore e dello Spirito Santo che compie la Sua missione come l’aiutante. Dio divise se stesso in Dio Padre che è l’Alfa e l’Omega di tutta la conoscenza e civiltà umana; Dio il Figlio che è il Primo e l’Ultimo della Salvezza umana; e Dio lo Spirito Santo che è il Principio e la Fine della cultura umana. A questo punto, ogni membro della Trinità ebbe la Sua propria immagine per guadagnare veri figli spirituali.
(Jae Lee Rock, Message of the Cross, 2002, Urim Publishing, pag. 34-35)

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/theology.html

Dio un tempo si sentì solo
Anche, a Dio parve una cosa non buona che Adamo fosse solo … Questo non perchè Adamo si sentiva lui stesso solo ma perchè Dio era stato da solo per un lungo periodo di tempo prima dell’inizio del tempo e sapeva che cosa fosse la solitudine
(Message of the Cross, pag. 73)

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/theology.html

Gli Edeniani e gli UFO
Secondo JaeRock, Lee il Giardino d’Eden, benché appartenga al mondo spirituale, non può essere chiamato nè totalmente un mondo spirituale e neppure un mondo fisico; in altre parole è il mondo intermediario fra spirito e carne. Eden è il regno spirituale del secondo cielo.
Quando Adamo peccò assieme a sua moglie Eva, furono cacciati dal Giardino sulla terra. I loro discendenti però, non furono cacciati dal Giardino, ed ancora oggi vivono in questo Giardino. Sono delle anime viventi con carne e ossa proprio come lo era Adamo. Gli Edeniani – gli abitanti del Giardino d’Eden – hanno un corpo immortale e sono innumerevoli. La società nel Giardino dell’Eden ha una legge ed una organizzazione.
Gli Edeniani hanno imparato molte cose sugli esseri umani e la nostra vita sulla terra, ma la loro conoscenza non è completa. Hanno una forte curiosità per questo mondo. Ed ogni tanto partono e vengono sulla terra, a fare delle visite, ma solo quelli che Dio permette di venire qua e poi vedono solo le cose che gli viene permesso di vedere.
Hanno naturalmente bisogno di un veicolo spaziale per fare questi loro viaggi, che sono costituiti dagli UFO. D’altronde anche Adamo ed Eva quando furono costretti a venire sulla terra, dopo la loro disubbidienza, usarono un veicolo spaziale. Dunque ecco chi sono gli extraterrestri di cui viene detto che ogni tanto appaiono sulla terra: i discendenti di Adamo ed Eva durante le loro visite sulla terra.
Gli Edeniani hanno lasciato delle tracce, nel corso dei loro viaggi sulla terra, dopo la disobbedienza di Adamo. La maggior parte delle rovine delle antiche civiltà che oggi le persone considerano come delle meraviglie sono le tracce degli Edeniani, che nel principio vennero sulla terra a vedere il loro progenitore Adamo.
Fino al diluvio universale le loro visite sulla terra erano piuttosto frequenti, ma dopo di esso, alle loro visite furono messe delle più grandi restrizioni, ma comunque ogni volta che vennero sulla terra lasciarono delle tracce.

http://manmincult.com/jaerock-lees-genesis-teachings-edenians-and-ufos/

Lecture on Genesis Ver. 2 (61) -2011-04-01

Adamo costruì le piramidi di Giza
Adamo, prima che peccasse, mentre si trovava nel Giardino d’Eden (che secondo Lee è nel secondo cielo), venne sulla terra e costruì le 3 grandi piramidi di Giza d’Egitto (portando il materiale per la costruzione dal Giardino d’Eden, e per portarlo usò i veicoli spaziali chiamati UFO), e dopo che terminò la costruzione delle piramidi, nella gioia di quel toccante momento, Adamo diede gloria a Dio il Padre. Nella costruzione delle piramidi, Adamo fu aiutato dagli abitanti del Giardino d’Eden e dai cherubini! Quindi le 3 grandi piramidi d’Egitto che noi oggi vediamo (quelle di Cheope, Chefren e Micerino), sono le tracce lasciate da Adamo sulla terra.
Gli Edeniani hanno lasciato delle tracce, nel corso dei loro viaggi sulla terra, dopo la disobbedienza di Adamo. La maggior parte delle rovine delle antiche civiltà che oggi le persone considerano come delle meraviglie sono le tracce degli Edeniani, che nel principio vennero sulla terra a vedere il loro progenitore Adamo.
Fino al diluvio universale le loro visite sulla terra erano piuttosto frequenti, ma dopo di esso, alle loro visite furono messe delle più grandi restrizioni, ma comunque ogni volta che vennero sulla terra lasciarono delle tracce.
Lecture on Genesis Ver. 2 (61) – 2011-04-01

In cielo si praticano sport come il bowling, il tennis e il basket
In cielo ci sono anche delle strutture atletiche e ricreative, come campi di golf, piste di bowling, piscine, campi di tennis, campi di pallavolo, di pallacanestro e così via. Queste cose sono date come premi poiché il proprietario avrebbe potuto divertirsi con quegli sport sulla terra ma non lo fece per amore del Regno di Dio e spese tutto il suo tempo solo per il Signore.
Nella pista di bowling, che è fatta di oro e di gioielli a forma di birillo, la boccia e i birilli sono fatti tutti con oro e gioielli. Le persone giocano a gruppi che vanno da tre a cinque, e passano assieme un tempo piacevole incitandosi l’un con l’altro. La boccia non sembra pesare molto, a differenza di quelle sulla terra, cosicché scivolerà lungo la pista in maniera forte anche se gli si dà una spinta lieve. Quando la boccia colpisce i birilli, vengono fuori delle luci splendenti accompagnate da un suono chiaro e bello.
(Jaerock Lee, ‘Heaven II – Filled with God’s Glory’, 2002, Urim Books, edited by Geumsun Bin, pag. 210-211)

http://www.angelfire.com/space/lee_jae-rock/heaven2.html

Un feto non ha uno spirito fino a quando non raggiunge sei mesi di gravidanza
Dal suo libro “Hell” (Urim books, prima edizione – Aprile 2004)

http://manmincult.com/descriptions-of-hell-by-jaerock-lee/

IL DOCUMENTARIO CHE SMASCHERA LEE JAE ROCK E LA SUA SETTA

Nel 1999 la Munhwa Broadcasting Corporation, una televisione Sud Coreana, mandò in onda questo documentario che smaschera Lee Jae Rock e la sua setta. La reazione dei seguaci di Lee fu durissima, infatti centinaia di essi invasero la stazione televisiva, attaccando le guardie di sicurezza e penetrando con la forza dentro la stazione, dove alcune decine di loro riuscirono ad interrompere il programma che in quel momento era in onda (gli ingegneri della TV riuscirono a rimetterlo in onda, ma dopo che il programma fu interrotto altre tre volte), mentre circa 1500 organizzarono una protesta in una strada vicina: per ripristinare l’ordine furono necessari centinaia di poliziotti.

In questo documentario:

- viene mostrato che questo Lee (che è scortato da una decina di guardie del corpo) viene adorato dai suoi seguaci (che mettono foto in casa o nel negozio, perchè viene detto che con quella foto viene benedetta la casa o il negozio, fino al punto che le malattie si dipartono e quindi i seguaci se la portano addosso) che si prostrano davanti a lui e lui non li rimprovera anzi rimprovera quelli che non si prostrano davanti a lui in quanto secondo Lee quelli che si prostrano davanti a lui sono spinti a farlo dallo Spirito Santo!;
– viene dimostrato che la sua Chiesa è stata espulsa nel 1999 dal Christian Council of Korea (CCK Consiglio Cristiano della Corea, che comprende decine di denominazioni evangeliche) a motivo delle sue affermazioni eretiche, e quindi è stata dichiarata una setta;
– viene intervistato il pastore Heedong Oh che insegna alla Scuola Biblica ‘Holiness Theological Seminary’ e che fu l’insegnante di Lee quando questi la frequentò da giovane, e che dice che già in quel tempo mostrava le caratteristiche dell’uomo settario;
– viene mostrato che ha falsi insegnamenti;
– viene dimostrato come certi miracoli che lui ha dichiarato di avere fatto o ricevuto (in particolare quello di una luce apparsa su una donna durante una riunione, e poi quella di alcune foto in cui lui dice che Dio ha messo un anello attorno al sole nel giorno del suo compleanno che è un segno che mostra che lui è amato da Dio, o anche quell’altro dove lui afferma che Dio ha sparso polvere d’oro e d’argento dal cielo come benedizione) sono risultati essere falsi;
– a proposito delle guarigioni senza numero che Lee afferma di avere compiuto, vengono mostrati casi di persone che avevano testimoniato subito di essere state guarite e poi si è scoperto che erano ancora malate;
– viene anche documentato il ‘miracolo’ dell’acqua, un ‘miracolo’ compiuto da Jaerock Lee nel Marzo del 2000, quando tramite la sua preghiera delle acque amare e salate furono cambiate in acque dolci e fresche. Queste acque – credono i suoi seguaci – hanno il potere di guarire. Ma l’acqua essendo stata portata alle autorità competenti per farla analizzare non ha superato il test, e quindi non è raccomandata come acqua da bere anzi viene detto che il suo prolungato uso può produrre dei danni soprattutto ai bambini, specialmente i neonati;
– viene mostrato che la costruzione del locale di culto di questa setta viola le leggi vigenti perchè è in un’area industriale, e quantunque le autorità sono ricorse a delle azioni amministrative contro la setta, ancora la costruzione è là.
– viene mostrato come le sollecitazioni a dare denaro alla Setta sono molte da parte di Lee, che esorta a mettere la Chiesa prima di ogni altra cosa. E i suoi seguaci danno, anche grandi somme di denaro, nella speranza di ottenere benedizioni. Una delle tattiche che Lee usa per invogliare a dare denaro alla sua Chiesa, è quella di dire che la venuta del Signore è vicina, molto vicina; nel 1992 per esempio disse che il Signore sarebbe venuto in quell’anno, per cui molti dei suoi seguaci non si sposarono, e molti dettero tanto denaro. C’è persino un’offerta chiamata ‘offerta di pace’ che viene data a Dio (o meglio data a Lee) come prezzo per il peccato commesso!
– viene dimostrato che Lee si è recato a Las Vegas a giocare d’azzardo ed ha perduto tantissimo denaro, che ovviamente era denaro offerto a Dio dai membri della Chiesa. La sua giustificazione è stata che non aveva altra scelta che giocare d’azzardo per fare soldi ed aiutare le finanze della Chiesa!

AVVERTIMENTO

Fratelli nel Signore, è evidente che dato che l’albero si riconosce dal suo frutto, siamo in presenza di un albero cattivo che fa cattivi frutti. Vi esorto dunque a guardarvi da questo Jaerock Lee e da tutti i suoi seguaci o coloro che promuovono la diffusione delle sue dottrine eretiche o che collaborano con lui.
Non vi lasciate sedurre da quest’uomo, quand’anche vi presentasse delle guarigioni da lui compiute nel nome di Gesù Cristo, perché costui è un impostore, un seduttore di menti e un cianciatore: un falso dottore. Basta considerare le affermazioni che fa su sé stesso per capire ciò. Un servo di Cristo non direbbe mai che il suo sangue è come quello di Gesù, o che la morte lo schiva, o che ha adempiuto tutte le parole della Bibbia, o che il suo spirito è alla sinistra del trono di Dio, o che quando lui chiama i profeti e gli apostoli del Signore questi gli appaiono e lo salutano, o che lui e Dio sono uno, e così via. Persone come questo Lee fanno parte di quegli “uomini che insegneranno cose perverse per trarre i discepoli dietro a sé” (Atti 20:30), da cui i santi si devono guardare e a cui bisogna turare la bocca.
E a riprova di ciò c’è il fatto che la sua Chiesa è stata espulsa nel 1999 dal Christian Council of Korea (Consiglio Cristiano della Corea, che comprende decine di denominazioni evangeliche) a motivo delle sue affermazioni eretiche.
Nel settembre del 2009 Lee ha visitato la terra d’Israele. La più grande organizzazione Cristiana evangelica però si è pubblicamente dissociata da Lee, dichiarando al Jerusalem Post che essi non approvavano il ministerio di Lee. Durante un suo discorso poi, Lee dichiarò che l’influenza suina sarebbe andata via da Israele dopo la sua preghiera quella sera!

Per chi conosce l’inglese segnalo questo articolo in inglese tradotto da ‘Cult, Sect General Report 2004’ del CCK (Christian Council of Korea), e che mette severamente in guardia dalle dottrine eretiche di questo Lee definendolo capo di una setta.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/06/04/guardatevi-dal-falso-dottore-lee-jae-rock/

‘Il Vangelo secondo la Moda’

The Gospel According To Fashion, cioè ‘Il Vangelo secondo la Moda’ è il nome dato ad un evento sociale creato per combinare la moda e la musica Gospel (ossia evangelica). In questo video potete vedere in che cosa consiste.

Che dire? Il serpente antico con la sua astuzia sta facendo accettare ad una buona parte della Chiesa l’alterigia, l’inverecondia, la sensualità, e la mondanità, come se fossero cose lecite e utili al popolo di Dio, e per fare questo ricorre ad ogni strategia.

Fratelli e sorelle, abbiate sempre davanti a voi questi passi della Bibbia al fine di non rimanere sedotti dall’astuzia del diavolo:

“Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amor del Padre non è in lui. Poiché tutto quello che è nel mondo: la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita non è dal Padre, ma è dal mondo. E il mondo passa via con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio dimora in eterno” (1 Giovanni 2:15-17).

“Io vi esorto dunque, fratelli, per le compassioni di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, accettevole a Dio; il che è il vostro culto spirituale. E non vi conformate a questo secolo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la volontà di Dio, la buona, accettevole e perfetta volontà” (Romani 12:1-2).

“Poiché la grazia di Dio, salutare per tutti gli uomini, è apparsa e ci ammaestra a rinunziare all’empietà e alle mondane concupiscenze, per vivere in questo mondo temperatamente, giustamente e piamente, aspettando la beata speranza e l’apparizione della gloria del nostro grande Iddio e Salvatore, Cristo Gesù” (Tito 2:11-13).

“… che le donne si adornino d’abito convenevole, con verecondia e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti sontuose, ma d’opere buone, come s’addice a donne che fanno professione di pietà” (1 Timoteo 2:9-10).

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Tratto da : http://giacintobutindaro.org/2011/06/03/il-vangelo-secondo-la-moda/